Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Spazio Radio on line
 
 

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

Afghanistan: una fatwa condanna gli attacchi terroristici durante il ramadan

Afghanistan: una fatwa condanna gli attacchi terroristici durante il ramadan

 

Dopo tanti anni una storica fatwa dei maggiori religiosi afghani è stata emessa contro il conflitto in corso nel paese;  i Maulavi Inayatullah Baleegh e Muhammad Karim hanno condannato duramente gli attacchi sferrati dei talebani durante il ramadan; in seguito a questo il presidente Ashraf Ghani ha annunciato giovedì un cessate il fuoco;  Il governo dovrebbe osservare la tregua dal 27 di Ramadan fino al quinto giorno di Eidul Fitr, secondo quanto il presidente ha scritto sulla sua pagina Facebook. “Accogliamo con favore questa fatwa senza precedenti” ha detto Ghani.

“Con il cessate fuoco vogliamo affermare la forza del governo afgano e la volontà del popolo per una risoluzione pacifica del conflitto”, ha affermato il presidente.

I terroristi hanno rovinato la prima settimana di digiuno con una serie di attacchi, con dozzine di morti.

Il cosiddetto Stato islamico (Daesh) aveva rivendicato la responsabilità degli attacchi in diversi zone dell’Afghanistan. A Kabul, i principali gruppi che hanno compiuto atti terroristici sono stati Daesh e i talebani.

Sui social media, si sono regstrate reazioni di persone che  hanno il cuore spezzato e indignato dalla violenza insensata. Inoltre molti hanno sottolineato che il fatto di effettuare questi attentati durante il ramadan sia una chiara dimostrazione che questi gruppi terroristici non hanno nulla a che vedere con l’Islam.

Le principali vittime di gruppi estremisti come Daesh – che 70.000 Iman hanno ufficialmente condannato in una fatwa nel 2015 – sono musulmane. Le atrocità compiute in Occidente, da Nizza a Berlino a Orlando, sono solo una piccola parte rispetto al macabro macello che l’IS ha portato in Siria e in Iraq, così come in altri paesi arabi. Questo gruppo non solo ha brutalmente violentato e massacrato i musulmani, ma si è spinto fino al punto di compiere un attacco alla città più sacra dell’Islam, la Mecca, prendendo di mira la moschea dove è stato sepolto il profeta Maometto.

Eppure la retorica islamofobia in Occidente persiste, incolpando collettivamente i musulmani per il terrorismo. Quando finiranno la violenza e le incomprensioni?

09.06.2018 - Atai Walimohammad

 


 

L’immorale e inefficace politica di Trump sull’immigrazione

Posted: 09 Jun 2018 05:44 AM PDT

“Non si dovrebbero separare i bambini dai loro genitori…è traumatico e terrificante per i bambini”. Così il conduttore radiofonico conservatore Hugh Hewett mentre cercava di fare vedere le conseguenze del nuovo provvedimento usato al confine col Messico a Jeff Sessions, il procuratore generale degli Stati Uniti. Sessions aveva annunciato la direttiva come parte della tolleranza […]

Domenico Maceri

Kiev: facciamo il bis finché Putin gioca a calcio?

Posted: 09 Jun 2018 02:56 AM PDT

Insoliti movimenti di truppe corazzate a Nova Kakhovka, città chiave per l’acquedotto di Crimea. Si sa che il golpe fascista ucraino del 2014 ebbe luogo durante i giochi olimpici invernali di Sochi (Russia), e molti autorevoli commentatori concordano nel dire che, davvero, Putin e il suo entourage erano assorbiti dal palcoscenico olimpionico al punto da […]

Leopoldo Salmaso

È il conservazionismo che ci salverà!

Posted: 08 Jun 2018 11:05 AM PDT

Lo scorso 16 maggio il Consiglio europeo ha adottato, nell’ambito del 2030 Climate and Energy frame work, un nuovo regolamento che istituisce un quadro per l’inclusione delle emissioni e degli assorbimenti di gas serra risultanti dall’uso del suolo e dalla silvicoltura. Un impegno che per il Consiglio “contribuirà a ridurre le emissioni di gas a effetto serra nell’Unione europea nel periodo 2021-2030 […]

Unimondo

Docenti Diritti Umani e Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Posted: 08 Jun 2018 10:42 AM PDT

Il prossimo 12 giugno si celebrerà in tutto il mondo la giornata mondiale contro il lavoro minorile. Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani vuole porre l’attenzione sulla tematica dei diritti dei minori portando al centro del dibattito internazionale la scuola come forma di divulgazione del sapere: sapere, saper essere e saper […]

Redazione Italia