Boicottaggio della BMW

Montagnoli, CUB: “Ripristino immediato degli ordinativi o lo scontro continuerà a oltranza”.

 

Milano, 17 febbraio 2009. “Di chiacchiere se n’è fatte fin troppe, quindi da questa settimana parte il boicottaggio oltranza contro BMW” (vedi volantino). E’ senza giri di parole la posizione di Walter Montagnoli dell’FLMUniti della CUB. “Inoltre chiediamo ai clienti di BMW di prendere le distanze dell’azienda automobilistica tedesca”.

 

Si alza quindi il livello dello scontro con BMW, che ormai già da novembre ha sospeso gli ordinativi alla Maflow di Trezzano sul Naviglio, per la componentistica dei modelli per la Serie 1, la Serie 3 e la Z4.

 

Una trattativa che ha visto e vede tra i suoi protagonisti, oltre ai lavoratori e le rappresentanze sindacali, anche il sindaco di Trezzano, Liana Scundi, il prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, i commissari straordinari della stessa Maflow, e il console generale di Germania.

 

“Nella vicenda chiediamo al più presto l’intervento della regione Lombardia e del ministro Scajola. A questo punto questi ordinativi devono essere ripristinati, e alla svelta, perché è in gioco il lavoro di 330 persone, e la stessa sopravvivenza del sito industriale” incalza Montagnoli.

 

Ricordiamo il presidio ininterrotto iniziato l’11 di gennaio, con un gruppo di lavoratori sul tetto dello stabilimento (vedi: http://vogliamocontinuarealavorareallamaflow.blogspot.com/).

——————————————————————————————————

Confederazione Unitaria di Base

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.