Ascolta Spazio Radio

Ultime da Aginform

"Il giacobino ha colpito ancora"

Uno degli aspetti più vergognosi di questo regime a guida PD è stato l'allineamento di stampa e televisioni alle direttive renziane, e non solo per la vicenda del referendum del 4 dicembre, ma anche rispetto a tutte le balle sulla situazione economica e sui risultati delle riforme.

Notizie Ambiente

Domenica ecologica a Largo Preneste

Il Circolo Città Futura di Legambiente anima la domenica ecologica del 22 gennaio 2017 con una visita in bus o in bici al MAAM )e presenta le 10 proposte per abbattere l’inquinamento a Roma.

Notizie Diritti Umani

Commutazione della condanna di Chelsea Manning 'decisione importante'

Il presidente degli Usa Barack Obama ha commutato la condanna di Chelsea Manning, che stava scontando una pena di 35 anni per aver rivelato informazioni relative a possibili crimini di diritto internazionale commessi dall’esercito statunitense.

NO alla pena di morte!

"Tre a zero per la pena di morte? Non proprio"

In crisi da vent’anni, ignorata nei dibattiti presidenziali, la pena di morte americana avrebbe segnato tre punti lo scorso otto novembre: ma non è proprio vero.

Notizie Diritti Infanzia

Orentano (PI), al via l’ottava 'Marcia della Zizzi' a scopo benefico

Domenica 10 luglio 2016 avrà luogo l'ottava edizione della 'Marcia della Zizzi'. L'iniziativa ludico-sportiva, a scopo benefico, si snoderà all'interno dei boschi di Orentano (PI) nei percorsi di 1, 5, 9 e 15 km.

Notizie Sindacato

Usb licenzia Rossella Lamina storico ufficio stampa

Il licenziamento in tronco, per il quale vengono addotti motivi economici, è il brusco epilogo giunto dopo mesi di “mobbing”, durante i quali la dignità professionale e umana di Rossella è stata mortificata ed osteggiata. Promossa una petizione on line.

Adottiamo i cani in gabbia!

BauBau.eu

Ambiente Media

è realizzato da



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Lavoratori mostra "Lux in Arcana" a rischio salute PDF Stampa E-mail
Sindacato - Comunicati Stampa
Scritto da USB   
Mercoledì 16 Maggio 2012 18:30

Malori fra gli addetti alle sale espositive del Palazzo dei Conservatori di Roma dove l’aria diventa irrespirabile.

 

COMUNICATO STAMPA

ROMA: USB DENUNCIA, A RISCHIO LA SALUTE DEI LAVORATORI ALLA MOSTRA “LUX IN ARCANA”



Al Palazzo dei Conservatori di Roma è stata allestita l’importante mostra “Lux in Arcana” che si protrarrà sino al 9 settembre prossimo. “ Un evento mediatico e culturale senza precedenti”, recita giustamente il sito ufficiale della mostra, che propone oltre 100 documenti originali custoditi da 400 anni nell’archivio vaticano.
Peccato che l’organizzazione affidata a Zètema Progetto Cultura, azienda al 100% del Comune Roma Capitale, e in odore di prossima privatizzazione, non senta il bisogno di rispondere alla denuncia sulla sicurezza e sulla salute dei lavoratori e delle lavoratrici presentata dai suoi stessi dipendenti e dall’Unione Sindacale di Base.
Nei nove saloni espositivi al primo piano, tutti artificialmente oscurati, sono infatti state bloccate le finestre ed è proibito ai lavoratori aprire altre finestre collocate in altre sale. Ciò comporta che, con afflusso di visitatori spesso superiore alle quattromila presenze giornaliere, nei locali si produca un’aria irrespirabile. Già diversi malori si sono verificati tra i 70 lavoratori addetti alla mostra, a cui si aggiungono alcuni precari “a chiamata” per sostituzioni che ruotano su due turni.
Zètema, interpellata dall’USB, non risponde alla denuncia e neanche alla proposta di studiare soluzioni che possano al contempo salvaguardare la salute dei lavoratori e tutelare gli importanti reperti.
L’USB e i lavoratori, oltre a rivolgersi al Sindaco e a tutti gli organi preposti alla tutela della salute sul posto di lavoro, nei prossimi giorni metteranno in campo azioni che potrebbero pregiudicare il normale andamento della mostra stessa.


Roma, 16 maggio 2012
Ufficio Stampa USB

 

Volontariato

"L'ennesima morte annunciata"

A.M. è morto nell’incendio divampato la scorsa notte, l’11 gennaio, nello stabile occupato dell’ex mobilificio Aiazzone nel Comune di Sesto Fiorentino. A.M. aveva trentotto anni, era di origine somala, titolare di protezione internazionale in Italia.

Popoli liberi e sovrani

Nuove Resistenti n.616

Notizie Elettrosmog

Antenne telefoniche, Tar respinge ricorso di Wind a Sesto S. Giovanni

Il TAR di Milano ha respinto il ricorso di Wind contro la normativa urbanistica di Sesto San Giovanni (Milano), che vieta le installazioni nei pressi di scuole, parchi gioco, ospedali e in generale al di fuori della aree indicate dal comune.

AmbienteWeb documenta

Archivio fotografico

Cerca