Presso la sede regionale Rai per il Molise, senza alcun segnale di preavviso e seduta stante, un tecnico ancora con contratto a TD che opera in turno per la messa in onda del TGR, viene trasferito a Roma presso altra direzione, sguarnendo in modo inaccettabile le attività di produzione che versano da tempo in grave carenza d’organico.

 

 

Comunicato su sede Rai di Campobasso


A non più di tre giorni dalla lettera che il Segretario Regionale del Molise di Libersind Conf.sal ha inviato al Direttore Generale della Rai per comunicare il “grido di dolore” dovuto a quanto sta gestionalmente avvenendo presso la sede regionale Rai per il Molise, senza alcun segnale di preavviso e seduta stante, un tecnico ancora con contratto a TD che opera in turno per la messa in onda del TGR, viene trasferito a Roma presso altra direzione, sguarnendo in modo inaccettabile le attività di produzione che versano da tempo in grave carenza d’organico.

Questo ulteriore fatto è la goccia che fa traboccare il vaso, il segno evidente che esiste davvero un disegno di ridimensionamento della sede molisana che la scrivente Segreteria Nazionale Libersind Conf.sal denuncerà se necessario in ogni opportuna sede istituzionale.

Sul tema richiederemo un urgente incontro alla Direzione Coordinamento Sedi per avere un confronto su quanto sta avvenendo a Campobasso.

Il Libersind Conf.sal darà tutto l’appoggio possibile alle iniziative di lotta che i lavoratori vorranno mettere in campo, compreso lo sciopero, contro questa azione di progressivo smantellamento messa incomprensibilmente in atto dalla RAI ai danni della Sede Regionale Rai per il Molise.

Roma 13 novembre 2017


Segreteria Nazionale Libersind Conf.sal

Joomla templates by a4joomla