Roma, manifestazione “No al cemento, rprendiamoci la città”

Sventare l’attacco che Comune di Roma e Regione Lazio voglio perpretare a danno di tutti i cittadini con la cancellazione completa delle aree verdi per destinarle ad una nuova cementificazione. Manifestazione a Roma il 18/01/2013.

 

 

NO AL CEMENTO 
MANIFESTAZIONE “Riprendiamoci la città” 
sabato 19 gennaio, ore 14.30, piazza Vittorio 



legambiente citta futura - logoCarissimi, 
Come sapete, nelle prossime settimane l’Assemblea capitolina si troverà a discutere decine e decine di delibere per nuovo cemento in città, un pacchetto urbanistico che rischia di vedere piombare sulla città, e soprattutto nell’agro romano, migliaia di inutili case che non risponderanno alla domanda di casa a basso costo che c’è, facendo tornare il già enorme Piano Regolatore quarant’anni indietro, ben oltre i 100 milioni di metri cubi dai 64 approvati in modo già enorme e in gran parte realizzati:

nel Municipio Roma 6 potrebbero essere approvati 2.000.000 di metri cubi pari alla cancellazione completa di quasi tutte le aree verdi del Municipio, all’aumento di 15.000 abitanti, di traffico, caos, rumori e inquinamento con ricadute serie sulla salute e la qualità della vita dei cittadini.


Per sventare questo attacco, in piena campagna elettorale per la Regione e il Comune, c’è bisogno di una forte reazione, di una vera e propria campagna che tocchi i quartieri, i territori. 

 
Iniziative 
Dal punto di vista della mobilitazione il primo appuntamento al quale Legambiente aderisce, e dove è quindi importante avere una nostra presenza visibile, è la 

MANIFESTAZIONE “Riprendiamoci la città” che si terrà sabato 19 gennaio ore 14.30 a piazza Vittorio
promossa da una rete allargata che va dai movimenti per il diritto all’abitare, agli ambientalisti, ai movimenti per l’acqua, alla rete Roma non si vende che ha lavorato con successo per sventare la vendita di Acea. 
Saremo, inoltre, presenti il più possibile alle sedute dell’Assemblea capitolina. 

 

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *