Amnesty International Italia è presente alla IX edizione del SiciliAmbiente Documentary Film Festival, festival internazionale di documentari, cortometraggi e animazioni legati ai temi ambientali, della sostenibilità e dei diritti umani in programma a San Vito lo Capo (TP) dal 18 al 23 luglio, con lo spettacolo musicale di Sandro Joyeux, dedicato a IWelcome,

 

COMUNICATO STAMPA

AMNESTY INTERNATIONAL AL SICILIAMBIENTE DOCUMENTARY FILM FESTIVAL



Amnesty International Italia è presente alla IX edizione del SiciliAmbiente Documentary Film Festival, festival internazionale di documentari, cortometraggi e animazioni legati ai temi ambientali, della sostenibilità e dei diritti umani in programma a San Vito lo Capo (TP) dal 18 al 23 luglio, con lo spettacolo musicale di Sandro Joyeux, dedicato a IWelcome, la campagna globale di Amnesty International che chiede protezione per rifugiati e migranti nel mezzo di una crisi umanitaria che ha già reclamato le vite di migliaia di persone imbarcatesi in viaggi disperati nel tentativo di raggiungere la sicurezza, o una vita migliore.   

Domenica 23 luglio sarà l’occasione per ascoltare “Migrant”, il progetto di Sandro Joyeux che ruota intorno al tema della migrazione e vede la partecipazione di artisti come Eugenio Bennato e Dean Bowman coinvolgendo musicisti provenienti da Mali, Marocco, Italia, Francia e Usa. “Migrant” nasce come conseguenza naturale della forte esperienza maturata dall’artista con il suo Antischiavitour, un tour di concerti che ha portato Sandro all’interno dei centri di accoglienza e degli insediamenti abbandonati dei migranti nelle campagne in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Piemonte. Impegno sociale a sostegno dei migranti coniugato attraverso nuove canzoni e nuove sonorità per un live che resta un'iniezione di pura energia. Sandro canta in francese, inglese, arabo e in diversi dialetti africani. È interprete ironico e scanzonato, avvolgente e coinvolgente, alla maniera dei griot ammalia il pubblico attraverso i suoi suggestivi racconti di viaggio o le storie e le leggende legate alle canzoni, lo prende per mano e lo coinvolge fino a farlo cantare a squarciagola in lingue esotiche e sconosciute. Anche quest’anno Amnesty International porta in Sicilia il tema delle violazioni dei diritti umani dei rifugiati e dei migranti in Europa per ribadire all’Italia e ai leader europei l’urgenza di misure efficaci che garantiscano la realizzazione dei diritti di rifugiati e migranti lungo i confini. In assenza di canali di accesso al territorio europeo sicuri e legali per rifugiati e migranti, e fino a quando le partenze dalla Libia continueranno, i leader europei devono impegnarsi a mettere in campo adeguate risorse dedicate alla ricerca e al salvataggio nei pressi delle acque territoriali libiche  permettendo l’approdo sicuro delle persone salvate.

Per la prima volta l’Organizzazione è inoltre presente con un premio dedicato ai Diritti Umani che sarà conferito al migliore documentario sul tema dei diritti umani/ambientali tra i numerosi proiettati durante il festival.

Amnesty International è un movimento di oltre sette milioni di persone determinate a creare un mondo più giusto, in cui ogni persona possa godere dei diritti umani sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani. Dal 1961, ha contribuito a ridare libertà e dignità a oltre 50.000 persone, salvando tre vite al giorno. Per maggiori informazioni: www.amnesty.it
                                                                             
Roma, 13 luglio 2017

 

Joomla templates by a4joomla