Ghana: NO alla miniera di bauxite a Tano Offin!

Biciclette, finestre, imballaggi: l’alluminio alleggerisce la nostra vita. Ma è un pesante fardello per le foreste tropicali. Il Ghana ha concesso alla Exton Cubic Group il permesso per estrarre bauxite nella Riserva Forestale Tano Offin. Firmate questa petizione alle autorità ghanesi per il rispetto delle aree protette!

 

 

Ghana: NO alla miniera di bauxite a Tano Offin!

 

 
Antilopi nelle foreste e savane del Ghana (© Bernard Dupont – CC BY-SA 2.0)

 

Biciclette, finestre, imballaggi: l’ alluminio alleggerisce la nostra vita. Ma è un pesante fardello per le foreste tropicali. Il Ghana ha concesso alla Exton Cubic Group il permesso per estrarre bauxite nella Riserva Forestale Tano Offin. Firmate questa petizione alle autorità ghanesi per il rispetto delle aree protette!

Lettera

CA: Al Presidente della Repubblica del Ghana

Una licenza per estrarre bauxite minaccia la Riserva Forestale Tano Offin. Chiediamo il rispetto della zona protetta e il ritiro immediato della concessone.

Leggi tutta la lettera

La Riserva Forestale Tano Offin con i suoi 41.000, è un’ “Area di Biodiversità di Rilevanza Mondiale” del Ghana, ma ora la bauxite presente nel suo sottosuolo potrebbe diventare la sua maledizione.

I difensori della natura hanno scoperto che una licenza per l’estrazione di bauxite è stata assegnata alla società Cubic Exton Group il 10 giugno 2016. I giornalisti di Kyeriaso avevano anche trovato tracce di un cantiere prima del rilascio del permesso. Secondo gli ambientalisti, alcune strade sono state riparate per avviare l’estrazione mineraria nell’area protetta.

La società mineraria non si cura degli oppositori del progetto e sta facendo pressioni per poter sfruttare anche la riserva forestale protetta di Fure River.

La concessione di una licenza come questa, all’interno di un’area protetta, non sarebbe stata possibile senza il coinvolgimento delle più alte sfere del potere: il 50% delle azioni della società sono in possesso di Michael Mahama , fratello del presidente.

Il Ghana è impegnato nella protezione della biodiversità dal 1992. Permettere che la Riserva Forestale di Tano Offin venga distrutta per l’estrazione mineraria sarebbe una violazione di questo impegno decennale. Il Ghana perde in media il 2,19% della sua copertura forestale all’anno, e fa già parte dei paesi con la maggiore perdita di manto forestale.

28 organizzazioni del Ghana si sono rivolte con una lettera al presidente John Dramani Mahama, membro del comitato sugli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Il loro messaggio: se il governo non ritirerà la concessione mineraria, sacrificherebbe non solo la Riserva Forestale di Tano Offin, ma metterebbe a rischio anche la sua credibilità a livello internazionale.

Unitevi con una firma a questa petizione in collaborazione con le organizzazioni ghanesi. Grazie!

FIRMA ORA!

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.