Secondo Antonio Cotura, presidente della FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), «il Testo Unico “Legge quadro sui diritti di cittadinanza delle persone sorde, con disabilità uditiva in genere e sordo cieche”, approvato dal Senato e attualmente all’esame della Camera, è inaccettabile.

 

Superando.it

Segnaliamo la pubblicazione in Superando.it dei seguenti articoli

Talassemia e drepanocitosi: una storia lunga vent’anni
E' quella dell'ATDL (Associazione Talassemici Drepanocitici Lombardi), fatta di un costante impegno in favore delle persone affette da queste gravi malattie ereditarie del sangue, che verrà festeggiata domani, 11 novembre, con un convegno a Milano, momento di gioia, ma anche di riflessione, per consolidare ulkteriormente le basi di quella che appare come la sfida principale, avere cioè strutture di riferimento che collaborino tra di loro, ottemperando in modo efficace alla presa in carico globale e al percorso diagnostico terapeutico e assistenziale dei pazienti
(continua...)

Scuola: la normativa inclusiva e quei decreti della discordia
È un libro importante e prezioso per tutti - famiglie, dirigenti scolastici, docenti, operatori socio-sanitari, avvocati - “La normativa inclusiva nella «Buona scuola». I decreti della discordia”, opera di Salvatore Nocera e Nicola Tagliani, nata nell’àmbito dell’Osservatorio Scolastico dell’Associazione AIPD, che coordina la normativa preesistente e la più recente giurisprudenza costituzionale e del Consiglio di Stato con le varie novità introdotte dai Decreti Attuativi della Legge 107/15 (“La Buona Scuola”), a partire da quello sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità
(continua...)

Perché quel Testo Unico non va bene
Secondo Antonio Cotura, presidente della FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), «il Testo Unico “Legge quadro sui diritti di cittadinanza delle persone sorde, con disabilità uditiva in genere e sordo cieche”, approvato dal Senato e attualmente all’esame della Camera, è inaccettabile, perché oltre a fondare le proprie tesi su alcuni errori e pregiudizi, è molto confuso, promettendo di tutto e di più, da realizzarsi per altro a costo zero»
(continua...)

Gabriella e Maria Teresa: la nostra Strada assieme
Si chiama infatti proprio La Strada l’Associazione fondata a Verona da Maria Teresa Bosco, insieme a Casa Laboriosa, Centro Diurno che attualmente ospita tredici persone in età adulta post-scolare, con problematiche per lo più afferenti l’area intellettiva e in alcuni casi con compromissioni motorie, dando a tutti la possibilità di sperimentare varie esperienze e di imparare ad esprimere al meglio la propria personalità. Tutto è nato in parallelo allo stretto e lungo rapporto di Maria Teresa con la sorella Gabriella, persona con sindrome di Down. Ne percorriamo anche noi i vari momenti
(continua...)

La musica di Ivan Dalia che supera ogni barriera e sostiene i diritti
«Siamo veramente orgogliosi di avere Ivan come nostro ospite, con la sua autoironia, forza e passione. Grazi a lui, mostreremo a tutti quanto possa essere straordinaria la diversità». Così Luisanna Loddo, presidente dell’ABC Sardegna (Associazione Bambini Cerebrolesi), presenta l’esibizione musicale in programma per domani, 11 novembre, a Cagliari, a sostegno dei progetti della stessa ABC Sardegna, rivolti ai diritti delle persone con disabilità grave. Protagonista sul palco sarà Ivan Dalia, pianista cieco e già rivelazione nel 2016 del programma televisivo “Italia’s Got Talent”
(continua...)

Torna a Livorno “Happy Hand in Tour”, dove tutto era cominciato
Proprio a Livorno, infatti, aveva preso il via, nel 2015, la prima stagione di “Happy Hand in Tour”, il ciclo di eventi che ha già coinvolto decine di migliaia di persone in tanti Centri Commerciali IGD di tutta Italia. E a Livorno sta ora per tornare la seconda stagione della manifestazione, come accadrà domani, 11 novembre e domenica 12, sempre grazie ai tradizionali partner - la Società IGD, la FISH, il CIP e l’Associazione WTKG - cui si sono aggiunti il CSI e l’UISP, per dare vita a tante iniziative di sport e cultura, continuando a trasmettere una nuova cultura sulla disabilità
(continua...)

Joomla templates by a4joomla