Euro 2012, negli stadi applausi, in strada gli avvelenamenti

Mentre tutti i riflettori sono puntati sugli stadi in cui si stanno giocando le partite di Euro 2012, nelle strade ucraine i cani continuano a morire.

 

· OIPA UCRAINA: NEGLI STADI GLI APPLAUSI, IN STRADA GLI AVVELENAMENTI

Mentre tutti i riflettori sono puntati sugli stadi in cui si stanno giocando le partite di Euro 2012, nelle strade ucraine i cani continuano a morire. Anche cani che sono già scampati alla morte salvandosi grazie all’intervento tempestivo dei volontari, vengono nuovamente presi di mira con i bocconi avvelenati. E’ il caso di Lucy, la cagnolona salvata nel marzo scorso dall’avvelenamento e, una volta guarita, nuovamente liberata nel mercato dove viveva da anni. Purtroppo però lei gli altri randagi della zona lì non ci dovevano stare e sono stati quindi nuovamente presi di mira con i bocconi avvelanati. Questa volta né Lucy, né gli altri cani che li hanno ingeriti, hanno avuto scampo. L’ira dei volontari che amavano quei cani è stata convogliata, grazie all’intervento del delegato OIPA Ucraina Andrea Cisternino, in un’indagine volta ad individuare i colpevoli. La strategia è stata vincente: è infatti notizia di ieri che il principale sospettato, un pensionato già noto alle Forze dell’Ordine, è stato fermato con una borsa piena di carne avvelenata a consegnato alla Polizia con una denuncia firmata da ben 40 persone.

A storie di crudeltà gratuita che stanno costando la vita a migliaia di animali, anche purtroppo tanta indifferenza e insensibilità. Nell’Idroparco di Kiev, dove Alina accudisce circa 60 randagi, alcuni impiegati comunali hanno abbattuto gli alberi incuranti delle casette di legno al di sotto in cui erano alloggiati alcuni cuccioli. La legna è stata poi bruciata, uccidendo inevitabilmente due cuccioli. Gli altri sono fortunatamente stati salvati e curati da Alina e Andrea.

Guarda i video sulla storia di Lucy e sui randagi di Alina

 

*******

 

 

 

· CESAR MILLAN E I SUOI METODI COERCITIVI IN ITALIA? NO, GRAZIE

OIPA, Enpa, Lav, Lega nazionale per la difesa del cane e Leidaa, a nome della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente invitano i canili e i rifugi italiani a non collaborare con il nuovo show televisivo di Cesar Millan.
Lo pseudo addestratore di cani protagonista del programma Dog Whisperer, trasmesso in Italia dal canale satellitare di Sky National Geographic e dal canale del digitale terrestre Cielo, registrerà infatti nei mesi estivi alcune puntate del programma in canili italiani, inglesi e olandesi. Il canale National Geographic sta infatti promuovendo un reclutamento di cani ospitati nei canili di questi tre Paesi e lo staff dell’addestratore sta contattando associazioni e gruppi animalisti per avere supporto. L’obiettivo pubblicizzato è dare una seconda possibilità a cani difficili che, grazie alla tecniche rieducative di Millan, potranno così essere adottati.
Tuttavia molte associazioni italiane di cinofilia e veterinaria, come ANMVI, SISCA, SCIVAC, ASETRA, e le principali associazioni per la protezione degli animali hanno già fortemente condannato i metodi di Millan, che prevedono uso sistematico della forza, coercizione, maltrattamento fisico e psicologico del cane. Oltre a non educare ed informare i proprietari al rispetto del benessere dell’animale, avallando quindi accessori come i collari a strozzo con punte interne, lui stesso impiega come ausilio nell’addestramento il collare elettrico, il cui uso in Italia è vietato dalla legge perchè considerato maltrattamento.

· VIVISEZIONE: DIETROFRONT CONSIGLIERE PURICELLI E PRESIDENTE FORMIGONI

La proposta di legge regionale che avrebbe chiuso Green Hill in Lombardia non esiste più. La numero 145, infatti, primo firmatario il consigliere Puricelli (Pdl), è stata di fatto assorbita dalla successiva n.167 con le stesse firme in calce, che si limita a elencare genericità, palliativi o atti a favore della sperimentazione sugli animali come Comitati etici formati in stragrande maggioranza di favorevoli alla vivisezione http://www.consiglio.regione.lombarda.it/BancheDati/PDL La Proposta, che rappresenta una presa in giro verso tutti coloro che chiedono la chiusura dell’allevamento di Brescia e la fine della sperimentazione, dovrebbe essere esaminata da domani dal Consiglio Regionale. E non saranno ordini del giorno, vuote declamazioni, a colmare queste responsabilità.
Enpa, Lega Anti Vivisezione, Leidaa, Lega Nazionale per la difesa del cane, Oipa e Chiliamacisegua condannano il dietrofront del primo firmatario, consigliere Puricelli, e del Presidente della Giunta Formigoni che appena quattro mesi fa, in occasione del deposito della proposta di legge, avevano pubblicamente annunciato ”la rapida chiusura di Green Hill”, “nella piena consapevolezza delle richieste di tanti cittadini” http://www.youtube.com/watch?v=iKiG3B27Z1g . Purtroppo il testo in questione non é stato nemmeno discusso in commissione e i firmatari si sono affrettati a cancellarlo.

· ESTATE, TEMPO DI ABBANDONI NON SOLO PER CANI E GATTI

Con l’arrivo dell’estate e del caldo le emergenze per gli animali aumentano e alcune sezioni sono in seria difficoltà a causa dei numerosi abbandoni, anche di animali esotici, che si trovano a gestire.
Come il caso dei 22 gerbilli (nella foto), tra cui due femmine incinte, di cui un giostraio di Firenze si è voluto disfare e che hanno rischiato di finire nell’Arno. I piccoli sono stati salvati dai volontari dell’OIPA Firenze e ora vengono amorevolmente accuditi nell’attesa di un’adozione consapevole.
A Foggia invece i volontari OIPA si sono occupati di trovare una sistemazione per cinque tartarughe d’acqua abbandonate da un uomo che aveva l’abitudine di comprarsene una all’anno. Ora fortunatamente vivono libere in un laghetto privato. Ma è solo uno dei numerosi recuperi della sezione: scoprili tutti

· APPUNTAMENTI OIPA IN TUTTA ITALIA

Partecipa agli appuntamenti proposti dall’OIPA in Italia, trovi tutti i dettagli sul nostro sito

Questa settimana ti segnaliamo:
– Milano, 24 giugno – Animali…amo
– Napoli, 24 giugno – Punto di raccolta OIPA
– Pontassieve (FI), 23 giugno – Doggy day

www.oipa.org

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.