Popoli liberi e sovrani

La risposta di Evo Morales agli ex presidenti che lo contestano

Scritto da L'Antidiplomatico.

"Non so se hanno una coscienza sociale, una sentimento di umanità. Chiaramente, rappresentano il capitalismo e difendono il capitalismo e l'impero piuttosto che il popolo". Così il presidente boliviano Evo Morales ha risposto alla dichiarazione firmata dal 20 presidenti di America Latina e Spagna.

Il vero ritratto del Bush defunto

Scritto da marx21.it.

Proponiamo un commento di Pino Cabras, parlamentare M5S, su George Bush. Nel fiume di retorica totalmente acritica, se non addirittura agiografica, questo è uno dei pochi commenti che merita di essere letto.

Gilet gialli, perché i cecchini a Parigi?

Scritto da Francesco Santoianni.

Il video – segnalato su Twitter da PartisanGirl una attivista siriana da anni impegnata nella controinformazione su quello che davvero succede in Siria – lascia ben pochi dubbi. Il fucile che mira ai Gilets Jaunes (nell’immagine seguente uno di questi indossa la maschera antigas) non è destinato a sparare granate lacrimogene.

"Ricostruire il patrimonio del popolo: la 'proprietà pubblica'"

Scritto da Paolo Maddalena.

"Una Comunità politica, cioè uno Stato, ha bisogno di un patrimonio pubblico destinato a soddisfare interessi pubblici e non altro, e di singoli patrimoni privati, con una sola inderogabile regola: il patrimonio privato di un singolo non può superare il patrimonio pubblico dell’intero Popolo".

Maduro acclamato in Messico. Cadono anni di fake news

Scritto da Fabrizio Verde.

I fatti hanno la testa dura. Presto o tardi arrivano a smentire la propaganda a reti unificate dei media mainstream, contro il Venezuela e il suo presidente Nicolas Maduro, che propalano fake news a tutto spiano per screditare il massimo dirigente della Rivoluzione Bolivariana. 

Cherif e la “Generazione Isis” utilizzata dalla Francia per far fuori Assad

Scritto da Alberto Negri.

La generazione Isis colpisce ancora. Oggi i giornali gronderanno della solita retorica che segue ogni attentato nel cuore dell’Europa che mette in pericolo “la democrazia e il nostro stile di vita”. Una litania tragica che abbiamo sentito molte volte: sappiamo di avere il nemico in casa e in un certo senso fa pure comodo.

"L'errore è stato quello di trasferire le fonti di produzione dallo Stato ai privati"

Scritto da Paolo Maddalena.

"L’Italia è di nuovo in recessione. Il Governo, anziché fronteggiare questo gravissimo problema, tenta di salvare le promesse elettorali, attualmente inottenibili, attraverso espedienti di facciata che dovrebbero apparire gradite all’elettorato di maggioranza e con aggiustamenti di vario tipo della manovra".

è realizzato da