"Da quando c’è stata l’ultima fantozziana Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nessuno parla più di pena capitale. Non siamo più bombardati dalle bombastiche affermazioni di NtC che caricava di insulti tutti quelli che non si erano prostrati al suo volere e avevano osato fare affermazioni sgradite al Partito Radicale".

 

 

Avete notato che non si parla più di pena di morte ?????

 

Da quando c’è stata l’ultima fantozziana Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nessuno parla più di pena capitale. Un imbarazzante silenzio che contrasta con la trombonistica propaganda che ha seguito ogni avvenimento precedente. Non siamo più bombardati dalle bombastiche affermazioni di NtC che caricava di insulti tutti quelli che non si erano prostrati al suo volere e avevano osato fare affermazioni sgradite al Partito Radicale.

Ora calma piatta: “not even a mouse”.

Quel che rimane del Movimento Abolizionista dovrebbe svegliarsi prima che sia troppo tardi.

La recente Risoluzione sulla Moratoria delle esecuzioni ha causato danni gravissimi e forse irreversibili all’Abolizionismo e alla lotta per i Diritti Umani. L’Emendamento Singapore, miracolosamente evitato nel 1994 e nel 1999, è entrato a vele spiegate nell’ultima Risoluzione dove al primo punto possiamo leggere: “Reaffirms the sovereign right of all countries to develop their own legal systems, including determining appropriate legal penalties, in accordance with their international law obligations;”

A/71/PV.65  19 December 2016  GA/11879 117-40-31

http://www.un.org/en/ga/search/view_doc.asp?symbol=A/RES/71/187

 

P.S.

Come molti sanno negli ultimi tempi mi sono occupato di portaerei giapponesi della seconda guerra mondiale. Una noia mortale.

 

Dott. Claudio Giusti

www.astrangefruit.org

http://www.facebook.com/claudio.giusti.545

http://www.osservatoriosullalegalita.org/special/penam.htm

http://www.ildialogo.org/LeInC.php?f=21&s=nopenamorte

Member of the Scientific Committee of Osservatorio sulla Legalità e i Diritti, Claudio Giusti had the privilege and the honour to participate in the first congress of the Italian Section of Amnesty International: later he was one of the founders of the World Coalition Against The Death Penalty.

Joomla templates by a4joomla