“Davanti al massacro degli agnelli non chiudere gli occhi”

Sabato 31 marzo alle ore 11 in Via Mercanti a Milano, l’OIPA ha organizzato un presidio scenografico per sensibilizzare sul “tradizionale” massacro di agnelli che viene perpetrato ogni anno in occasione della Pasqua.

 

Newsletter – 4 aprile 2012

 

·        DAVANTI AL MASSACRO DEGLI AGNELLI “NON CHIUDERE GLI OCCHI”

Sabato 31 marzo alle ore 11 in Via Mercanti a Milano, l’OIPA ha organizzato un presidio scenografico per sensibilizzare sul “tradizionale” massacro di agnelli che viene perpetrato ogni anno in occasione della Pasqua.

Gli attivisti hanno inscenato il funerale di un agnello simbolico che rappresenta tutti i cuccioli che verranno strappati alle loro madri, dopo poche settimane di vita, per essere macellati in nome di una festività che dovrebbe simboleggiare la pace…ma è pace questa? La maschera della morte, che suonava con il violino la marcia funebre, ha guidato il corteo di attivisti che si sono poi schierati intorno alla bara dell’agnello e, bendati, hanno composto la scritta “Non chiudere gli occhi”.

Il messaggio che si è voluto veicolare è proprio di aumentare la consapevolezza di quello che si nasconde dietro alla carne di agnello servita sulle tavole imbandite per la Pasqua e invitare a celebrare questa festività con un menù “cruelty free”. 

Guarda le foto e il video del presidio http://www.oipa.org/italia/fotografie/oipa_presidio_agnellimilano2012.html  

 

·        OIPA UCRAINA: LE UCCISIONI CONTINUANO MA GLI ANIMALISTI FANNO SENTIRE IL LORO SDEGNO

Sabato 31 marzo a Kiev e in molte altre città in Europa (tra cui Roma) si sono tenute manifestazioni di protesta contro le continue uccisioni dei randagi ucraini. Gli animalisti di Kiev hanno partecipato numerosissimi affollando le strade della città per gridare il loro sdegno di fronte alla completa immobilità delle istituzioni davanti a questa assurda carneficina.
Nelle stesse ore da Donetsk sono arrivate drammatiche testimonianze di fosse comuni in cui vengono gettati, a centinaia, i corpi dei cani uccisi, e Piotr, uno dei volontari supportati dal nostro delegato Andrea Cisternino, è stato aggredito, colpevole solo di accudire e sfamare un branco di randagi. Guarda i video http://www.oipa.org/italia/2012/randagismo/ucraina-manifestazioni.html

Per portare la voce dei volontari ucraini in Italia, Andrea Cisternino interverrà alla conferenza organizzata dall’OIPA, in collaborazione con il Comune di Milano, venerdì 6 aprile presso Palazzo Sormani sul tema “Randagismo, analisi e possibili soluzioni. Focus sulla situazione ucraina”. http://www.oipa.org/italia/appuntamenti/Foto/cisternino.jpg

Scopri come aiutare l’OIPA Ucraina http://www.oipa.org/italia/randagismo/campagne/ucraina.html  

 

·        CANADA: ARRIVA LA PRIMAVERA E TORNANO I CACCIATORI

La primavera è tornata e, come noto, ogni anno in Canada migliaia di foche verranno massacrate per la loro pelle. Molte di queste sono cuccioli, tra i 12 giorni e i 3 mesi d’età, uccisi a bastonate o scuoiati vivi per non danneggiare la loro preziosa pelliccia bianca. I cacciatori adottano infatti sempre lo stesso terribile metodo per uccidere: le foche vengono letteralmente prese a randellate con randelli e “hakapiks” (randelli con uncini di metallo alle estremità) e trascinate poi, ancora vive e coscienti, sul ghiaccio attraverso il gancio dell’imbarcazione.

Nonostante quest’anno i mercati per i prodotti derivanti da foca stiano gradualmente scomparendo, il Dipartimento della Pesca e degli Oceani (DFO) ha fissato la quota annuale della caccia alle foche a 400.000, la medesima dello scorso anno. Nel 2009, l’Unione Europea ha vietato l’importazione di tutti i prodotti derivanti dalla foca (http://www.oipa.org/italia/caccia/campagne/canada/derivati.html ) ma il governo Canadese ha richiesto all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) di costituire una giuria che si occupi della risoluzione della disputa riguardante il divieto. Nel 2011 la Russia, uno dei maggiori mercati per la pelliccia di foca, ha vietato l’importazione di prodotti derivanti da foca.

L’anno scorso i cacciatori hanno ucciso circa 38,000 foche, meno del 10% della quota consentita, un chiaro segnale che i mercati di prodotti di foca stanno chiudendo.
Manda l’appello di protesta http://www.oipa.org/italia/caccia/appelli/canada.html

 

·        LE GUARDIE ZOOFILE OIPA CASERTA SEQUESTRANO UN LAGER PER ANIMALI

Dopo circa 3 mesi di indagini svolte in collaborazione con i Carabinieri di Mondragone, il nucleo di Guardie zoofile OIPA di Caserta ha effettuato un blitz all’interno di un’abitazione privata occupata abusivamente in cui era stato allestito una sorta di “rifugio” abusivo per animali. Di fatto si trattava di un lager in quanto sono stati rinvenuti 20 cani, 8 gatti e 2 tartarughe in condizioni pietose che stavano per essere abbandonati a loro stessi dai due detentori.

I cani, 19 meticci di taglia medio-piccola e un 1 rottweiler, erano detenuti in box esterni fatiscenti e sporchi, in alcuni casi senza adeguata copertura dalle intemperie. Ad un primo esame effettuato dai medici veterinari presenti, i cani sono risultati  tutti malati di cimurro e alcuni in agonia, tanto che un meticcio è stato ritrovato purtroppo già morto per la totale assenza di cure. I gatti erano rinchiusi senza luce né aria in una stanza completamente serrata, mentre le tartarughe erano lasciate in un secchio di acqua putrida, talmente colorata dalle loro stesse feci da rendere difficile l’individuazione dei due anfibi. Ad un controllo più accurato la casa e il terreno circostante è risultato essere popolato anche da molti ratti che avevano contaminato con i loro escrementi sia gli alimenti destinati agli animali, sia quelli ad uso umano.

Tutti gli animali sono stati sequestrati e sono in attesa di trasferimento in una struttura idonea e attrezzata con un reparto di quarantena, mentre i due detentori sono stati denunciati per maltrattamento di animali.

Guarda le foto del sequestro http://www.oipa.org/italia/2012/guardie/caserta-lager.html  

 

·        APPUNTAMENTI OIPA IN TUTTA ITALIA

Guarda e partecipa agli appuntamenti proposti dall’OIPA in Italia alla pagina http://www.oipa.org/italia/appuntamenti/appuntamenti.htm 

Questa settimana ti segnaliamo:

–         Milano, venerdì 6 aprile – Conferenza “Randagismo: analisi e possibile soluzioni. Focus sulla situazione ucraina” http://www.oipa.org/italia/appuntamenti/Foto/cisternino.jpg

 

·        DONA IL 5XMILLE ALL’OIPA 

Ci sono almeno 5 buon motivi per donare il 5xmille all’OIPA: scopri quali! http://www.oipa.org/italia/5permille.html

Seguici anche su Facebook: www.facebook.com/oipaonlus  e Twitter: www.twitter.com/oipaonlus

 

OIPA Italia Onlus

Organizzazione Internazionale Protezione Animali

ONG affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione dell’ONU

Associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente

(DM del 1/8/2007 pubblicato sulla G.U. n. 196 del 24/8/2007)
via Passerini 18 – 20162 Milano – Tel. 02 6427882 Fax 02 99980650

 info@oipa.org www.oipa.org

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.