Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Popoli liberi e sovrani

Il Papa manda messaggio di supporto a Lula, ma i media lo ignorano

Scritto da L'Antidiplomatico.

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

Il Papa manda un messaggio di supporto a Lula.... e per i media internazionali non è una notizia


Il Papa manda un messaggio di supporto a Lula, ma per i media internazionali non è una notizia. In Italia fa eccezione Askanews che scrive:

Papa Francesco ha inviato un breve messaggio scritto a mano all’ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, in prigione per corruzione da aprile. “A Luiz Inacio Lula da Silva, con la mia benedizione chiedendogli di pregare per me, Francesco”, recita la dedica scritta sulla copia di “La verità vincerà”, consegnata all’ex ministro degli Esteri di Lula Celso Amorim, che ha incontrato il Pontefice ieri in Vaticano.

Dalla sua cella Lula ha ricevuto una foto del messaggio, che è stata pubblicata anche sulla pagina Facebook ufficiale di Lula. Amorim era accompagnato dall’ex ministro argentino Alberto Fernandez e dall’ex senatore cileno Carlos Ominami.

L’udienza è durata un po’ più di un’ora, ha affermato l’ex ministro brasiliano in un video pubblicato sulla pagina Facebook. “Il tema principale è stato la situazione del presidente Lula, che segue con interesse e che lo preoccupa”, ha dichiarato Amorim parlando di “un incontro storico” con il Pontefice.

Durante l'incontro, riporta Telesur,  Amorim ha descritto per il pontefice in dettaglio le circostanze che riguardano l'imprigionamento di Lula a Curitiba, dove è detenuto da aprile con accuse che i critici ritengono siano state progettate per impedirgli di tornare alla presidenza.

Nelle scorse settimane, Lula è stato visitato in carcere dai famosi musicisti brasiliani Martinho da Vila e Chico Buarque, che hanno criticato la magistratura per aver impedito a Lula di rivolgersi ai media.

Nonostante sia in carcere, Lula ha superato ogni sondaggio elettorale condotto nel 2018 da Vox Populi, Ibope, Datafolha, Data Poder 360, Instituto Parana, Confederazione Nazionale dei Trasporti / MDA e Ipsos.

da: www.lantidiplomatico.it

Pin It