“Lunedì Monti a Piazza Affari. La CUB non ci sta e le negano la piazza”

Dopo il “successo” di Wall Street Monti incontra i suoi compari italiani lunedì mattina a Piazza Affari. Negata la piazza della Borsa alla CUB per il presidio previsto.

17 febbraio 2012. Negata la piazza per un’altra manifestazione, è in sintesi la causale con cui la Prefettura di Milano ha negato la piazza della Borsa al presidio organizzato dalla Confederazione Unitaria di Base.

Una manifestazione contro le politiche governative del governo Monti, e un’occasione in cui il sindacato di base avrebbe illustrato le proprie proposte alternative, chiedendo anche allo stesso Presidente del Consiglio di ricevere una delegazione di lavoratori e di cessare l’odiosa discriminazione nei confronti del sindacalismo di base.

Comunque, gli stessi vertici della CUB, che considerano con estrema gravità questa decisione liberticida, hanno assicurato che all’appuntamento ci saranno ugualmente, insieme ad altre organizzazioni i sindacali e sociali che si oppongono alle scelte di questo governo, su questo fronte di lotta, perché “… Monti non può pensare che Cgil-Cisl-Uil e Ugl rappresentino il punto di vista dei lavoratori, perché queste organizzazioni finiranno, come ripetutamente hanno già fatto con i precedenti governi, per accettare le decisioni di politica economica antisociale”.

Confederazione Unitaria di Base

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.