Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Spazio Radio on line
 
 

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

#Aprite i porti, appello ai sindaci

#Aprite i porti, appello ai sindaci
(Foto di Baobab Experience)

“Oggi pomeriggio Matteo Salvini ha rifiutato l’attracco ai porti italiani dell’imbarcazione di soccorso Acquarius” scrive sulla sua pagina Facebook Baobab Experience.

“A bordo della nave Aquarius, l’unica Ong al momento presente nel Mediterraneo, vi sono 629 migranti tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte, partiti dalla Libia e soccorsi in varie operazioni nel corso della notte.

Una decisione senza precedenti nel nostro paese, adottata d’intesa dai Ministri dell’Interno e delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo e che offende il senso d’umanità che dovrebbe sempre guidare i rappresentanti delle istituzioni. Quello che chiediamo è un gesto politico e umano. Lo chiediamo ai Sindaci delle città portuali, che aprano i porti all’umanità in modo simbolico. Lo chiediamo alla politica, lo chiediamo ai cittadini, non chiudetevi all’umanità.

“Il rifiuto di accesso ai porti di imbarcazioni che abbiano effettuato il soccorso in mare può comportare la violazione degli articoli 2 e 3 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU). Il rifiuto, aprioristico e indistinto, di far approdare la nave in porto comporta l’impossibilità di valutare le singole situazioni delle persone a bordo e viola il divieto di espulsioni collettive previsto dall’art. 4 del Protocollo n. 4 alla CEDU.

In rispetto della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) e dell’umanità che dovrebbe sempre indirizzare le scelte di una società civile, chiediamo ai Sindaci di aprire i porti alle imbarcazioni di soccorso ai migranti”.

All’appello hanno già risposto i sindaci di Napoli De Magistris, di Messina Accorinti, di Palermo Orlando, di Taranto Melucci e di Reggio Calabria Falcomatà.

“Napoli è pronta, senza soldi, a salvare vite umane. Se un ministro senza cuore lascia morire in mare donne incinte, bambini, anziani, esseri umani, il porto di Napoli è pronto ad accoglierli” ha dichiarato De Magistris.

“La nave Aquarius doveva attraccare a Messina, noi siamo pronti ad accoglierla anche contro il Ministro dell’Interno Matteo Salvini” gli ha fatto eco Accorinti.

E da Palermo si è unito il sindaco Orlando, dichiarando: “Palermo è stata e sarà sempre pronta ad accogliere le navi, civili o militari che siano, impegnate nel salvataggio di vite umane nel Mediterraneo. Quelle navi e quegli uomini che rispettano la legge del mare e la legge internazionale, sottraendo alla morte uomini, donne e bambini che alcuni vorrebbero consegnare nelle mani della criminalità internazionale. A violare la legge internazionale, quella che impone come priorità assoluta il salvataggio delle vite umane, è il Ministro dell’Interno italiano che, qualora ce ne fosse stato bisogno, ha dato ulteriore dimostrazione della natura culturale dell’estrema destra leghista.”

Anche il sindaco di Taranto Melucci si è detto disposto ad accogliere la nave Aquarius: “Taranto  è pronta ad abbracciare ogni vita in pericolo, senza se e senza ma” ha dichiarato.

“C’è una nave in mezzo al Mediterraneo con 629 persone a bordo, fra cui 11 bambini e sette donne incinte, in condizioni molto precarie di salute. Di fronte a uomini, donne e bimbi che hanno bisogno di essere curati, la strategia non può essere quella di chiudere i porti senza un criterio”  ha scritto il sindaco di Reggio Calabria Falcomatà su Facebook.

“Lo diciamo chiaramente: anche oggi Reggio Calabria si rende disponibile ad accogliere chi salva vite umane in mezzo al mare. Così come in passato abbiamo dato degna sepoltura a 45 disperati migranti morti nel Mediterraneo. Il nostro cuore è grande, più grande di chi vuole speculare senza un briciolo di umanità. Noi restiamo umani”.

10.06.2018 - Redazione Italia

 


Corteo a Milano per Soumaila Sacko

Posted: 10 Jun 2018 01:10 PM PDT

Sabato 9 giugno a Milano più di mille persone hanno partecipato alla manifestazione contro il razzismo organizzata dopo l’omicidio del migrante del Mali Soumaila Sacko, assassinato il 2 giugno a San Ferdinando, nel Vibonese, in Calabria. Partito da via Palestro alle 16, il corteo è arrivato alla Stazione Centrale – luogo simbolo dell’arrivo dei migranti – […]

Antonella Freggiaro

Il Caso di Julian Assange

Posted: 10 Jun 2018 09:17 AM PDT

di Paul Craig Roberts, 10/06/2018 Il post originale si trova qui Julian Assange è un giornalista, non una spia. Poiché ha pubblicato materiale segretato che prova che prova la falsità e la criminalità del governo USA, Washington è riuscita a farlo segregare a Londra presso l’ambasciata ecuadoriana fin dal 2012 e ora sta negoziando col […]

Redazione Italia

Svizzera: 1/4 dei cittadini sconfessano l’istituzione monetaria

Posted: 10 Jun 2018 08:01 AM PDT

Risultato di tutto rispetto dell’iniziativa Moneta intera Nonostante la massiccia campagna di confusione e paura degli oppositori e la disinformazione del Consiglio federale e della Banca nazionale, presumibilmente circa il 26% ha votato a favore dell’iniziativa Moneta intera. Questo è un successo rispettabile e dimostra che molti svizzeri si sono resi conto che la creazione […]

Redazione Italia

Argentina: nuovo attacco giudiziario alla Tupac Amaru

Posted: 10 Jun 2018 05:54 AM PDT

Continuano le vessazioni nei confronti dell’organizzazione di quartiere Tupac Amaru, nella provincia argentina di Jujuy,, con nuovi capitoli di arbitrarietà. Oltre alle detenzioni illegali di diversi membri dell’organizzazione,  si è  aggiunta la perquisizione e il sequestro della sede centrale dell’associazione, nel centro della capitale Jujuy, San Salvador. La leader Milagro Sala, agli arresti domiciliari, ha […]

Mariano Quiroga

“Tutti i figli che volete”: la Cina in angoscia per l’invecchiamento della popolazione

Posted: 10 Jun 2018 05:27 AM PDT

Sotto la spinta di attivisti e demografi, con l’angoscia per il crescente invecchiamento della popolazione, la Cina sta pensando di togliere ogni barriera al numero dei figli che una coppia può avere. Secondo indiscrezioni di Bloomberg, del 21 maggio scorso, una commissione di ricerca del Consiglio di Stato sta studiando le ripercussioni sociali sulla possibile fine […]

Unimondo

La lunga notte delle Scuole Armate italiane

Posted: 10 Jun 2018 05:16 AM PDT

Se in tempi di “pace” le forze armate superano ogni limite di decenza nelle loro sempre più invasive occupazioni di scuole e attività didattiche, è doveroso interrogarsi su cosa potrebbe accadere in caso di “guerra guerreggiata” nell’Italia della cosiddetta Terza Repubblica. Peggio di così l’anno scolastico 2017-18 non poteva concludersi: sfilate, parate, cori e bande […]

Antonio Mazzeo

Costruire la pace e la nonviolenza nelle scuole: storie di buone pratiche dei docenti

Posted: 10 Jun 2018 02:59 AM PDT

Di Carlos Crespo Burgos “Nel nostro Paese osserviamo un aumento della violenza in tutte le sue forme – come confermano radio, televisione e stampa – le cui vittime sono soprattutto bambini e donne. Questa violenza germina nella famiglia e nella società. Cosa possiamo fare noi insegnanti per affrontare questo problema? Cosa stiamo facendo di fronte […]

Redacción Perú