Villa Maraini, oltre 2000 vite salvate dall’overdose

FONDAZIONE VILLA MARAINI O.N.L.U.S.

Comunicato Stampa del 4 aprile 2014

VILLA MARAINI: OLTRE 2000 VITE SALVATE DALL’OVERDOSE

LE NAZIONI UNITE CONFERMANO E DIFFONDONO IL NOSTRO MODO DI OPERARE NELLE OVERDOSI

CON IL RITORNO DELL’EROINA IN ITALIA, DI CUI SONO STATE GIÀ COMMENTATE LE PRIME AVVISAGLIE,
VILLA MARAINI INTENDE ALLERTARE L’OPINIONE PUBBLICA SULLE MODALITÀ DA
ADOTTARE PER PREVENIRE LE MORTI PER OVERDOSE IN CUI LA NOSTRA ESPERIENZA È STATA
LA PRIMA AL MONDO AD IPOTIZZARE E AD UTILIZZARE IL NALOXONE, FARMACO ANTAGONISTA
SPECIFICO, DA PARTE DI PERSONALE NON SANITARIO APPOSITAMENTE ISTRUITO.
FIN DAL 1980 NELL’AMBITO DEL GRUPPO DI ESPERTI DELLA CROCE ROSSA INTERNAZIONALE
SULLA DROGA PRESIEDUTO DA MASSIMO BARRA, FONDATORE DI VILLA MARAINI, ERA STATO
SUGGERITO DI INSERIRE LE FIALE DI NALOXONE NELLA BORSA DI PRIMO SOCCORSO DEI VOLONTARI.
NEL NOSTRO PAESE MOLTI SI OPPOSERO RITENENDO L’USO DEL NALOXONE UN ATTO RISERVATO
AI MEDICI, MA VILLA MARAINI AUTORIZZÒ I PROPRI OPERATORI DI STRADA, IN MAGGIORANZA
EX TOSSICOMANI, AD UTILIZZARLO PER PREVENIRE MORTI NON ALTRIMENTI EVITABILI.
SOLO ORA LA PROBLEMATICA È GIUNTA ALL’ATTENZIONE DELLA COMUNITÀ SCIENTIFICA INTERNAZIONALE
TANTO CHE L’OMS HA RECENTEMENTE PRODOTTO LINEE GUIDA DI INTERVENTO
CHE CONFERMANO LE INTUIZIONI DI VILLA MARAINI E LA STRATEGIA È STATA CONFERMATA
LO SCORSO MESE A VIENNA IN UN SEMINARIO AD HOC ORGANIZZATO DA UNODC, L’AGENZIA
SPECIALIZZATA DELLE NAZIONI UNITE PER LA DROGA.
PER INTERVENIRE SULL’OVERDOSE IL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE NON BASTA PERCHÉ
IL PAZIENTE PUÒ ARRIVARCI GIÀ MORTO.
È NECESSARIO ESSERE PRESENTI IN STRADA O IN CASA DOVE E QUANDO L’OVERDOSE AVVIENE.
PER QUESTO OGNI FAMIGLIA CON UN TOSSICOMANE DOVREBBE TENERE SEMPRE A DISPOSIZIONE
ALMENO 1 FIALA DI NALOXONE.
“DAL 1992 AL 31 DICEMBRE 2013 -SOTTOLINEA MASSIMO BARRA -VILLA MARAINI HA EFFETTUATO
2.139 INTERVENTI PER OVERDOSE SALVANDO DA MORTE CERTA ALTRETTANTE VITE:
IL MAGGIOR NUMERO AL MONDO DI OVERDOSI FAUSTE RIPORTATE E REGISTRATE IN AMBITO
NON SANITARIO. A QUESTE CIFRE VANNO AGGIUNTI I MOLTI CASI IN CUI A SALVARE I TOSSICOMANI
SONO STATI PARENTI O AMICI A CUI ABBIAMO CONSEGNATO FIALE DEL FARMACO.
NATURALMENTE QUESTI SUCCESSI CHE HANNO CONTRIBUITO AD AFFERMARE NEL MONDO
VILLA MARAINI SONO AVVENUTI NEL DISINTERESSE DELLE AUTORITÀ, TANTO CHE IL COMUNE
DI ROMA HA COMPLETAMENTE AZZERATO PER IL 2014 IL CAPITOLO DI SPESA RELATIVO ALLA
LOTTA ALLA DROGA E L’ULTIMO STIPENDIO DEGLI OPERATORI FA RIFERIMENTO AL MESE DI
NOVEMBRE 2013”.

P ER I N F O R M A Z I O N I : 337733915