Teatro dell’Opera di Roma, sindacato: ‘Adesso vogliamo coerenza’

All’indomani dell’assemblea dei lavoratori che ha ratificato laccordo siglato il 17 novembre da tutte le OO.SS. presenti in teatro, che ha scongiurato il licenziamento collettivo di Coro e Orchestra, il nostro sindacato impegna fin da subito lAzienda ad operare nel verso di quanto sottoscritto.

 

 

COMUNICATO

“ADESSO VOGLIAMO COERENZA”

 

All’indomani dell’assemblea dei lavoratori che ha ratificato laccordo siglato il 17 novembre da
tutte le OO.SS. presenti in teatro, che ha scongiurato il licenziamento collettivo di Coro e
Orchestra, il nostro sindacato impegna fin da subito lAzienda ad operare nel verso di quanto
sottoscritto.

Il Libersind-Conf.sal ritiene infatti che senza un cambio di passo gestionale e di impostazione nelle
attività del Teatro, non si potrà intraprendere un nuovo percorso, condiviso con le OO.SS. , che
porti all’aumento della produttività, alla riproposizione del repertorio, al decentramento e
alternanza degli spettacoli, ovvero azioni che possano attirare il grande pubblico in Teatro.

E’ nostra convinzione infatti che i motivi che hanno generato il dissesto finanziario dell’Ente, che
i pesanti sacrifici economici dei lavoratori contribuiranno a risanare, non possano certo essere
imputati alla sola parte dipendente, ma vadano ricercati principalmente in una cattiva gestione
e tra coloro i quali possedevano e possiedono le leve decisionali.

Pertanto il Libersind Conf.sal chiede che, con altrettanto coraggio di quanto ne hanno avuto
responsabilmente tutti i lavoratori del Teatro, lAzienda dia fin da subito chiari segnali di
intraprendere un percorso completamente diverso, tracciando una linea precisa di discontinuità
con le scelte del passato.

Chiediamo di ricevere quanto prima il piano annuale di previsione di lavoro per i contratti a
tempo determinato, per consentire ai lavoratori precari di pianificare il loro impegno mentre ci
aspettiamo che non verranno penalizzati i reparti produttivi che saranno in prima fila nel
processo di risanamento.

Siamo in attesa inoltre di ricevere le convocazioni per discutere il nuovo contratto integrativo
prima del 31 dicembre 2014, al fine di scongiurare gli esiti della legge 112.

Per quanto ci compete sindacalmente, noi ci impegniamo e lavoriamo per la realizzazione di un
Teatro di eccellenza, che dia lustro ed offra cultura alla nostra città e che rappresenti degnamente
tutte le ottime professionalità che lo compongono.

Vigileremo perché questo avvenga davvero; denunceremo se dovessero riproporsi vecchie
abitudini.

 

Roma 26 novembre 2014

 Sub Commissario RSA Teatro dell’Opera di Roma

 LIBERSIND CONF.SAL

 Denise Lupi

 

 

Libersind Conf. Sal.
Tel. 06/4075619 Fax 06/40500016 Cod. Fiscale 97055050583

Sito WEB: www.libersind.it Mail: posta@libersind.it App: Libersind Confsal

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.