“Prima o poi”

«Prima o poi, le banche centrali cesseranno di compor­tarsi come dei Madoff legalizzati. Dovranno ridurre il flusso di denaro gratuito che stanno dando alle banche. Ciò farà salire i tassi d’interesse e i governi e le imprese dovranno tagliare le spese o finiranno in bancarotta».

 

L’AVVENIRE DEI LAVORATORI

La più antica testata della sinistra italiana, www.avvenirelavoratori.eu

Organo della F.S.I.S., centro socialista italiano all’estero, fondato nel 1894

Sede: Società Cooperativa Italiana – Casella 8965 – CH 8036 Zurigo

Direttore: Andrea Ermano

 

> > > PDF scaricabile su http://issuu.com/avvenirelavoratori < < <

e-Settimanale – inviato oggi a oltre 50mila utenti – Zurigo, 21 settembre 2017

    

IPSE DIXIT

 

Prima o poi – «Prima o poi, le banche centrali cesseranno di compor­tarsi come dei Madoff legalizzati. Dovranno ridurre il flusso di denaro gratuito che stanno dando alle banche. Ciò farà salire i tassi d’interesse e i governi e le imprese dovranno tagliare le spese o finiranno in bancarotta». – Jacques Attali

 

mailbox:///C:/Users/Claudio2015/AppData/Roaming/Thunderbird/Profiles/dvtqyqdo.default/Mail/Local%20Folders/IN%20AmbienteWeb?number=8973&part=1.2&filename=image001.jpg

 

Bernard Madoff. 150 anni di carcere

    

          

EDITORIALE

 

L’ADL ha tagliato il

traguardo dei 120 anni

 

120 anni dalla parte dei lavoratori, dei migranti e dei diritti

dell’uomo: una vecchia bandiera rossa che continua a

sventolare sfidando il tempo e l’arroganza del potere.

 

Questa testata nasce a fine Ottocento, in seguito ai vari “pogrom” anti-italiani che stavano avvenendo in quegli tempi nelle varie città europee e che si ripeterono, da ultimo, a Zurigo nel 1896.

    «Il 26.7.1896 nel quartiere operaio di Aussersihl a Zurigo scoppiarono dei tumulti, protrattisi per diversi giorni, a seguito di una rissa in cui un Alsaziano era morto accoltellato da un muratore. Come già avvenuto durante la rivolta del Käfigturm a Berna nel 1893, la collera popolare si scatenò dapprima contro gli Italiani per poi rivolgersi, dopo l’intervento della polizia e dell’esercito, anche contro le autorità», così si legge nel Dizionario storico della Svizzera.