CUB Verona: Metro Group, diritto di delazione

La Confederazione Unitaria di Base veronese denuncia l’invito del gruppo “cash and carry” che invita i propri dipendenti e non alla delazione.

21 aprile 2009. “Questa Hotline fa parte del Compliance System del Gruppo METRO ed è stata implementata al fine di ricevere le segnalazioni relative ai comportamenti non conformi rilevati nell’ambito del Gruppo METRO” è la dicitura che campeggia quando si entra all’indirizzo https://secure.ethicspoint.ca/lrn/media/it/gui/100007/index.html, una cosiddetta hotline a disposizione di tutti i dipendenti del Gruppo Metro, estesa anche a terzi, con l’obiettivo di segnalare, in forma totalmente anonima, qualsiasi tipo di condotta ritenuta non conforme agli indirizzi del gruppo.

 

Un invito alla delazione della peggiore specie di un sistema che consente di inoltrare segnalazioni in forma anonima, che, dopo aver completato la segnalazione, assegna un codice denominato “univoco” chiamato “report key”, e che dopo alcuni giorni lavorativi, grazie anche a un’apposita password corrispettiva permette l’accesso e la verifica se ci sono commenti o domande.

 

Inoltre si può leggere che “il Gruppo Metro non intraprenderà alcuna azione disciplinare contro che presentano un reclamo quanto più possibile accurato e completo, senza tralasciare intenzionalmente o per grave negligenza particolari importanti”, ma è necessario che all’interno della segnalazione siano riferiti, testuali parole, “nome e altri dati personali delle persone citate nella segnalazione (ad esempio ruolo e recapiti), se tali dati vengono forniti”, nonché “descrizione delle violazioni e delle circostanze dell’evento, inclusi il momento e il luogo dello stesso e la società del Gruppo Metro interessata.”

 

E per concludere “I dati personali e le informazioni possono essere inoltre comunicati alla polizia e/o ad altre autorità o istituzioni”.

 

I responsabili della CUB di Verona, che per primi hanno segnalato questa situazione, hanno stentato a credere ai loro occhi dinnanzi a un così sfacciato, e non solo potenziale, invito alla diffamazione.

 

In questo modo per il delatore è possibile non accollarsi le responsabilità di quanto dichiara, in barba a ogni possibile regola nei rapporti lavorativi, sindacali, ma anche soltanto sociali.

 

A questo punto è da verificare, eventualmente anche a livello giudiziale, quali violazioni costituisce l’iniziativa che Metro Group sta portando avanti.

———————————————–

V.le Lombardia, 20 – 20131 Milano Tel. 02 70631804 – Fax 02 70602409

Canale CUB Video: http://www.youtube.com/user/CUBvideo
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.