Popoli liberi e sovrani

"Resistere al neofascismo", Roger Waters contro Bolsonaro

Scritto da L'Antidiplomatico.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

"Resistere al neofascismo", il messaggio di Roger Waters in Brasile contro Bolsonaro

L'ex membro dei Pink Floyd, Roger Waters, ha inviato da San Paolo in Brasile, un forte messaggio contro il candidato di estrema destra Jair Bolsonaro, arrivato al secondo turno delle elezioni presidenziali che si terranno il 28 ottobre nella nazione sudamericana.

"Resistere al neofascismo" le parole d’ordine dell'artista che ha lanciato durante un concerto, insieme ai nomi di paesi e i riferimenti politici che rappresentano il risorgere di posizioni estremiste.

Waters cita gli Stati Uniti (USA) con Donald Trump; l’Ungheria con Viktor Orbán; la Francia con Marine Le Pen; l’Austria con Sebastian Kurz; il Regno Unito con Nigel Paul Farage; la Polonia, Jaroslaw Kaczynski; la Russia, Vladimir Putin? e il Brasile con Jair Bolsonaro. 


Va sottolineato che nella lista presentata da Waters, l’unico a presentare un punto interrogativo è il leader russo. 

“Voi avete un’elezione importante tra tre settimane.

Dovrete decidere chi sarà il prossimo presidente. So che non si tratta di un affar mio, ma io sono contro il risorgere del fascismo in tutto il mondo”, ha detto. 

Gli elettori in Brasile sono convocati alle urne per il 28 ottobre e devono decidere chi sarà il presidente di quella nazione per il periodo 2019-2023.

La scelta sarà tra Bolsonaro, candidato del Partito social-liberale (PSL), e il rappresentante di Luiz Inácio Lula da Silva alle urne, Fernando Haddad, del Partito dei Lavoratori (PT).

"Come attivista per i diritti umani, ho incluso il diritto di protestare pacificamente. Io preferirei non vivere secondo le regole di qualcuno che crede che la dittatura militare, sia una buona cosa. Ricordo i giorni vili in Sud America, le dittature, ed è stato spaventoso” ha sottolineato l'artista. 

teleSUR

Pin It

è realizzato da