Green Hill, “senatori votino sì all’art. 14!”

Ieri la XIV Commissione affari europei del Senato ha nuovamente rinviato a mercoledì prossimo, 28 novembre, il voto sulla Legge Comunitaria 2011 con l’articolo 14.

 

Newsletter – 22 novembre 2012 

·        GREEN HILL: CHIEDIAMO TUTTI INSIEME AI SENATORI DELLA XIV COMMISSIONE DI VOTARE SI ALL’ARTICOLO 14!

oipa - logoIeri la XIV Commissione affari europei del Senato ha nuovamente rinviato a mercoledì prossimo, 28 novembre, il voto sulla Legge Comunitaria 2011 con l’articolo 14.

Continuiamo pertanto con i solleciti affinché venga rispettato il voto della Camera del febbraio scorso, con il parere favorevole del Governo, che oltre a incentivare la ricerca sostitutiva e a vietare le sperimentazioni senza anestesia, proibirebbe in Italia l’apertura di nuove Green Hill, gli allevamenti di cani, gatti e primati destinati alla vivisezione.

Chiediamo quindi tutti insieme ai Senatori della XIV Commissione di votare Sì all’articolo 14! 

Invia la mail ai Senatori  

 

·        EMERGENZA ALLUVIONE IN TOSCANA: L’OIPA PORTA AIUTI AD ALBINIA E ORBETELLO

Ad Albinia e Orbetello, i due comuni più colpiti dall’alluvione che si è abbattuta nella provincia di Grosseto la scorsa settimana, la situazione è ancora molto critica. Più di 800 sono le persone sfollate che stanno pian piano rientrando nelle loro abitazioni e la Protezione civile è tuttora al lavoro per prestare soccorso e ripristinare la viabilità. L’esondazione del fiume Albegna ha letteralmente sommerso di fango e detriti le due cittadine della Maremma Toscana, provocando danni ingenti alle abitazioni, alle attività artigianali, agricole e industriali.

In vista di questa emergenza la sezione OIPA di Grosseto ha organizzato una raccolta straordinaria di beni di prima necessità e lunedì 19 novembre, in collaborazione con il gruppo cinofilo S.A.U.C.S. Costa maremmana, ha portato un carico di cibo e medicinali da distribuire agli abitanti delle zone alluvionate e ai loro animali d’affezione.

Scaricato parte del materiale presso il centro di smistamento di Orbetello, la sezione ha raggiunto Albinia, dove l’acqua e il fango hanno devastato il paese intero, raggiungendo più di 50 cm di altezza. Chilometri e chilometri di melma e detriti sommergevano indistintamente auto, case e negozi; cumuli di mobili ed elettrodomestici giacevano accatastati lungo le strade, e le persone tentavano disperatamente di ripulire dalla fanghiglia quello che si poteva salvare.

Leggi tutta la notizia  

 

  • EMERGENZA CAVALLINI DELLA GIARA: L’INTERVENTO DELL’OIPA ORISTANO

E’ ancora difficile la situazione dei cavallini della Giara di Gesturi (Vs): la disponibilità di cibo è infatti messa in discussione anche dalla presenza di animali d’allevamento portati a pascolare abusivamente sullo stesso territorio e dalla siccità. Per tamponare l’emergenza i volontari dell’OIPA Oristano hanno raggiunto l’altopiano e portato foraggio per contribuire a sfamare i cavallini.

I volontari stanno inoltre monitorando le attività pianificate dal Comune di Gesturi per gestire l’emergenza. Lo scorso 8 novembre è stata infatti emanata una delibera secondo la quale i tre comuni coinvolti stanzieranno a testa 6.000 euro per i cavallini, in totale 18.000, per stipendiare i lavoratori della cooperativa che dovrebbe occuparsene fino a marzo 2013. Parallelamente però i Comuni  lamentano la carenza di interventi strutturali che dovrebbero provenire dalla Regione, che pare abbia promesso interventi che non sono arrivati.

L’OIPA continuerà quindi a monitorare la situazione per sollecitare un piano d’intervento radicale e risolutivo.

Guarda tutte le foto  

 

·        EPISODIO DI INAUDITA CRUDELTA’ A CALTANISSETTA: LE GUARDIE ZOOFILE OIPA RITROVANO 4 CUCCIOLI AGONIZZANTI ACCANTO AD UN BOSSOLO DI PROIETTILE

Quattro cuccioli di pochi giorni lasciati ad agonizzare al freddo e sotto la pioggia tutta la notte. Questa la drammatica ricostruzione dei fatti effettuata da Fabio Calì, Coordinatore delle guardie zoofile dell’OIPA Caltanissetta e gestore di un piccolo rifugio per cani a San Cataldo (CL), che domenica scorsa ha ritrovato nei pressi del rifugio una scatola con i 4 cuccioli zuppi d’acqua e sangue, di cui uno morto e tre agonizzanti, e accanto il bossolo di un proiettile da fucile. Purtroppo, nonostante la corsa alla clinica veterinaria e i tentativi di salvarli, tutti i piccoli sono morti e gli esami effettuati sui corpicini hanno evidenziato che erano stati picchiati. Incerto il significato del bossolo trovato vicino ai cuccioli, probabilmente una minaccia, contro la quale è stata sporta regolare denuncia.

Sono circa settanta i cani ospitati nel rifugio OIPA, e le porte sarebbero state aperte anche per questi cuccioli, risulta quindi ancora più assurdo e crudele un gesto del genere. Questo caso di maltrattamento e uccisione di animali è solo l’ultimo in ordine di tempo nella zona, solo poche ore prima infatti le guardie zoofile dell’OIPA avevano portato al rifugio un beagle gettato da un furgone in corsa. Il cane, ora accudito dai volontari era in pessime condizioni fisiche, affetto da leishmania e segni di morsicature, nonchè psicologiche.

Leggi tutta la notizia e scopri come aiutare le guardie zoofile dell’OIPA Caltanissetta

  

·        NAPOLI: IRRUZIONE DELLE GUARDIE ZOOFILE DELL’OIPA AL MERCATO GIANTURCO PORTA AL SEQUESTRO DI 61 CARDELLINI E ALTRI ESEMPLARI DI FAUNA PROTETTA

Ennesimo blitz del nucleo di guardie eco zoofile OIPA presso il mercato di via Gianturco, a Napoli, ha sventato la vendita abusiva di numerosi volatili, molti dei quali di specie protetta:
61 cardellini, un verdone, tre ibridi e otto canarini erano rinchiusi in gabbie illegali, pronti per essere venduti al migliore offerente. Sequestrato anche un coniglio detenuto in una piccola scatola di cartone.

 

L’irruzione delle guardie, coadiuvate nell’intervento da un medico veterinario esperto di fauna protetta, ha interrotto le trattative dei bracconieri che, alla vista degli agenti di polizia giudiziaria, hanno abbandonato gli animali dileguandosi fra la folla. Tra il materiale sequestrato anche nove gabbie vietate dalla legge (soprannominate “cinciarelle” a causa delle piccole dimensioni, 17×24 cm) e cinque ricevitori.

 

Dopo essere stati visitati dal veterinario, i volatili in buone condizioni di salute sono stati liberati presso il bosco di Capodimonte, così come prevede la L. 157/92, mentre quelli non in grado di volare sono stati ricoverati presso l’ASL veterinaria del Frullone. Il coniglio è stato adottato dal reparto a cavallo della Polizia di Stato, presente alla liberazione degli animali insieme a numerosi bambini, che hanno partecipato con entusiasmo spalancando le porte delle gabbie.  

Guarda tutte le foto  

 

·       APPUNTAMENTI OIPA IN TUTTA ITALIA

Partecipa agli appuntamenti proposti dall’OIPA in Italia  

Questa settimana ti segnaliamo:

        25 novembre, Napoli – Giornata di visite mediche gratuite per animali

        29 novembre, Milano – Conferenza OIPA “Gli Altri Animali – Legislazione e Giurisprudenza”

  

OIPA Italia Onlus www.oipa.org

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *