Circa 350 elefanti pigmei sono minacciati vicino al fiume Kinabatangan in Malesia. Il governo vuole costruire un ponte e aprire una strada nella loro foresta protetta. Queste infrastrutture impediscono la libera circolazione degli animali all'interno del loro habitat. Firmate per esigere l'abbandono dei due progetti!

 

Gli elefanti non vogliono l’asfalto

La strada pregiudica la vita degli elefanti pigmei di Sabah (© Yeap Chin Aik/ MNS)

 

Circa 350 elefanti pigmei sono minacciati vicino al fiume Kinabatangan in Malesia. Il governo vuole costruire un ponte e aprire una strada nella loro foresta protetta. Queste infrastrutture impediscono la libera circolazione degli animali all'interno del loro habitat. Firmate per esigere l'abbandono dei due progetti!

Lettera

CA: Ai Primi Ministri della Malesia e dello Stato di Sabah

Rinunciate ora ai vostri progetti infrastrutturali che mettono in pericolo gli elefanti pigmei e la loro foresta a Sabah!

Leggi tutta la lettera

"Questa strada è la condanna a morte per gli elefanti" allerta Raymond Alfred, un biologo che ha scritto la sua tesi di dottorato sugli elefanti pigmei del Borneo. Teme la loro concentrazione su una piccola porzione di territorio. "Gli animali possono spingersi verso i villaggi e le piantagioni", nello stato di Sabah in Malesia.

Il santuario della fauna selvatica del basso Kinabatangan è un paradiso naturale dove bucerotidi, oranghi, scimmie nasiche, elefanti e altri animali convivono da sempre. Questo territorio protetto è già minacciato dalla deforestazione illegale, l'espansione delle colture di palma da olio, e ora dalla strada principale 13 che lo attraversa.

La natura intorno al villaggio di Sukau è più protetto. Solo un piccolo traghetto trasporta passeggeri e veicoli sulla riva orientale del fiume. Lì, una piccola strada sterrata conduce alle piantagioni di palma da olio gestite dalla compagnia IOI. Il traffico si riduce per consentire agli animali di muoversi liberamente. Per gli esperti, l'ampliamento e asfaltatura della strada possono diventare una barriera insormontabile.

I sostenitori del progetto promettono - come molti altri - lo sviluppo economico. Tuttavia, le strade sono sinonimo di pericolo per le foreste e le popolazioni locali in tutto il mondo. Favoriscono l'accesso ai taglialegna, bracconieri, minatori e coloni e portano alla frammentazione degli habitat naturali.

I progetti a Kinabatangan vanno completamente contro il piano di protezione per gli elefanti del Ministero dell'Ambiente malese: alcun ponte o strada asfaltata dovrebbero quindi essere implementati all'interno dell'habitat degli elefanti.

Grazie per firmare la nostra petizione per chiedere l'abbandono dei due progetti!

FIRMA ORA

Pin It
Joomla templates by a4joomla