La Giornata per i diritti degli animali

Il 10 dicembre in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali, per ricordare la sofferenza e la morte di miliardi di animali e invitare le persone a cambiare abitudini per evitare tutto questo.

 

[COMUNICATO STAMPA] 
10 DICEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE PER I DIRITTI ANIMALI. 
IN TUTTA ITALIA 11-12 DICEMBRE INIZIATIVA 
“PER FESTEGGIARE UN NATALE BUONO… 
NON UCCIDERE ANIMALI!”. 
MENU DI NATALE SENZA CRUDELTA’.

 

1 dicembre 2010

Il 10 dicembre, in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali: gli attivisti organizzano manifestazioni, tavoli informativi, presidi, varie iniziative per ricordare la sofferenza e la morte di miliardi di animali e invitare le persone a cambiare abitudini per evitare tutto questo.

La giornata internazionale e’ coordinata dall’associazione inglese Uncaged Campaigns, ma partecipano nazioni di tutto il mondo. In Italia, è coordinata da AgireOra Network, che ha promosso, per il fine settimana successivo, quello del 11-12 dicembre, una iniziativa legata al Natale. Si terranno in varie città dei sit-in con distribuzione di un volantino creato appositamente, intitolato “Buon Natale! Per festeggiare un Natale ‘buono’… non uccidere animali!”

“L’iniziativa proposta quest’anno in Italia per partecipare a questo importante evento internazionale” spiegano i rappresentanti di AgireOra Network, “ha come argomento il massacro degli animali nei macelli. Dato il periodo dell’anno, e dato che a Natale questo massacro assume proporzioni ancora più catastrofiche, abbiamo pensato di distribuire per strada un volantino-cartolina su questo tema e il Menu di Natale senza crudeltà, con ricette buonissime che non uccidono nessuno.”

Durante il sit-in, oltre a distribuire volantini ai passanti, verranno mostrati cartelli che invitano a un Natale che non uccida animali indifesi, una mostra fotografica che fa vedere cosa accade in allevamenti e macelli e il nuovo documentario “Carne da macello – o animali da salvare?” che mostra la cruda e terribile realtà degli allevamenti e delle uccisioni degli animali nei “normali” macelli che esistono in tutta Europa.

Il volantino spiega che per Natale è tradizione imbandire pranzi e cene con ogni “bendiddio”, ma… molti di questi “cibi” in realtà non sono affatto un “bene“, né sono un “cibo”.

Sono pezzi di animali, uccisi brutalmente, a cui è stato fatto del male sia nell’allevarli nelle prigioni degli allevamenti intensivi, sia nel trasportarli in lunghi viaggi da incubo, sia nell’ammazzarli nei macelli, dove vengono sgozzati, fatti dissanguare, tagliati a pezzi.

Animali, esattamente come i cani e i gatti che abbiamo nelle nostre case: il pensiero di uccidere e portare in tavola loro, per Natale, ci farebbe – giustamente – inorridire.

Eppure, gli animali “d’allevamento” sono uguali a tutti gli altri: possono amare, soffrire, provare paura, dolore, gioia, amicizia. Proprio come gli animali domestici che conosciamo meglio.

Il volantino termina invitando a non festeggiare il Natale uccidendo animali e facendo presente che “Usando ingredienti vegetali, anziché animali fatti a pezzi, il tuo pranzo di Natale sarà più buono, in tutti i sensi” e invitando a visitare il sito www.agireora.org per scoprire le ricette del Menu di Natale senza crudeltà proposto da VeganHome.it

Comunicato di:
AgireOra Network
http://www.agireora.orginfo@agireora.org

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.