La comunicazione a distanza fra persone sordocieche potrebbe presto diventare realtà, grazie a “Parloma”, progetto sviluppato dall’Alta Scuola Politecnica (ASP) dei Politecnici di Milano e Torino, consistente in un sistema in grado di trasferire in remoto la lingua dei segni tattili, attraverso un’interfaccia basata su braccia e mani robotiche antropomorfe a basso costo.

 

Superando.it

Segnaliamo la pubblicazione in Superando.it dei seguenti articoli

Potrebbe presto diventare realtà il “telefono” per sordociechi
La comunicazione a distanza fra persone sordocieche potrebbe presto diventare realtà, grazie a “Parloma”, progetto sviluppato dall’Alta Scuola Politecnica (ASP) dei Politecnici di Milano e Torino, consistente in un sistema in grado di trasferire in remoto la lingua dei segni tattili, attraverso un’interfaccia basata su braccia e mani robotiche antropomorfe a basso costo
(continua...)

Riparte il viaggio dello “Spirito di Stella” e della Convenzione ONU
Sta per ripartire dal Portogallo “Lo Spirito di Stella”, il ben noto catamarano accessibile progettato da Andrea Stella, che era giunto in giugno nel Paese lusitano, dopo avere attraversato l’Oceano Atlantico. Continuerà dunque, con una serie di tappe europee, il Progetto “WoW” (“Wheels on Waves”, ovvero “Ruote sulle onde”), il cui obiettivo è consegnare a Papa Francesco, in settembre a Roma, la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, ricevuta in custodia a New York dal segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres
(continua...)

L’inclusione scolastica è un diritto, non una “gentile concessione”!
«L’inclusione scolastica - si legge in una nota dell’ANFFAS - è un diritto, non un “miraggio” o una “gentile concessione” da parte delle Istituzioni. Per questo abbiamo deciso di lanciare una campagna di monitoraggio, mobilitando la nostra base associativa, per fare emergere tutte le disfunzioni che potranno riscontrarsi all’inizio del nuovo anno scolastico. E questo sia per promuovere a livello locale la realizzazione di documenti come le Linee Guida prodotte dalla Regione Lombardia, sia per sorvegliare la reale applicazione dei diritti degli alunni con disabilità di ogni ordine e grado»
(continua...)

Il tennis in carrozzina, sport in grande crescita
Inserito nel calendario ufficiale della Federazione Internazionale Tennis, il “Torneo Internazionale Città di Forlì”, la cui quinta edizione prenderà il via domani, 13 luglio, nella città romagnola, è uno dei più importanti appuntamenti nazionali di tale disciplina e si avvale della partnership istituzionale del CIP Emilia Romagna (Comitato Italiano Paralimpico) e del Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna). La manifestazione coincide con una fase in cui il tennis in carrozzina è uno sport in grande crescita tra le persone con disabilità motoria
(continua...)

Completata la web serie della “Squadra di Nicola”
Ove Nicola, come avevamo raccontato qualche tempo fa, altri non è che Nicola Rizzoli, già arbitro internazionale di calcio, divenuto ora designatore degli arbitri di Serie A, protagonista insieme a dieci giovani con disabilità della web serie intitolata appunto “La squadra di Nicola”, iniziativa voluta dalla Fondazione Dopo di Noi di Bologna, per sensibilizzare sul tema dell’autonomia delle persone con disabilità e in particolare con disabilità intellettiva, all’insegna dello slogan: «Basta un po’ di allenamento per imparare le regole, del gioco e della vita»
(continua...)

Sappiamo curare meglio, ma assistiamo peggio
È stato questo, a livello sanitario, uno dei principali elementi emersi durante l’incontro svoltosi a Roma in occasione della XII Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza, dedicato a un tema che coinvolge le persone con incontinenza molto più di quanto si possa pensare, riassumibile in uno stringente quesito: i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e il Codice degli Appalti sono strumenti utili perché i cittadini colpiti da incontinenza possano vedere tutelati i loro diritti?
(continua...)

Servizi alla persona: “È il sabato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato"!
Quali norme garantiscono qualità e appropriatezza nei servizi alla persona - e in particolare in quelli dell'abitare - quando questi vengono esternalizzati da parte delle Amministrazioni Pubbliche? Proponiamo una serie di appunti e spunti su tale delicato tema, a cura di Fausto Giancaterina, che esordisce scrivendo: «È alquanto preoccupante la tendenza ad assumere un orientamento rigido e formale nell’applicare le norme generali sugli appalti nel caso di affidamento ad organismi privati dei servizi alla persona, ignorando, a volte, le specifiche norme nazionali e/o regionali di settore...».
(continua...)

Joomla templates by a4joomla