Società

Hibakusha: "Giappone deve firmare Trattato proibizione armi nucleari"

Scritto da Pressenza. Postato in Società

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

Hibakusha: il Giappone deve firmare il Trattato di proibizione delle armi nucleari

Hibakusha: il Giappone deve firmare il Trattato di proibizione delle armi nucleari
La statua della pace di Nagasaki sarà utilizzata per commemorare l'anniversario del lancio della bomba atomica il 9 agosto (Foto di KYODO)

A seguito di un sondaggio, la maggior parte degli intervistati Hibakusha (questa parola giapponese si riferisce alle persone colpite e danneggiate dalla bomba atomica di Hiroshima e Nagasaki) ritiene che il Giappone dovrebbe ratificare il trattato ONU sul divieto delle armi nucleari, sottolineando la propria insoddisfazione per l’opposizione che l’attuale governo ha dichiarato all’accordo.

I risultati del sondaggio di Kyodo News, pubblicato sabato prima del 73° anniversario dei bombardamenti atomici, hanno inoltre dimostrato che oltre il 60% dei sopravvissuti non parla delle proprie esperienze a causa della vecchiaia o della riluttanza a ricordare i dettagli delle conseguenze.

La questione della trasmissione della memoria degli attentati del 1945 è diventata più urgente nella misura in cui coloro che sono stati diretti testimoni degli orrori diminuiscono.

Il primo attacco nucleare del mondo, a Hiroshima il 6 agosto 1945, e il secondo a Nagasaki, tre giorni dopo, causarono la morte di circa 214.000 persone da lì alla fine di quell’anno.

L’indagine di giugno ha riguardato circa 6.000 sopravvissuti in tutto il paese e ha ottenuto 1.450 risposte valide. L’80,8% degli intervistati ha esortato il governo a firmare lo storico trattato, citando la posizione unica del Giappone come la sola nazione ad essere stata attaccata con armi atomiche.

Nel luglio dello scorso anno l’ONU ha approvato il Trattato di Proibizione delle armi nucleari, nel quale si fa riferimento alle “inaccettabili sofferenze” delle vittime dei bombardamenti. L’accordo mondiale è stato sostenuto da 122 paesi.

Ma non è stato sostenuto da nessuno dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – Gran Bretagna, Cina, Francia, Russia e Stati Uniti – perché sono tutte potenze nucleari. Anche il Giappone, che per la sua sicurezza dipende dall’ombrello nucleare statunitense, si è rifiutato di firmarlo.

Un intervistato, un uomo di 76 anni, ha detto che la posizione del governo “ignora gli anni di sforzi delle vittime della bomba atomica” per liberare il mondo delle armi nucleari.

Mentre l’80,2 per cento ha accolto con favore il trattato, il 4,8 per cento ha affermato il contrario, con molti scettici sulla sua efficacia senza il sostegno degli Stati dotati di armi nucleari.

Più di sette decenni dopo, 950 dei sopravvissuti, pari al 65,4%, hanno detto che ancora non parlano dei bombardamenti. “Non voglio ricordare l’inferno che ho visto quel giorno, quel momento”, ha detto un uomo di 92 anni.

Tra i 440 sopravvissuti che hanno detto di aver parlato dei bombardamenti, la maggior parte ha espresso preoccupazione per il fatto che i loro sforzi per trasmettere le loro esperienze alle giovani generazioni potrebbero essere frenati da problemi di salute.

Le tensioni sul programma di armi nucleari della Corea del Nord si sono allentate in seguito allo storico vertice intercoreano di aprile. Circa il 35% degli intervistati si aspetta che gli obiettivi fissati al vertice sulla denuclearizzazione vengano raggiunti.

Fonte: The Japan Times

08.08.2018 - Pressenza Athens

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo, Francese, Greco

Traduzione dallo spagnolo di Matilde Mirabella

 


Papa Francesco ha incontrato i piccoli ambasciatori di pace saharawi

Posted: 08 Aug 2018 12:58 PM PDT

Papa Francesco ha incontrato mercoledì 8 agosto, durante l’udienza generale, una delegazione dell’iniziativa “piccoli ambasciatori di pace”, attività tradizionale delle associazioni di sostegno della causa saharawi. L’iniziativa consiste nel garantire ai bambini saharawi che vivono nei campi profughi di fare delle vacanze in Italia e, al tempo stesso, sensibilizzare alla causa del loro popolo le […]

Wesa Times

Costruiamo un argine alla violenza

Posted: 08 Aug 2018 12:34 PM PDT

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’appello alla prossima Marcia Perugia-Assisi C’è troppa violenza in giro! Contro gli stranieri, i migranti,… ma non solo. La violenza è dappertutto. Per le strade, nei rapporti tra le persone, nel modo in cui trattiamo la natura, nelle nostre parole, nel web, nelle periferie, nei luoghi di lavoro, nel modo in […]

Redazione Italia

Giornata internazionale delle popolazioni indigene, l’iniziativa “Una Sedia Viola”

Posted: 08 Aug 2018 12:00 PM PDT

Lanciata l’iniziativa Una Sedia Viola, campagna per promuovere i diritti delle donne indigene e il loro ruolo nelle discussioni politiche per Fame Zero Il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, ha invitato i paesi a unirsi nella campagna per promuovere i diritti delle donne indigene e incoraggiare la loro partecipazione alle discussioni politiche […]

Redazione Italia

Come sarebbe il mondo senza denaro?

Posted: 08 Aug 2018 11:40 AM PDT

Viaggio “intergenerazionale” alla scoperta del senso del denaro e di una società alternativa Si terrà a Stresa, sul Lago Maggiore, Dal 30 agosto al 2 settembre il raduno nazionale di Bilanci di Giustizia. I temi affrontati saranno economia senza denaro, monete complementari, strumenti di cambiamento e consumo etico, soprattutto per i giovani. Italia Che Cambia […]

Italia che Cambia

Manifesto per l’accoglienza: questa è una chiesa che accoglie

Posted: 08 Aug 2018 10:17 AM PDT

Il Consiglio della Federazione delle chiese evangeliche in Italia approva un documento per dire no alla xenofobia. Ogni forma di razzismo è un’eresia teologica “Da mesi ascoltiamo parole violente e cariche di rancore nei confronti degli immigrati, che nel cuore dell’estate sono state seguite da gesti xenofobi e razzisti verso italiani con la pelle nera, […]

Redazione Italia

Marcia dei berretti rossi, adesione totale allo sciopero dei braccianti USB

Posted: 08 Aug 2018 09:55 AM PDT

È totale l’adesione dei lavoratori agricoli del Foggiano allo sciopero proclamato dall’Unione Sindacale di Base dopo le due stragi di braccianti che in 48 ore hanno mietuto 16 vittime. Nessuno è al lavoro nei campi intorno al ghetto di Rignano, nel comune di San Severo, cuore della protesta, da dove alle 8 si è mossa […]

Redazione Italia

Luca Mercalli – Il TAV Torino-Lione è ecologico?

Posted: 08 Aug 2018 09:43 AM PDT

Tra le ragioni per la costruzione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione c’è anche quella ecologica. Si sostiene che la Grande Opera ridurrà le emissioni trasferendo traffico da gomma a rotaia. Ma non tutti i treni sono a bassa emissione. In questo caso bisogna tenere conto del tunnel di 57 chilometri, con un cantiere ultradecennale che […]

Redazione Italia

Giornata internazionale dei Popoli Indigeni: aumenta la violenza contro gli attivisti

Posted: 08 Aug 2018 09:29 AM PDT

In aumento la violenza contro gli attivisti indigeni per i diritti umani – Si inaspriscono ulteriormente i conflitti per il diritto alla terra In occasione della Giornata Internazionale dei Popoli Indigeni (9 agosto), l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) presenta un rapporto sulla situazione dei popoli indigeni in Guatemala, Colombia, Paraguay, Birmania, Filippine e Russia. […]

Associazione per i Popoli Minacciati

Caporalato, Civati (Possibile): Svuotare ghetti? Riempiamo ispettorato lavoro

Posted: 08 Aug 2018 09:16 AM PDT

“Svuotare i ghetti come dice Salvini? Prima di tutto è urgente riempire l’Ispettorato del Lavoro di ispettori: 2.832 unità in forza all’Ispettorato del Lavoro, di cui 2.100 effettivamente operative. Con questa suddivisione: 1.182 ispettori in capo all’Inps, solo 299 in forza all’Inail. È evidente l’impossibilità a svolgere il compito richiesto”. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore […]

Redazione Italia

Quando il martello di Turi colpì i caccia nucleari

Posted: 08 Aug 2018 09:05 AM PDT

Woensdrecht, 10 agosto 2005: una ricerca curata da Remo Agnoletto Nell’anniversario della bomba di Nagasaki, il 10 agosto 2005 Turi Vaccaro, militante nonviolento, penetrò nella base militare di Woensdrecht, in Olanda, distruggendo, a colpi di martello, i comandi di due cacciabombardieri nucleari (danni calcolati in 5 milioni di euri). Il mio amico Sandro tempo dopo […]

La Bottega del Barbieri

Manifestazione a Tel Aviv contro Israele Stato nazionale degli ebrei

Posted: 08 Aug 2018 08:49 AM PDT

Pochi giorni fa 40 mila persone, ebrei, palestinesi e drusi, hanno manifestato a Tel Aviv contro la legge recente per cui Israele diventa Stato nazionale degli ebrei. Una protesta che quasi nessuno ha avuto il coraggio di raccontare. Sapete perché? Perché dimostra una cosa semplice: provenienze, religioni, lingue diverse possono convivere insieme per opporsi all’istituzionalizzazione di […]

Potere Al Popolo

Migranti, dure accuse di Amnesty International all’Italia, a Malta e all’Europa

Posted: 08 Aug 2018 08:41 AM PDT

“Tra il diavolo e il mare blu profondo. I fallimenti dell’Europa su rifugiati e migranti nel Mediterraneo centrale” è il titolo di un rapporto di 27 pagine in cui Amnesty International accusa l’Italia, Malta e l’Europa di usare come “moneta di scambio le vite dei migranti” e di essere “collusi con la Libia”. Amnesty denuncia […]

Redazione Italia

Milagro Sala di nuovo in carcere “è una misura assolutamente arbitraria” dichiara il Comitato per la Libertà della dirigente

Posted: 08 Aug 2018 06:45 AM PDT

Milagro Sala è stata trasferita ieri notte nella prigione federale di Salta “General Güemes” per ordine del giudice Pablo Pullen Llermanos. La leader sociale è stata arrestata nella sua casa nel quartiere di El Carmen e il suo trasferimento è stato comunicato ai suoi parenti, che hanno definito la decisione giudiziaria “arbitraria e contraria alle […]

Redazione Italia

Legittima difesa

Posted: 08 Aug 2018 04:19 AM PDT

Non c’è emergenza razzismo. Nessuna emergenza. L’emergenza è una sostanza manipolabile, si tira fuori solo quando serve. In una cittadina delle Marche un fanatico armato spara a caso su giovani africani per la strada. Non è razzismo, si sta vendicando. Nella città, culla del rinascimento, un sedicente depresso spara a caso su un uomo nero […]

Silvia Nocera

Pin It

è realizzato da