Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

AmbienteWeb - Ambientalismo, Pacifismo, Diritti, Libera Comunicazione

COMUNICATO STAMPA                                                                                                      
CS238-2017

SENTENZA DELLA CASSAZIONE SULLA MORTE DI MICHELE FERRULLI: IL COMMENTO DI AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA

A seguito della sentenza del 2 ottobre con cui la Corte di cassazione ha confermato le assoluzioni per i quattro poliziotti imputati per la morte di Michele Ferrulli, deceduto a Milano per arresto cardiaco il 30 giugno 2011, mentre agenti della polizia lo stavano ammanettando a terra, il presidente di Amnesty International Italia Antonio Marchesi ha rilasciato il seguente commento:

“La chiusura, con la sentenza della Cassazione, della vicenda di Michele Ferrulli lascia l'amaro in bocca e alcuni interrogativi aperti. Nessuno pretendeva, ovviamente, che per la sua morte venissero condannate persone giudicate a più riprese non colpevoli. Ma è lecito domandarsi, dopo oltre sei anni, come e perché un uomo sia morto durante il suo arresto nel centro di Milano e se le modalità seguite nell'arrestare Ferrulli, così come altre persone in Italia, siano davvero adeguate a scongiurare epiloghi tragici o se non debbano essere riviste”. 

FINE DEL COMUNICATO                                                                                      
Roma, 3 ottobre 2017

Pin It