Casa, ‘solo parole dalla conferenza unificata’

“Abbiamo di fronte il Governo del “fare parole” dalla Conferenza Unificata tante parole ma nessun fatto concreto, programmatico e strutturale”.

Roma 31 ottobre 2013

Comunicato stampa

Casa: “Abbiamo di fronte il Governo del “fare parole” dalla Conferenza Unificata tante parole ma nessun fatto concreto, programmatico e strutturale, tutto rinviato a futuri tavoli intanto la gente viene sfrattata o è parcheggiata nelle graduatorie comunali. Anche sulle risorse relative ai fondi affitto e morosità colpevole siamo alle mance ininfluenti”

Dichiarazione di Walter De Cesaris, Segretario nazionale Unione Inquilini:

“Siamo al Governo del “fare parole” questa potrebbe essere la sintesi degli impegni presi oggi dal governo. Da un lato si riciclano le medesime cifre moltiplicate per due relative al fondo sociale affitti e al fondo morosità, dall’altra questi due interventi sono ininfluenti perchè il problema è andare molto oltre anche in termini di risorse economiche. Dalla Conferenza Unificata di oggi non viene nessuno scatto in avanti nessun intervento programmatico e strutturale, nemmeno accennato, ci sono vistosi e inspiegabili no, come quello relativo alla sospensione degli sfratti per morosità incolpevole. Non c’è nessun avvio di monitoraggio sull’immenso patrimonio del demanio civile e militare, ne sui patrimoni regionali, comunali e provinciali sfitti e inutilizzati da indirizzare subito a recupero per dare risposta al fabbisogno abitativo, ne tantomeno si accenna al recupero dei 25 mila alloggi di case popolari lasciati nel degrado e chiusi a fronte di 650 mila famiglie collocate nelle graduatorie comunali. Non c’è nessuna azione contro lo sfitto e contro l’odiosa esclusione dal pagamento dell’imu per l’invenduto dei costruttori. A questo punto vista l’inconsistenza del Governo, i sindaci se vogliono essere coerenti con quanto dicono sui giornali, devono intervenire subito con tre atti formali: 1) sospendere gli sfratti nei singoli comuni attraverso l’immediata convocazione dei comitati per l’ordine e la sicurezza; 2) promuovere o avviare le commissioni di graduazione sfratti allo scopo di procedere alla esecuzione degli sfratti solo quando è previsto il passaggio da casa a casa; 3) procedere alla requisizione delle case sfitte a partire da quelle detenute dai grandi proprietari immobiliari. Oggi a fronte di aspettative fomentate dai sindaci e in parte dal governo siamo di fronte ad un processo dilatorio ed a una mancata assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti istituzionali una occasione persa per dare credibilità alla politica, noi non ci arrendiamo allo stato di cose presenti continueremo nel nostro percorso per l’affermazione del diritto alla casa.”

Unione Inquilini
Segreteria Nazionale
Via Cavour 101 – 00184 Roma
tel 06/4745711 – fax 06/4882374
Mail unioneinquilini@libero.it
sito internet www.unioneinquilini.it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.