Al Parlamento Europeo colazioni eque e solidali

Nel corso delle Colazioni Eque e Solidali al Parlamento Europeo, Equo Garantito e il Fair Trade Advocacy Office, insieme ad altri soggetti del Commercio Equo e Solidale, hanno presentato il nuovo Toolkit“Localising the Sustainable Development Goals (SDGs) through Fair Trade”.

logo equo_garantito
Comunicato Stampa

Fair Trade e public procurement per raggiungere gli obiettivi di sviluppo del millennio
Un premio per le Città Eque e sostenibili

Nel corso delle Colazioni Eque e Solidali al Parlamento Europeo, Equo Garantito e il Fair Trade Advocacy Office, insieme ad altri soggetti del Commercio Equo e Solidale, hanno presentato il nuovo Toolkit Localising the Sustainable Development Goals (SDGs) through Fair Trade. Le amministrazioni locali hanno un ruolo chiave nella definizione di politiche che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi della nuova Agenda 2030.
Il Commercio equo e solidale è particolarmente rilevante nel raggiungimento degli SDGs per quanto riguarda l’obiettivo sul consumo e la produzione sostenibile e in come questo obiettivo sia utile per raggiungerne altri quali l’eliminazione della povertà e l’eguaglianza di genere.

Il movimento del Commercio Equo saluta con interesse la dichiarazione di Cecilia Malmstrom – Commissario Europeo al Commercio che ha pubblicamente annunciato un nuovo Premio Europeo per città Etiche ed Eque, all’interno della “Trade for all Strategy”.
 

 

Il toolkit fornisce indicazioni e buone pratiche in diverse aree e settori di attività della politica a livello locale dal public procurement, allo sviluppo economico locale, la cooperazione internazionale, le attività di sensibilizzazione e l’impegno di diversi stakeholder.
Le esperienze riportate raccontano esempi e pratiche implementate in diversi Paesi e dovrebbero aiutare i funzionari a livello locale nel programmare e definire modalità per raggiungere e concretizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Joakim Reiter, Segretario Generale di UNCTAD (Conferenza sul Commercio e lo Sviluppo delle Nazioni Unite) dichiara nella prefazione del toolkit: “Era tempo di una pubblicazione come questa che servisse come strumento pratico per le città per imparare da esperienze già realizzate con successo nell’implementazione di progetti a sostegno degli obiettivi dell’agenda 2030”.

È proprio attraverso l’impegno delle Fair Trade Towns che il Commercio Equo ha acquisito esperienza nel lavorare con le amministrazioni locali nello spirito del pensare globale e agire locale, dal 200 ad oggi più di 1800 città e comunità nel mondo si sono dichiarate Fair Trade Towns.

“Anche l’Europa può spingere le autorità locali ad essere più eque e sostenibili in tante modalità e deve promuovere un riconoscimento a quelle che maggiormente implementano pratiche etiche e sostenibilità dagli acquisti, alla sensibilizzazione, alla cooperazione internazionale” ribadisce Sergi Corbalan, direttore del Fair Trade Advocacy Office.

“Questo sarà un passo importante e su cui molte organizzazioni a livello nazionale potranno lavorare e un impegno da portare anche nelle sedi istituzionali del proprio paese per aprire la strada al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda 2030”, dichiara Giorgio Dal Fiume membro del Direttivo di Equo Garantito presente all’incontro.

 

Bruxelles, 12 ottobre 2016

• Per scaricare la pubblicazione clicca qui:
http://www.fairtrade-advocacy.org/images/Localising_the_SDGs_through_FairTrade.pdf

• Per scaricare la pubblicazione di Equo Garantito “Il Commercio Equo e Solidale negli Appalti Pubblici” – clicca qui: http://www.equogarantito.org/wp-content/uploads/2016/06/Public-procur_2016_sito.pdf

  Equo Garantito

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *