Ascolta Spazio Radio

Ultime da Aginform

"Buonisti e imperialisti"

"Fuggono dalle guerre in centinaia di migliaia e diventeranno milioni. Il dibattito su questo esodo di massa è però tutto ristretto tra il livore salviniano contro i nuovi arrivati e il buonismo dell'accoglienza".

Notizie Ambiente

Difensora della foresta perseguitata in Malesia

Vogliono incarcerare la giornalista Clare Rewcastle Brown. Il motivo: avere informato l’opinione pubblica sulla distruzione delle foreste  e la corruzione in Malesia. Petizione on line.

Notizie Diritti Umani

Arabia Saudita, dilagano esecuzioni favorite da lacunoso sistema giudiziario

Amnesty International ha denunciato che in Arabia Saudita centinaia di persone sono state condannate a morte al termine di processi irregolari celebrati nell'ambito di un sistema giudiziario profondamente carente.

Notizie Diritti Infanzia

Enciclica papa Francesco, 'tutti al lavoro per autentica ecologia umana'

Telefono Azzurro esprime gratitudine a Papa Francesco per l'alto appello rivolto a tutti gli uomini affinché curino la "casa comune" e garantiscano un futuro ai bambini che stanno crescendo.

Notizie Sindacato

Migranti, CISPM lancia "Settimana Nazionale di Azioni"

"I morti sono le vittime della Ue, malata e priva di anima e morale". Dal 17 al 24 ottobre "Settimana Nazionale di Azioni", con assemblee nelle città e nelle campagne di lavoratori e non solo.

Adottiamo i cani in gabbia!

BauBau.eu

Ambiente Media

è realizzato da



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Un badge per i bambini degli asili nido a Roma! PDF Stampa E-mail
Società - Comunicati Stampa
Scritto da USB   
Martedì 05 Giugno 2012 15:58

L’assessore alle Politiche Educative di Roma Capitale, De Palo, ripropone la delirante idea di fornire il badge ai bambini degli asili nido.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA CAPITALE: USB, ALL’ASILO NIDO COME  IN FABBRICA

DE PALO RIPROPONE IL BADGE PER I BAMBINI. USB CHIEDE LE SUE DIMISSIONI

 

 

De Palo afferma che far timbrare i bambini sarà utile per la loro sicurezza e non spiega come questo avverrà, tanto più che in bilancio sono diminuite le risorse disponibili per i servizi ed i municipi  enunciano l’impossibilità di attuare perfino le manutenzioni ordinarie.

Secondo USB,  attraverso l’introduzione del badge si metterà invece a rischio proprio la sicurezza fisica e psicologica dei bambini, che  come in fabbrica, diventeranno un numero identificato da un codice. Verificando il numero dei bambini effettivamente presenti, dividendo questo numero per le educatrici in forze su tutto l’orario di apertura, si otterrebbe l’ottimizzazione del servizio. Questo arido calcolo non solo non considera che, come con i più piccoli, il rapporto è spesso di carattere individuale, ma appare puramente finalizzato ad applicare la legge regionale in cui si consente di aumentare il rapporto educatrice/bambino, portandolo da 1/6 frontale a 1/7 sul totale degli iscritti.

Invece di aprire le strutture  (su tutto il territorio 6 sono pronte ma rimangono inspiegabilmente chiuse) e dare risposta ai quasi 9.000 bambini in lista di attesa, questa amministrazione ormai sta portando gli asili ad una aberrante spersonalizzazione, espropriandoli della loro funzione educativa: a quando la proposta di un codice speciale per i bambini disabili?

USB metterà in campo tutte le iniziative possibili per bloccare l’ennesima sperimentazione perpetrata ai danni dei bambini, coinvolgendo anche i genitori affinché rifiutino questa schedatura. I nostri bambini non meritano un simile trattamento, Roma non merita queste politiche, e a questo punto si rendono necessarie le dimissioni immediate di De Palo.

 

Roma, 6 giugno 2012

Ufficio Stampa USB

 

Volontariato

Migranti, 'È una strage continua'

È una strage continua. Solo ieri 70 persone sono morte asfissiate in un camion, più di 50 nella stiva di una imbarcazione mentre cercavano la salvezza in Europa.

Notizie Elettrosmog

Roma, critiche a nuovo regolamento su installazione antenne telefonia

Sul testo del regolamento su localizzazione, installazione e monitoraggio degli impianti di telefonia mobile in fase di approvazione del Consiglio Comunale di Roma, le richieste di emendamento sono rimaste quasi tutte inascoltate.

AmbienteWeb documenta

Archivio fotografico

Cerca