Un elenco incompleto degli anniversari abolizionisti del 2017



Il primo marzo del 1847 lo stato del Michigan, che non ha esecuzioni dal 1837, diventa la più antica giurisdizione continuativamente abolizionista del mondo.
L’11 ottobre dello stesso anno la Toscana abolisce di nuovo la pena di morte. La terza abolizione avverrà il 30 aprile del 1859 e avrà ampie ripercussioni.
L’amnistia generale del 1877 fa diventare l’Italia un paese abolizionista de facto. Lo sarà di diritto dal primo gennaio del 1890 e tale resterà fino al fascismo.
Il 23 Agosto 1927 c’è esecuzione di Sacco e Vanzetti e nel 1947 le ultime esecuzioni in Italia.
Il 17 gennaio 1977 c’è la prima esecuzione americana post-furman e il 10 settembre l’ultima in Francia.
Nel 1977 Amnesty International si proclama abolizionista in ogni caso e da quel momento sarà il motore del movimento abolizionista mondiale: fino al 2007 quando ci sarà la nefasta moratoria di cui stiamo pagando le conseguenze.

Dott. Claudio Giusti
www.astrangefruit.org
www.facebook.com/claudio.giusti.545
www.osservatoriosullalegalita.org/special/penam.htm
www.ildialogo.org/LeInC.php?f=21&s=nopenamorte

Member of the Scientific Committee of Osservatorio sulla Legalità e i Diritti, Claudio Giusti had the privilege and the honour to participate in the first congress of the Italian Section of Amnesty International: later he was one of the founders of the World Coalition Against The Death Penalty.


 

Joomla templates by a4joomla