Premio Sviluppo Sostenibile 2015

Sono già 180 e a novembre prossimo se ne aggiungeranno altre 30, sono le imprese nazionali che sono salite o saliranno sul podio del Premio per lo Sviluppo Sostenibile.


Premio per lo Sviluppo Sostenibile 2015

Cresce il numero delle imprese
che scommettono sulla qualità ambientale
Tre i settori in gara, Rifiuti e Risorse, Mobilità sostenibile, Start-up dedicate alla green economy e quest’ anno il premio è anche on line sul sito http://premiosvilupposostenibile.org

Sono già 180 e a novembre prossimo se ne aggiungeranno altre 30, sono le imprese nazionali che sono salite o saliranno sul podio del Premio per lo Sviluppo Sostenibile. Istituito dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, il Premio è giunto nel 2015 alla settima edizione e in questi anni ha visto la partecipazione di più di 1.000 imprese green. Il riconoscimento, che va a tutte quelle aziende che fanno del fattore ambiente una delle leve essenziali per essere competitive, quest’ anno riguarderà tre settori: Rifiuti e Risorse, Mobilità sostenibile, Start up dedicate alla green economy. Saranno tre le imprese vincitrici del Premio per lo Sviluppo Sostenibile 2015, una per ciascuno dei tre settori e accanto a queste ci saranno altre 27 imprese segnalate.
“Nessun settore –ha osservato il Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi- ha potenzialità di benessere, di sviluppo e di nuova occupazione comparabili con quello della green economy. Se prendiamo, ad esempio, due settori questo è quanto mai evidente: nel riciclo dei rifiuti tra il 2008 e il 2012 le imprese sono cresciute del 12% e gli addetti del 19% arrivando a circa 130.000, e nell’ agricoltura biologica, possiamo contare sul più alto numero di aziende in Europa, circa 50.000”.

In particolare nella categoria Rifiuti e Risorse potranno partecipare le imprese che producono prodotti, servizi e hanno sviluppato buone pratiche relative all’ economia circolare, prevenzione dei rifiuti, riutilizzo, riciclo e recupero di energia, impiego e riutilizzo di materiali rinnovabili, bonifiche siti inquinati, recupero di materia, innovazioni per la raccolta domestica, imballaggi ecosostenibili, ecc
Le imprese che parteciperanno nella categoria Mobilità sostenibile dovranno offrire prodotti, servizi e sviluppare buone pratiche relative alla riduzione di impatti ambientali in aree urbane, interoperabilità, car-sharing, bike sharing, biocarburanti, trasporto sostenibile di persone e merci, veicoli innovativi a basso impatto (elettrici, ibridi, a gas), mobility management, nuove soluzioni eco-efficienti per le imprese di mobilità, sistemi di telelavoro, soluzioni IT e app per la smart mobility, etc.
Infine nella categoria Start-up dedicate alla green economy vengono considerate nuove iniziative imprenditoriali dedicate a produrre beni o servizi di alta qualità ecologica, a bassa o nulla emissioni di carbonio, con uso efficiente di materiali ed energia.

La cerimonia di premiazione avverrà il 5 novembre prossimo durante la Fiera di Ecomondo a Rimini e le imprese che vorranno partecipare al premio dovranno inviare tutto il materiale entro il 30 giugno prossimo. Il Premio ha ricevuto sempre l’adesione del Presidente della Repubblica ed è stata richiesta anche per l’edizione 2015. Quest’ anno poi il Premio è anche on line sul sito http://premiosvilupposostenibile.org/

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.