Diritto ad Abitare

Legge Bilancio 2018, dichiarazione di Massimo Pasquini: "Dalle Regioni nessuna proposta sulle politiche abitative". Urge una risposta popolare e unitaria, basta divisioni e divisioni tra soggetti sociali. In sede di Legge di Bilancio, le Regioni su decine e decine di emendamenti proposti su tutto l'universo non ce n'è uno dicasi uno sulla casa.

I membri della Piattaforma Globale per il Diritto alla Città, gli amici e gli alleati provenienti da tutto il modo, riuniti a Nairobi, Kenya, dichiarano il 31 ottobre di ogni anno Giornata Mondiale del Diritto alla Città e lanciano un appello globale per il diritto alla città e l'opposizione generale agli sfratti forzosi e agli sgomberi che hanno un impatto drammatico sulle nostre comunità urbane e rurali.

Il 10 ottobre è dal 2012 in Italia la Giornata Nazionale Sfratti Zero che si inserisce all’interno del mese internazionale Sfratti Zero, promossa da 15 anni dall’Alleanza Internazionale degli Abitanti. In Italia siamo giunti alla VI edizione e questo anno dai dati in nostro possesso, al momento in cui scriviamo, vedrà iniziative in 15 Regioni, 27 Comuni capoluoghi di provincia e 33 Comuni.

Nell' Anno Internazionale del Turismo per lo Sviluppo Sostenibile e all' apertura delle Giornate Mondiali Sfratti Zero, questa volta saranno giudicati i responsabili degli sfratti, non gli abitanti vittime della speculazione turistica in tutti i continenti. Venezia, dal 28 al 30 settembre 2017.

Con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 settembre il Ministero delle infrastrutture ha ripartito, la bellezza, si fa per dire, di 11 milioni di euro per tutto il territorio nazionale da destinare ai morosi incolpevoli. Si tratta con tutta evidenza di meno di una mancia oltretutto offensiva.

Venezia è, da oltre mille anni, città simbolo dell’equilibrio tra uomo e natura, la sua magia origina e vive nella e della straordinaria compenetrazione di artificio e natura, pietra e acqua, città e Laguna. Questo fragile equilibrio è seriamente minacciato dalla macchina del turismo di massa, di cui le grandi navi da crociera sono una delle peggiori espressioni.

Il bando per la ricerca di appartamenti che dovrebbero sostituire i residence è fermo negli uffici comunali e non è uscito, come annunciato, entro il 31 agosto. In questi ultimi giorni la Sindaca Virginia Raggi aveva più volte ribadito che, attraverso questo bando, si sarebbero ricavati ben 800 appartamenti che avrebbero risolto tutte le emergenze abitative e chiuso i residence. 

Non avremmo voluto vederla sfilare sulle passerelle mediatiche di questi tavoli inconcludenti, ma ci auguravamo di trovarla a parlare con le parti sociali e con i sindacati prima di questo grande pastrocchio che porta il titolo di via Curtatone. In un altro paese democratico probabilmente Sindaca e Prefetta avrebbero dato le dimissioni.

Lanciamo un appello  alla solidarietà internazionale a sostenere la lotta, che dura da 32 anni, di Narmada Bachao Andolan,contro la decisione autoritaria del Primo ministro indiano di chiudere la diga del lago Sardar Sarovar, un progetto che distrugge l’ambiente e viola i diritti umani, senza garantire la ricollocazionedi 40.000 persone che vivono nelle aree che saranno sommerse.

Guido Lanciano segretario romano U.I. “L’Unione Inquilini chiede alla Sindaca di respingere le dimissioni per non fermare il lavoro appena iniziato e portare avanti le linee guida. Non possiamo gettare al vento il lavoro compiuto fino ad ora. Finalmente potevamo contare e interloquire con gli uffici per programmare dei progetti a lungo termine.”

La vicenda che a Roma vede l’Ater sull’orlo del fallimento è cosa vecchia e risaputa. Ater Roma possiede circa 50.000 alloggi, su un totale di circa 800.000 alloggi a livello nazionale, un parco alloggi che va preservato da spinte privatizzatrici, tenuto conto che sono ben 650.000 le famiglie a livello nazionale che sono collocate nelle graduatorie per una casa popolare.

Non restare in silenzio: presenta in Tribunale il tuo caso di sfratto causato dal turismo! Per presentare un caso, compilate il modulo. Tribunale Internazionale degli Sfratti Sessione sul Turismo (Venezia, Italia, 28-30 Settembre 2017).

La discussione sulla legge “rigenerazione urbana” (ex piano casa) della Regione Lazio riprenderà questa settimana. Durante la seduta dei giorni scorsi il Consigliere Devid Porrello (M5S), appoggiato da parte della maggioranza, con il Consigliere Gino de Paolis, (MdP) ha posto all'attenzione dell'aula la scomparsa delle quote minime da destinare all'edilizia sociale.

"Abitanti di tutto il mondo, denunciate il vostro caso di sfratto causato dal turismo!" Questo appello all’unisono è stato diffuso durante la Conferenza stampa di lancio della sesta Sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti (ITE), che si terrà a Venezia all’apertura delle Giornate Mondiali Sfratti Zero e nel quadro dell’”Anno Internazionale del Turismo sostenibile per lo sviluppo”.

“Nelle scorse settimane l’Unione Inquilini ha già diffuso i dati relativi agli sfratti del 2016, sulla base del monitoraggio fornito dal servizio statistico del Ministero dell’interno. Oggi possiamo fornire i dati ufficiali relativi al rapporto sentenze di sfratto/ famiglie residenti nelle prime 30 province in questa graduatoria nel 2016 dove è stato più elevato".

La risposta dell’assessore Andrea Mazzillo all’interrogazione di Stefano Fassina sulla chiusura dei residence evidenzia le difficoltà con le quali l’Amministrazione capitolina procede sulle politiche abitative. Dopo sei mesi, questa risposta, con la scadenza dei contratti C.a.a.t. alle porte e senza dare direttive pratiche in merito ci sembra poco esaudiente.

La tua casa è minacciata di distruzione perché gli speculatori immobiliari vogliono costruire un hotel? Vogliono sgomberare la tua comunità, il tuo quartiere e la tua terra per un villaggio, un campo da golf, uno stadio, un porto o un aeroporto per il turismo? Lo sviluppo turistico sta attaccando i tuoi diritti nel luogo in cui hai scelto di vivere in pace e dignità? Segnala il tuo caso!

“Il Dipartimento per le Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie - Ufficio Centrale di Statistica, del Ministero dell’interno ci ha inviato su nostra richiesta i dati ufficiali relativi agli sfratti nell’anno 2016, i cui dati ripartiti per tipologia, per regioni e comuni che sono pubblicati sul nostro sito www.unioneinquilini.it".

La cessione di alloggi di proprietà della Regione Lazio al fondo Invimit Sgr spa e il conseguente piano di vendita delle case, che sta per partire in questi giorni, rischia di sfociare nell’ennesimo allarme sociale. Nei giorni scorsi sono state fatte recapitare agli inquilini di circa 100 appartamenti, appartenenti al fondo regionale, le lettere in cui si propone l’acquisto entro i 60 giorni.

Joomla templates by a4joomla