Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/?id=http%3A%2F%2Fwww.ambienteweb.org%2Fjoomla%2Findex.php%2Fsocieta-2%2F15495-alvise-vivere-senza-soldi%2C-senza-spreco-e-senza-inquinamento): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /web/htdocs/www.ambienteweb.org/home/joomla/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 173

Società

ALVISE: vivere senza soldi, senza spreco e senza inquinamento

Scritto da Pressenza. Postato in Società

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

ALVISE: vivere senza soldi, senza spreco e senza inquinamento

ALVISE: vivere senza soldi, senza spreco e senza inquinamento

Una comunità spontanea di persone che si scambiano informazioni sui temi legati alla sostenibilità e alla promozione di stili di vita basati sull’economia del dono, l’autoproduzione e la riduzione degli sprechi. È nato nel 2015 su WhatsApp il gruppo ALVISE, acronimo di ALpignano VIve Senza. Ecco la storia di come è nato e si è evoluto questo progetto nato da un’idea di Marco Conti, cittadino di Alpignano, in provincia di Torino.

Se usati con consapevolezza, Internet e i social media possono anche contribuire a ricreare comunità reali e far incontrare persone vicine ma che solitamente non si incontrano mai. È quanto dimostra il caso delle Social Street, nate a Bologna da un gruppo Facebook, o ancora la Storia che vi raccontiamo oggi, quella di ALVISE, acronimo di ALpignano VIve Senza. È questo il nome di un gruppo WhatsApp nato nel 2015 da un’idea di Marco Conti, cittadino di Alpignano in provincia di Torino, e che oggi conta circa 1400 iscritti, divisi in più gruppi.

Ma cosa succede al suo interno? “Per ‘senza’ qui si intende senza denaro, senza spreco e senza inquinamento – ci spiega Marco – l’idea di formare questo gruppo mi è venuta leggendo il libro‘L’uomo senza soldi’ dell’inglese Marc Boyle, e mi sono iniziato a domandare cosa potevo fare per poter agire concretamente nella mia comunità, per accrescere lo scambio, favorire l’incontro e limitare il più possibile l’utilizzo del denaro”.

È così che Marco crea un primo gruppo WhatsApp, all’inizio formato da trenta abitanti di Alpignano, al cui interno ci si scambia informazioni ed eventi legati soprattutto alla sostenibilità: “Il libro di Boyle è molto incentrato sul concetto dell’autoproduzione e del saper fare, dunque anche ALVISE è partito con questa ottica. All’interno del gruppo, inizialmente, proponevamo di trovarci tutti insieme per fare la pasta e il pane, e oltre ad alcuni membri del gruppo si univano agli eventi familiari ed amici.

Ci siamo così trovati ad allargare la nostra rete di amicizie anche oltre il gruppo, ritrovandoci per realizzare autoproduzioni di ogni tipo, guardare documentari, condividere pasti e viaggiare per visionare esperienze in linea con la visione della sostenibilità che avevamo in comune, che non fosse solo economica ma anche e soprattutto umana e legata allo scambio e all’aiuto reciproco, in linea con il racconto nel libro di Boyle”.

ALVISE ha avuto una svolta nel 2016, frutto di un viaggio estivo di Marco: “In spiaggia vidi un gruppo di persone che facevano yoga, e ho pensato che oltre al mondo dell’autoproduzione potevamo provare a proporre scambi per varie attività olistiche. Per testare, ho chiesto all’interno del gruppo se ci fosse qualcuno, con competenze, disposto a insegnare yoga gratuitamente a chi fosse interessato. Quasi immediatamente si sono proposte tre persone per insegnarlo e quaranta persone interessate. Da allora, all’interno di ALVISE, organizziamo frequentemente molti eventi gratuiti di natura olistica”.

ALVISE è formato per l’ottanta per cento da donne, l’età di riferimento è quella che va dai quaranta ai sessanta anni e la diffusione del gruppo comprende il territorio che va da Alpignano fino a Cuneo. Per evitare la proliferazione di messaggi non graditi nel gruppo, oppure non coerenti con gli obiettivi di ALVISE, il gruppo è moderato e i messaggi filtrati come una vera e propria bacheca.

“Quello che ho a cuore – ci spiega Marco – è vedere che ci sono persone che, grazie ad ALVISE, prima erano sole e oggi non lo sono più, o perlomeno sono riuscite a crearsi una rete sociale. Ma non siamo affatto un gruppo di sfortunati! Anzi, è bellissimo poter testare direttamente come le persone, ognuno di noi, abbia molto da offrire al prossimo e tante capacità da condividere, trasmettere e imparare. Mi auguro che il modello di ALVISE possa essere così replicato e diffondersi anche in altre città d’Italia”.

Paolo Cignini

07.08.2018 - Italia che Cambia

Qui l'articolo originale sul sito del nostro partner

 


Mai più Hiroshima e Nagasaki – Torino 5 Agosto 2018 Piazza Carignano

Posted: 07 Aug 2018 08:55 AM PDT

Ricordiamo le vittime delle bombe atomiche a 73 anni dai bombardamenti atomici sul Giappone. ” Lo sviluppo delle armi nucleari non significa l’elevazione di un paese alla grandezza, ma la sua discesa alle profondità più oscure della depravazione.” dal discorso di Setsuko Thurlow alla consegna del Nobel per la Pace a ICAN  

Giorgio Mancuso

Di ritorno da Riace

Posted: 07 Aug 2018 08:45 AM PDT

Dopo 4 giorni intensi d’iniziative, d’incontri e di stimoli il “Riace in festival “si è concluso, ma la mobilitazione a sostegno dello sciopero della fame del sindaco Domenico Lucano e delle operatrici di Città futura prosegue. Durante il festival e soprattutto durante le pause e le serate ci si è confrontati sul lavoro quotidiano che […]

Redazione Italia

 

Razzismo, arriva la maglietta per vantarsi di essere radical chic

Posted: 07 Aug 2018 07:24 AM PDT

Di Sara Forni Una maglietta per dire apertamente che si è “radical chic“, “buonisti” o “zecche comuniste“. È l’idea di Umberto Mastropietro, amministratore aziendale italiano che vive in Germania da 30 anni, che ha deciso di creare una linea d’abbigliamento provocatoria per “prendere posizione in maniera aperta e dire ‘adesso basta’ all’ignoranza razzista e xenofoba che sta dilagando in Italia”. […]

Agenzia DIRE

Appello: il caporalato uccide, l’indifferenza pure

Posted: 07 Aug 2018 06:51 AM PDT

Ancora una strage di lavoratori, schiacciati non solo da lamiere accartocciate sulle strade italiane dopo aver raccolto pomodori per due euro l’ora, ma dallo sfruttamento da parte di padroni, padrini e sfruttatori vari. Sono lavoratori uccisi dal bisogno, dalla disperazione, da un lavoro lasciato troppo spesso nelle mani del mercato criminale e dall’indifferenza. Ma anche […]

Redazione Italia

Divulgazione scientifica sotto occupazione

Posted: 06 Aug 2018 12:56 PM PDT

Betlemme. Si è conclusa ieri, con un grande successo, l’esibizione scientifica di Sunshine4Palestine, una piccola ong che, come intuibile dal nome, ha a cuore la Palestina e lo ha dimostrato a partire dal 2014, poco dopo la sua costituzione, sviluppando un progetto per fornire elettricità a un ospedale di Shujahya, quartiere a est di Gaza […]

Patrizia Cecconi

In occasione dell’apposizione della lapide per la pace a Tolé

Posted: 06 Aug 2018 11:17 AM PDT

Riproduciamo il discorso di Vittorio Pallotti in occasione dell’apposizione della lapide per la pace a Tolé. Ringrazio tutti i presenti per la partecipazione a questa importante iniziativa. E’ trascorso un anno da quando, il 6 agosto 2017, in occasione del 30° anniversario della costruzione di questa chiesetta-sacrario dedicata a tutti i caduti di tutte le guerre, […]

Redazione Italia

Sciopero dei braccianti mercoledì 8 agosto nel foggiano

Posted: 06 Aug 2018 10:00 AM PDT

“Centinaia di braccianti delle campagne del foggiano si sono riuniti in assemblea con l’Unione Sindacale di Base domenica sera nell’ex ghetto di Rignano e hanno deciso di proclamare uno sciopero per l’intera giornata di mercoledì 8 agosto, in memoria di Amadou Balde, Aladjie Ceesay, Moussa Kande e Ali Dembele, morti sabato scorso a causa di […]

Redazione Italia

Tra gli Alberi della Pace di Hiroshima e Nagasaki

Posted: 06 Aug 2018 09:10 AM PDT

6 agosto 1945, Hiroshima, ore 8:14, l’aeronautica militare statunitense sganciò la bomba atomica “Little Boy” sulla città giapponese di Hiroshima, seguita tre giorni (9 agosto 1945, ore 11:00) dopo dal lancio dell’ordigno “Fat Man” su Nagasaki. Il numero di vittime dirette è stimato da 100 000 a 200 000, quasi esclusivamente civili. Tanti che sopravvissero […]

Redazione Italia

Sudan del Sud: le parti in conflitto si accordano per la divisione del potere

Posted: 06 Aug 2018 07:47 AM PDT

Nonostante il nuovo accordo di pace restano i dubbi sulla possibilità di una pace duratura e di giustizia per le vittime delle violenze. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha reagito con molto scetticismo alla firma del nuovo accordo di pace per il Sudan del Sud. Dopo il fallimento dell’accordo di pace del 2015, lo […]

Associazione per i Popoli Minacciati

Dichiarazione di Pace del Sindaco di Hiroshima

Posted: 06 Aug 2018 06:56 AM PDT

Déclaration de Paix de la ville d’HiroshimaOgni anno, il 6 agosto, la città di Hiroshima tiene una cerimonia commemorativa (di pace) per pregare per il riposo pacifico delle vittime, per l’abolizione delle armi nucleari e per una pace mondiale duratura. Durante quella cerimonia, il Sindaco rilascia una Dichiarazione di Pace rivolta all’umanità. Finché ce ne sarà bisogno, il sindaco di Hiroshima […]

Pressenza Budapest

No-TAV: Lettera Aperta a Chiamparino

Posted: 06 Aug 2018 05:57 AM PDT

Miglioriamo la mobilità e difendiamo la salute dei residenti in Piemonte E’ urgente dirottare i fondi miliardari per la Torino-Lione alla mobilità collettiva e sostenibile nel territorio della Città Metropolitana di Torino e della Regione Piemonte Visti i gravi problemi per la salute dei cittadini e per l’ambiente che crea il sempre più imponente inquinamento dell’aria La […]

PresidioEuropa No TAV

Per non dimenticare Hiroshima e Nagasaki (1945-2018)

Posted: 06 Aug 2018 05:41 AM PDT

Che la coscienza collettiva si mobiliti per liberare l’umanità dall’incubo della minaccia nucleare. Le donne di WILPF Italia (Women’s International League for Peace and Freedom) auspicano che le celebrazioni delle due ricorrenze che hanno tragicamente segnato l’inizio dell’epoca nucleare possano alimentare un profondo “desiderio” collettivo di eliminare le orribili armi, definite dalle Nazioni Unite“un crimine […]

WILPF (Women's International League for Peace and Freedom)

Pin It