Ascolta Spazio Radio

Ultime da Aginform

"Il giacobino ha colpito ancora"

Uno degli aspetti più vergognosi di questo regime a guida PD è stato l'allineamento di stampa e televisioni alle direttive renziane, e non solo per la vicenda del referendum del 4 dicembre, ma anche rispetto a tutte le balle sulla situazione economica e sui risultati delle riforme.

Notizie Ambiente

Domenica ecologica a Largo Preneste

Il Circolo Città Futura di Legambiente anima la domenica ecologica del 22 gennaio 2017 con una visita in bus o in bici al MAAM )e presenta le 10 proposte per abbattere l’inquinamento a Roma.

Notizie Diritti Umani

Commutazione della condanna di Chelsea Manning 'decisione importante'

Il presidente degli Usa Barack Obama ha commutato la condanna di Chelsea Manning, che stava scontando una pena di 35 anni per aver rivelato informazioni relative a possibili crimini di diritto internazionale commessi dall’esercito statunitense.

NO alla pena di morte!

"Tre a zero per la pena di morte? Non proprio"

In crisi da vent’anni, ignorata nei dibattiti presidenziali, la pena di morte americana avrebbe segnato tre punti lo scorso otto novembre: ma non è proprio vero.

Notizie Diritti Infanzia

Orentano (PI), al via l’ottava 'Marcia della Zizzi' a scopo benefico

Domenica 10 luglio 2016 avrà luogo l'ottava edizione della 'Marcia della Zizzi'. L'iniziativa ludico-sportiva, a scopo benefico, si snoderà all'interno dei boschi di Orentano (PI) nei percorsi di 1, 5, 9 e 15 km.

Notizie Sindacato

Usb licenzia Rossella Lamina storico ufficio stampa

Il licenziamento in tronco, per il quale vengono addotti motivi economici, è il brusco epilogo giunto dopo mesi di “mobbing”, durante i quali la dignità professionale e umana di Rossella è stata mortificata ed osteggiata. Promossa una petizione on line.

Adottiamo i cani in gabbia!

BauBau.eu

Ambiente Media

è realizzato da



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

"Il coraggio delle scelte" PDF Stampa E-mail
Aginform - Opinioni
Scritto da Aginform   
Domenica 13 Maggio 2012 12:47

"Non è facile assumersi responsabilità quando le incognite che pesano sull'esito sono tante, ma questa volta chi ritiene - e noi siamo tra questi - che la situazione spinga in questo senso non può esimersi dal farlo".

 

Il coraggio delle scelte

 

Non è facile assumersi responsabilità quando le incognite che pesano sull'esito sono tante, ma questa volta chi ritiene - e noi siamo tra questi - che la situazione spinga in questo senso non può esimersi dal farlo. Ormai l'alternativa tra berlusconiani e antiberlusconiani è superata, l'Italia è ostaggio di Monti e delle logiche della UE e dell'Euro, il quadro politico è letteralmente scompaginato. E intanto cresce rapidamente, variamente articolata, la rivolta sociale.

In questo contesto ci devono essere chiare due cose. La prima è che gli sconfitti di oggi si stanno riorganizzando, sia a destra che sul versante PD, che certo non possiamo definire di sinistra. Gli uni cercano di dare corpo a una destra legata non al nome, ma alla sostanza degli interessi che rappresentano. Gli altri, convinti che le elezioni recenti li abbiano premiati, cercano di darsi una verniciata di hollandismo in versione casareccia. Su questa prospettiva i due schieramenti pensano di poter recuperare.

Il gioco potrebbe riuscire se la gente, i ceti popolari e quelli investiti dalla crisi, abbassasero la guardia e si facessero trascinare dietro prospettive illusorie. Anche se sotto i colpi dell'astensionismo e del grillismo che pure, ripetiamo, non ha nulla di politico e di strategico, i vecchi manipolatori non hanno vita facile.

Quella che manca però è la coscienza netta degli obiettivi, che rischia di portare la situazione in un vicolo cieco e favorire una soluzione forte. Quando parliamo del coraggio delle scelte significa pronunciarsi sull'uscita dalla UE e dall'Euro, affrontare lo scontro istituzionale mettendo in stato d'accusa i responsabili dello strozzinaggio bancario e della criminalità politica, proporre un' uscita dalla crisi contro la logica di guerra e di competizione liberista a cui destra e PD ci hanno portati.

L'affermazione dell'astensionismo collegato a questi punti di programma è la tappa che ci consente di evitare la nuova demagogia elettoralistica e di aprire alternative vere. E non si illudano gli sbandieratori di qualche straccio rosso di riconquistare credibilità. Tutto si gioca sul campo degli avvenimenti veri.

Erregi

12 maggio 2012

 

Volontariato

"L'ennesima morte annunciata"

A.M. è morto nell’incendio divampato la scorsa notte, l’11 gennaio, nello stabile occupato dell’ex mobilificio Aiazzone nel Comune di Sesto Fiorentino. A.M. aveva trentotto anni, era di origine somala, titolare di protezione internazionale in Italia.

Popoli liberi e sovrani

Nuove Resistenti n.616

Notizie Elettrosmog

Antenne telefoniche, Tar respinge ricorso di Wind a Sesto S. Giovanni

Il TAR di Milano ha respinto il ricorso di Wind contro la normativa urbanistica di Sesto San Giovanni (Milano), che vieta le installazioni nei pressi di scuole, parchi gioco, ospedali e in generale al di fuori della aree indicate dal comune.

AmbienteWeb documenta

Archivio fotografico

Cerca