Il solito copione estivo si ripete anche quest’anno: la Provincia di Trento, volutamente non in grado di gestire e far rispettare le politiche di prevenzione per una corretta convivenza con i plantigradi, ancora una volta reagisce ad un episodio di ferimento di un uomo da parte di un orso preparando un’ordinanza urgente per la rimozione (leggi uccisione o segregazione a vita) dell’esemplare incriminato. 

 

TRENTINO, SI RIPETE IL SOLITO COPIONE: PROVINCIA INCAPACE DI GESTIRE LIFE URSUS REAGISCE CON ORDINANZA AMMAZZA ORSI. L’OIPA PRONTA A FARE RICORSO
 
Il solito copione estivo si ripete anche quest’anno: la Provincia di Trento, volutamente non in grado di gestire e far rispettare le politiche di prevenzione per una corretta convivenza con i plantigradi, ancora una volta reagisce ad un episodio di ferimento di un uomo da parte di un orso preparando un’ordinanza urgente per la rimozione (leggi uccisione o segregazione a vita) dell’esemplare incriminato. L’OIPA farà ricorso contro l’ennesima ordinanza scellerata che rappresenta un “atto di forza” immotivato e non risolutivo, oltre a depositare una diffida nei confronti della Provincia di Trento a procedere in tal senso.

Per approfondire il tema

 

SE QUESTO E’ UN CANE: RITROVATA CON UN ENORME TUMORE ALLA TESTA, UN’INFEZIONE E RICOPERTA DI ZECCHE, CAMELIA E’ STATA SALVATA IN EXTREMIS DAGLI ANGELI BLU DELL’OIPA GELA

 
Quando è stata portata in clinica era talmente scioccata che per un giorno intero non ha toccato né acqua né cibo. Camelia è stata soccorsa appena in tempo dagli angeli blu dell’OIPA di Gela che, avvistandola sul ciglio della strada, si sono immediatamente fermati per prestarle aiuto. Abbandonata proprio quando avrebbe avuto bisogno di cure, questa scricciolina di appena 3 kg di completamente ricoperta di zecche, non ha sofferto solo la fame e la sete, ma ha dovuto sopportare anche il dolore di un’Escrescenza tumorale trascurata al punto tale da ricoprirle interamente la testa. Sottoposta d’urgenza ad un intervento chirurgico, è tutt’ora in convalescenza post operatoria.

Leggi tutta la storia di Camelia
e scopri come aiutarla

   
LIBERTA’ PER 3 GATTI IMPRIGIONATI IN GABBIA: SALVATI DALLE GUARDIE ECO ZOOFILE DELL’OIPA DI UDINE
 
Due anni e mezzo vissuti nel più totale isolamento, segregati in una gabbia di 2mq alta appena 50 cm, costretti a giacere tra cumuli di feci, urine e avanzi di cibo ammuffito: è il delirante trattamento riservato a 3 gatti, 2 maschi e 1 femmina, liberati dalle Guardie eco zoofile dell’OIPA a seguito di una segnalazione che indicava la presenza di un numero imprecisato di animali detenuti all’interno di una minuscola struttura adiacente ad una linea ferroviaria, nel comune di Udine. Finalmente usciti da un vero e proprio incubo, per Merlino, Babino e Yama è iniziato un percorso di riabilitazione che non sarà affatto semplice, vista la grande paura e diffidenza che hanno nei confronti delle persone e dell'ambiente esterno.

Leggi tutta la notizia alla pagina

 
ABBANDONATO A MORIRE DI STENTI: I VOLONTARI OIPA TRAPANI SALVANO QUEL CHE RESTA DI ERCOLE
 
Un mostro, soltanto così riusciamo a immaginare il volto di chi si è arrogato il diritto di spogliare Ercole della sua dignità. Del meraviglioso cane che sicuramente è stato un tempo, non rimane più nulla, se non un mucchio di pelle e ossa che a malapena raggiunge i 13 kg di peso. Scaricato proprio come un rifiuto accanto ai bidoni della spazzatura, nel comune di Mazara del Vallo, è stato ritrovato rannicchiato a terra, stremato dalla fame e dalla sete e, ancora oggi, a distanza di circa una settimana dal suo recupero, Ercole non ha ancora energia a sufficienza per stare in piedi più di qualche minuto. Accorsi immediatamente in suo aiuto, i volontari dell’OIPA di Trapani l’hanno battezzato proprio come il leggendario eroe in segno di augurio.

Leggi tutta la storia di Ercole
e scopri come aiutarlo
 

 
 
JACK

Jack non ha nessuna intenzione di dividere le coccole con tutti gli altri gatti accuditi dai volontari dell’OIPA di Gela e le vuole tutte per sé. Il suo è un carattere tutto particolare, gli piace essere al centro delle attenzione e, dal momento che non gradisce molto la convivenza con i suoi “coinquilini”, compagni di sventure, cerca con urgenza un’adozione come “figlio unico.” Jack ha circa 6 anni, vaccinato, sterilizzato, testato fiv e felv negativo. Affettuoso e molto coccolone, ha bisogno di una famiglia dove possa vivere in serenità.

Leggi la sua storia e guarda tutti gli altri appelli
di adozione sulla bacheca animali

 

NUOVE T-SHIRT OIPA:
SCOPRILE TUTTE VISITANDO L’OIPA SHOP

Scopri di più http://shop.oipa.org




6 agosto 2017

Rimini – Aperi-bau sulla spiaggia
 


 


Seguici anche su
Facebook: www.facebook.com/oipaonlus
Twitter: www.twitter.com/oipaonlus



Organizzazione Internazionale Protezione Animali

ONG affiliata al dipartimento della Pubblica Informazione dell’ONU
OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente
(DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)

Sede legale e amministrativa:
via Gian Battista Brocchi 11 - 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa:
via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.oipa.org

Joomla templates by a4joomla