Nell’àmbito delle iniziative promosse dal progetto milanese “Insieme a sostegno”, partirà martedì 14 novembre, nel capoluogo lombardo, un nuovo percorso di formazione sulla protezione giuridica delle persone fragili, non in grado di autodeterminarsi, sempre a cura dell’Associazione InCerchio per le Persone Fragili, in collaborazione con la Fondazione Pio Istituto dei Sordi.

 

Superando.it

Segnaliamo la pubblicazione in Superando.it dei seguenti articoli

La protezione giuridica delle persone fragili non in grado di autodeterminarsi
Nell’àmbito delle iniziative promosse dal progetto milanese “Insieme a sostegno”, partirà domani, martedì 14 novembre, nel capoluogo lombardo, un nuovo percorso di formazione sulla protezione giuridica delle persone fragili, non in grado di autodeterminarsi, sempre a cura dell’Associazione InCerchio per le Persone Fragili, in collaborazione con la Fondazione Pio Istituto dei Sordi
(continua...)

Adotta un mondo di sì
«Non vedono. Non sentono. Hanno problemi cognitivi, ritardi motori. Sono sempre di più i bambini con disabilità che nascono con patologie gravi e quasi sempre plurime. Riabilitazione, logopedia, fisioterapia e musicoterapia possono aiutarli»: viene presentata così la campagna “Adotta un mondo di sì”, lanciata nei giorni scorsi dalla Lega del Filo d’Oro e veicolata anche da uno spot quanto mai significativo, che ha per protagonista Francesco, bimbo di 8 anni con parziale cecità, sordità e altre gravi disabilità motorie e intellettive, che ha però imparato ugualmente a fare molte cose
(continua...)

Vita Indipendente: dopo anni, ancora promesse deludenti e inadeguate
«Dietro a questi fondi assolutamente insufficienti, stanziati col contagocce, ci sono delle persone con disabilità, nei confronti delle quali ogni Amministratore Pubblico dovrebbe sentire un forte senso di responsabilità, perché sono cittadini con gli stessi diritti degli altri, ai quali, però, non vengono assicurate le stesse opportunità»: lo scrivono dal Comitato Marchigiano per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità, dopo l’ennesimo incontro con i rappresentanti della propria Regione, sulle prospettive e i fondi - ritenuti insufficienti - per la Legge Regionale in questo àmbito
(continua...)

Cosa prevede esattamente quella Legge?
«Cosa prevede esattamente quella legge?», «cosa sono le polizze assicurative per il “Dopo di Noi”?», «come funzione il trust?», «chi si preoccuperà dei bisogni di mia figlia?»: sono queste le principali domande che arrivano dai familiari di persone con disabilità intellettiva alla Fondazione Dopo di Noi di Bologna, riguardando segnatamente la Legge 112/16, meglio nota come Legge sul “Dopo di Noi”. Per cercare di dare le risposte più esaurienti, la stessa Fondazione bolognese ha promosso un ciclo di incontri che prenderanno il via il 15 novembre nel capoluogo emiliano
(continua...)

Hamdan, giovane uomo con disabilità che lotta per la pace
«Superando.it» lo ha già incontrato alcune volte in questi anni, in occasione di sue trasferte in Italia. Ora Hamdan Jewe’i Abu Ryan - giovane uomo palestinese con disabilità che si occupa della tutela dei diritti umani delle persone con disabilità nei suoi territori e in tutto il Medio Oriente e che organizza varie iniziative di aiuto concreto - sarà ospite domani, 14 novembre, a Napoli, della FISH Campania, che con lui collabora per la promozione dei diritti nel suo Paese, durante un incontro organizzato con la Comunità Palestinese di Napoli e con l’Ufficio CGIL Disabilità Campania
(continua...)

Bando o lotteria?
«Dopo anni di lavoro - scrivono Fernanda Fazio e Nicola Striano -, dopo avere attivato presso ogni Centro Territoriale di Supporto (CTS) servizi per l’inclusione, sportelli per l’autismo, iniziative per la formazione diffusa, vengono di fatto tolti i finanziamenti annuali a queste strutture territoriali che svolgono una funzione di snodo tra le realtà scolastiche, fondamentale per il processo di inclusione. Bisogna invece finanziarle in maniera strutturale e applicare quel comma del Decreto sull’inclusione aggiunto grazie alle pressioni del mondo della scuola e delle Associazioni»
(continua...)

In ricordo di Fulvio Santagostini
«Questo incontro sarà una preziosa occasione per riaffermare che l’impegno di Fulvio non è stato speso invano, oltreché per ribadire il nostro orgoglio di averlo avuto come amico e compagno di strada»: lo scrive Vincenzo Falabella, presidente di FAIP e FISH, a proposito dell’incontro del 16 novembre a Milano “In ricordo di Fulvio”, dedicato a Fulvio Santagostini, scomparso alcuni mesi fa, che fu tra i primi a battersi per la realizzazione dell’Unità Spinale Unipolare al Niguarda di Milano, che fondò l’AUS Niguarda (Associazione Unità Spinale) e che fu presidente della Federazione LEDHA
(continua...)

Joomla templates by a4joomla