Ultime da Aginform

"Una nuova fase di lotta par la Pace e il Socialismo"

Le considerazioni che seguono, come è spiegato nel testo, non costituiscono un documento fondativo di alcunchè, ma servono solo ad aprire una discussione sul da farsi e possono interessare solo quei compagni e quelle compagne che vogliono affrontare la nuova fase uscendo dal particolarismo, dal movimentismo e da logiche politichesi che rendono l'acqua in cui i pesci dovrebbero nuotare sempre più inquinata e della dimensione di una pozzanghera.

Notizie Ambiente

La 21° edizione del Rapporto Ecosistema Urbano

Città italiane a tre velocità: lente, lentissime e statiche. Una stagnazione di cui contribuisce a darci la misura il paragone con quello che si sta realizzando in Europa.

Notizie Diritti Umani

Libia, "La legge delle armi", crimini di guerra delle milizie

Secondo un rapporto diffuso oggi da Amnesty International, le milizie e i gruppi armati che si stanno scontrando nella Libia occidentale stanno commettendo gravi abusi, compresi crimini di guerra.

NO alla pena di morte!

"Contro la pena di morte", un libro di Giuseppe Pelli

Tradizionalmente si individua in “Dei delitti e delle pene” di Cesare Beccaria il primo testo argomentato contro la pena di morte.

Notizie Diritti Infanzia

"Questa è la mia famiglia"

Notizie Sindacato

Solidarietà ai Lavoratori delle Acciaierie di Terni

Ggli operai delle Acciaierie di Terni hanno manifestato nei pressi dell’Ambasciata della Repubblica  Federale Tedesca, patria della tristemente famosa Thyssen Krupp che ha decretato il licenziamento di oltre 500 lavoratori e lo spostamento di parte della produzione in Germania

Adottiamo i cani in gabbia!

BauBau.eu

AmbienteWeb ascolta....

Radiorock.to the original

Ambiente Media

è realizzato da



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Studenti in campo con Legambiente per la differenziata a Roma PDF Stampa E-mail
Ambientalismo - Comunicati Stampa
Scritto da Legambiente Lazio   
Martedì 29 Maggio 2012 18:20

Si chiude “Roma Riduce e Ricicla”, la speciale gara per la raccolta differenziata: ora Comune e AMA diano continuità all'iniziativa, subito porta a porta e nuove campagne per i cittadini.

 

Legambiente Lazio – Comunicato stampa
Roma, 28 maggio 2012


6.200 ragazzi di 300 classi degli istituti di dieci municipi, assieme alle loro famiglie, sono stati protagonisti della speciale gara di raccolta differenziata “Roma, riduce e ricicla”, una campagna di educazione ambientale che sta coinvolgendo da alcuni mesi le scuole della Capitale, organizzata da Legambiente Lazio con il contributo dell'Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Roma e la partecipazione di Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica). Gran finale oggi per le scuole di Roma nord a piazza degli Euganei, dove 300 studenti si sono sfidati su raccolta differenziata, riduzione e riuso per una delle speciali giornate di chiusura della campagna.

“Grazie all'impegno degli studenti, degli insegnanti e delle famiglie, con questa campagna Roma ricicla un po' di più, ora è fondamentale che Comune e AMA diano continuità all'iniziativa. Per battere l'emergenza rifiuti quella della riduzione, del riuso, del riciclaggio è l'unica strada -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Basta con il toto-discariche, torniamo a chiedere di partire subito con la differenziata domiciliare, porta a porta, in tutta la città, ma anche con nuove azioni per la riduzione dei rifiuti e piattaforme per il riuso.”


DSCF9592

Obiettivo dell'iniziativa è stato quello di favorire la riduzione, il riuso e il riciclo dei rifiuti urbani prodotti in ambito scolastico e domestico. Gli studenti hanno dapprima affrontato in classe le tematiche relative alla raccolta differenziata con dieci incontri informativi, alle scuole è stato fornito un kit di gioco con schede, opuscolo, istruzioni e tesserine per i punti. Poi è partita la gara di raccolta differenziata vera e propria, durata 20 giorni. Gli studenti hanno dovuto mettere in campo una serie di azioni finalizzate a ridurre le quantità di rifiuti da loro prodotti ed a far crescere le quantità di rifiuti raccolti in modo differenziato. Sono stati nominati alcuni rappresentanti degli studenti che, coinvolti in prima persona, hanno ricoperto il ruolo di “Ricicl-attori”, con il compito di monitorare settimanalmente l'andamento della raccolta nella scuola ed i risultati ottenuti, evidenziando eventuali problemi o modifiche da effettuarsi in corso d'opera e monitorando il coinvolgimento delle famiglie. Al termine della gara, nei dieci municipi coinvolti (3, 4, 7, 8, 10, 11, 12, 16, 18, 19) Legambiente Lazio, insieme alle scuole partecipanti, ha organizzato attività all'aperto in zone chiuse al traffico, e con l'occasione scelto la scuola che, in ciascun territorio, si è meglio distinta, conferendo uno speciale premio: una panchina in plastica riciclata per il giardino scolastico (fornita da Corepla).

“Bisogna definire subito il passaggio al porta a porta per la differenziata, che va accompagnato a campagne per coinvolgere e sensibilizzare i cittadini, a partire dai più giovani, come in questo caso, per natura più sensibili alle tematiche ambientali e forte traino nelle famiglie e nell'intera comunità -ha dichiarato Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Roma Riduce e Ricicla è q ualcosa in più rispetto alla classica campagna di informazione: un lavoro di sensibilizzazione alla prevenzione della produzione di rifiuti e all'incremento dei quantitativi raccolti in modo differenziato e riciclati, dalla promozione dell’auto-compostaggio e del riuso.”

L'Ufficio stampa Legambiente Lazio

 

Articoli correlati

Volontariato

Un fine settimana per sostenere Emergency

Questo fine settimana – sabato 25 e domenica 26 ottobre – i volontari di Emergency saranno in tantissime piazze di tutta Italia per presentarei la nuova tessera e raccontare le attività umanitarie.

Popoli liberi e sovrani

Nuove Resistenti n.517

Notizie Elettrosmog

Roma, telefonia mobile, "E la salute dei cittadini?"

Roma Capitale ha deliberato su localizzazione, installazione e modifica degli impianti della telefonia mobile e il loro monitoraggio, ma senza considerare l'esposizion e della popolazione ai campi elettromagnetici da essi generati.

AmbienteWeb documenta

Archivio fotografico

Cerca