Incontro Collettivo Ecologista 2015, il 20 e 21 giugno

A Montecorone di Zocca, nel fine settimana del 20 e 21 giugno 2015, si tiene il Collettivo Ecologista in cui condividere le proprie esperienze bioregionali, comprendendovi i vari aspetti della conoscenza della natura e della vita.

 

Incontro Collettivo Ecologista 2015 – Montecorone di Zocca (Modena) 20 e 21 giugno 2015

A Montecorone di Zocca, nel fine settimana del 20 e 21 giugno 2015,
si tiene il Collettivo Ecologista in cui condividere le proprie
esperienze bioregionali, comprendendovi i vari aspetti della
conoscenza della natura e della vita. In particolare ci occuperemo di
cure naturali, agricoltura biologica, alimentazione bioregionale,
spiritualità della natura, canti armonici e conoscenze erboristiche e
del rapporto uomo animali.

La prerogativa del bioregionalismo è quella di mantenere la vicinanza
fra l’uomo e la natura, nel riconoscimento che la natura stessa è la
nostra casa e la matrice di ogni vita.

Quest’anno, come sempre avviene duranti gli incontri, si terranno
due sessioni di “sharing”, una al pomeriggio del 20 giugno ed un’altra
alla mattina del 21 giugno (con conclusioni finali nel pomeriggio
dello stesso giorno), diciamo che sarà una sorta di tavola rotonda
per promuovere un “vivere armonico e pieno d’amore”.

Ognuno dei partecipanti, a modo suo, è un esperto, ed ognuno parlerà
delle sue conoscenze e metodi di cure e medicine alternative,
erboristeria, psicologia sociale, diete alimentari, salvaguardia dei
consumatori, agricoltura ecologica, prodotti fatti in casa, etc. In
modo da far crescere un necessario dibattito e confronto sulle varie
discipline e su come poter mantenere la persona e l’ambiente in buona
salute. L’incontro sarà allietato anche da esibizioni poetiche e
canore e da letture sulla tradizione contadina e presentazione di
libri in tema.

Durante i due giorni dell’incontro non mancheranno attività pratiche
ed utili, come l’aiuto nel lavoro dei campi e passeggiate per il
riconoscimento delle erbe spontanee commestibili. Inoltre si potrà
partecipare ad un semplice laboratorio per la preparazione della acqua
benedetta e curativa di “San Giovanni”. Negli stessi giorni potremo
condividere il cibo bioregionale vegetariano da ognuno portato e
partecipare alla preparazione del pane cotto al forno a legna. Per
dormire ci si potrà arrangiare in una rustica casa colonica su stuoie
e tappeti oppure in tenda propria.

Insomma sarà un bell’esperimento di vita conviviale, aperto a tutti
coloro che si riconoscono figli della Terra e membri della comunità
dei viventi, senza distinzione di specie o credo.

La partecipazione è libera e gratuita, alla fine dell’incontro girerà
un cesto per la raccolta di offerte volontarie a risarcimento delle
spese sostenute da chi ci ospita.

Paolo D’Arpini – Rete Bioregionale Italiana
 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.