Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Ambientalismo

Rifiuti Roma: l’Ama punta alla riaccensione degli inceneritori di Colleferro

Scritto da Legambiente Lazio. Postato in Ambientalismo

“Sulla gestione dei rifiuti il Comune di Roma, irresponsabilmente, non vuole discariche e inceneritori ma continua a mandare tutto in questo tipo di impianti e ora si chiede anche la riaccensione dei termovalorizzatori di Colleferro [...] - dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio.

 

Rifiuti Roma: l’Ama punta alla riaccensione degli inceneritori di Colleferro



“Grave e inaccettabile che la strategia della Capitale sia la riaccensione di inceneritori, peraltro di altri territori”

”A Roma ci si riempie la bocca di annunci rifiuti zero ma se vuol dire che la monnezza raccolta va esclusivamente fuori dal Gra, contrasteremo con forza una strategia irresponsabile”

Mentre le strade della Capitale sono piene di rifiuti, i TMB stracolmi e il ciclo virtuoso dei rifiuti non esiste ancora, Ama chiede la riaccensione dell’inceneritore di Colleferro per smaltire la monnezza romana.



“Sulla gestione dei rifiuti il Comune di Roma, irresponsabilmente, non vuole discariche e inceneritori ma continua a mandare tutto in questo tipo di impianti e ora si chiede anche la riaccensione dei termovalorizzatori di Colleferro: il tutto senza indicare alcun luogo entro il Gra per il nuovo piano regionale dei rifiuti, dove poter inserire impianti di gestione. - dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio - Il Campidoglio parla bene dicendosi per la strategia Rifiuti Zero e contro inceneritori e discariche con tutto quello che la sindaca Raggi e l’assessore Montanari hanno dichiarato in questi anni ma con gli atti concreti fa l’esatto contrario: non estende il porta a porta a sufficienza per aumentare le materie da riciclo, usa i TMB stipandoci qualunque tipo di rifiuti, invia un milione di tonnellate annue di rifiuti verso inceneritori e discariche e ora chiede di riaccendere linee di incenerimento a dispetto di comunità intere in rivolta contro questa evenienza, compreso un presidio di associazioni e cittadini che da oltre un anno monitora è ferma i mezzi che arrivano a Colleferro per dar vita al revamping dei termovalozzatori. A Roma ci si riempie la bocca di annunci rifiuti zero ma se vuol dire che la monnezza raccolta va esclusivamente fuori dal Gra, contrasteremo con forza una strategia irresponsabile sia verso i cittadini della capitale continuamente piena di rifiuti non raccolti sia verso i cittadini del Lazio che continuano a rischiare di ricevere nei propri territori la monnezza romana”.

Ufficio Stampa Legambiente Lazio

Pin It