Ergastolo: nuovo digiuno nazionale martedì 26 giugno 2018

L’’Associazione Liberarsi ha sempre sostenuto la campagna contro il carcere a vita e per questo ha indetto il terzo giorno di digiuno nazionale per martedì 26 giugno 2018, data in cui l’ONU dedica una giornata alle vittime della tortura, quindi anche ai detenuti condannati alla pena dell’’ergastolo.

 

Ergastolo: nuovo digiuno nazionale martedì 26 giugno 2018

Ergastolo: nuovo digiuno nazionale martedì 26 giugno 2018

La certezza della pena produce altra criminalità. Probabilmente le maggioranze politiche, e quella del Paese, sono contrarie all’’abolizione dell’’ergastolo, ma la storia è piena di maggioranze che sbagliano. Essere in molti non significa di per sé che si abbia ragione. (Associazione Liberarsi)

L’’Associazione Liberarsi ha sempre sostenuto la campagna contro il carcere a vita e per questo ha indetto il terzo giorno di digiuno nazionale per martedì 26 giugno 2018, data in cui l’ONU dedica una giornata alle vittime della tortura, quindi anche ai detenuti condannati alla pena dell’’ergastolo. Ancora una volta stiamo cercando di coinvolgere il maggior numero di persone interessate, le associazioni di volontariato, i nuovi parlamentari e/o chi si occupa di politica attiva, i centri sociali, esponenti della magistratura, dell’università, delle camere penali, uomini e donne di tutte le chiese, fedi religiose e movimenti spirituali, intellettuali, personaggi del mondo dello spettacolo e dell’informazione.

La campagna #campagnadigiunaperlavita#9999#noergastolo#26giugno2018 deve avere l’appoggio di tanti cittadini e cittadine per diffondere il no contro il carcere a vita. È importante che i digiuni abbiano un ritmo, date precise, per non dimenticare, per scuotere le coscienze, per sensibilizzare l’opinione pubblica, per mettere in luce la situazione reale di tutti gli ergastolani. La pena dell’’ergastolo ti toglie tutto, persino la possibilità di morire una volta sola, perché si muore un po’’ tutti i giorni, e ti uccide più della pena di morte, lasciandoti in vita il corpo, ma ammazzandoti l’’anima.

Mi è capitato di leggere il contratto di governo M5S-Lega sulla giustizia e sono rimasto perplesso di fronte al programma della costruzione di nuovi istituti penitenziari, perché nei Paesi in cui ci sono poche carceri ci sono anche meno delinquenti. Non citerò i dati sulla recidiva, ma per esperienza personale penso che il carcere in Italia non fermi né la piccola né la grande criminalità, piuttosto la produca. E questo probabilmente perché quando vivi intorno al male non puoi che farne parte. Penso che spesso non siano i reati commessi a far diventare una persona criminale, bensì i luoghi in cui è detenuta e gli anni di carcere che le vengono inflitti.  Si vuole assumere nuovo personale di Polizia, ma siamo il paese nel mondo che, in rapporto al numero di detenuti, ha più agenti penitenziari. Credo che sarebbe meglio se in carcere ci fossero più educatori, psicologi, psichiatri, insegnanti o altre figure di sostegno.

Si prospetta anche la revisione della ‘sorveglianza dinamica’ e del regime penitenziario ‘aperto’, ma come si fa a migliorare stando chiusi in una cella, sdraiati in una branda guardando il soffitto 22 ore su 24?  Credo che si dovrebbe stare molto attenti al trattamento delle persone in carcere, perché quando escono, molto probabilmente, diventano più devianti e criminali di quando sono entrate. E odiano la società e le istituzioni ancora di più, per averle fatte diventare dei “mostri”. Io penso che il carcere, così com’è oggi,  non dia risposte, il carcere è una non risposta, il carcere è il male assoluto. Non si può educare una persona tenendola all’inferno. La si può solo punire, farla soffrire, distruggerla, e dopo questo anche il peggiore assassino si sentirà innocente. Solo un carcere aperto e rispettoso della legalità può restituire alla società dei cittadini migliori.

Si propone pure la rivisitazione delle linee guida sul carcere duro del “41-bis”. Sinceramente non credo che più di così si possa peggiorare questo terribile regime detentivo di tortura. Comunque, per sconfiggere la mafia non ci si dovrebbe accontentare solo di murare vivi i mafiosi ma, piuttosto, si dovrebbe voler migliorare i loro cuori e le loro menti. E per fare questo si hanno più possibilità di riuscita trattandoli con umanità. Seppellirli vivi non serve poi molto, se non a farli diventare agli occhi di qualcuno dei martiri o degli eroi.

Lo so, la stragrande maggioranza dei politici è d’accordo solo su una cosa: riempire le carceri come delle scatole di sardine e usare l’emergenza criminalità per continuare a prendere voti. L’’idea più terribile che ho letto in questo contratto di governo M5S-Lega è l’’affermazione anticostituzionale di “Certezza della pena”.

Molti non sanno che la nostra Carta Costituzionale, scritta soprattutto da partigiani che sono stati detenuti nelle carceri fasciste, prevede che la pena abbia principalmente lo scopo di tendere alla rieducazione, quindi qualsiasi pena detentiva non può e non deve essere certa quando ha esaurito la sua funzione rieducativa.  In tutti i casi, la certezza della pena non è assolutamente un deterrente e non spaventa proprio nessuno: i terroristi continuerebbero a farsi saltare in aria, alcune persone ad uccidere moglie o figli, i mafiosi ad essere mafiosi e alcuni politici continuerebbero a rubare.

Attualmente chi sconta la pena fino all’’ultimo giorno esce arrabbiato e convinto di avere pagato il suo debito con la giustizia. Credo che i politici che per consenso elettorale invocano a gran voce la “certezza della pena”, non facciano gli interessi di chi li ha eletti, ma facciano piuttosto, senza volerlo, gli interessi della criminalità, perché i suoi adepti in carcere non sono stimolati a cambiare.

Su www.liberarsi.net troverete maggiori informazioni sulla terza campagna di digiuno per l’abolizione dell’ergastolo; cliccando su Aderisci alla terza giornata di digiuno fissato per martedì 26 giugno 2018 per l’abolizione dell’ergastolo sarà possibile sottoscrivere l’’adesione.

L’opuscolo della Campagna è scaricabile gratuitamente:  http://www.stradebianchelibri.com/9999-numero-3.html

26.06.2018 – Carmelo Musumeci

Quest’articolo è disponibile anche in: Spagnolo

 


GAZA. La grande marcia prosegue. Reportage fotografico dal confine di Al Bureji

Posted: 25 Jun 2018 02:20 PM PDT

La giornata di ieri è stata meno cruenta delle precedenti. I cecchini hanno sparato lo stesso e i tear gaz venefici hanno comunque riempito l’aria, ma i feriti lungo tutto il confine sono stati “appena” 206 tra cui alcuni bambini e un giornalista palestinese, uno di quei volontari dell’informazione che ancora credono che il giubbetto […]

Patrizia Cecconi

Il centrosinistra? È fuori dalla storia dal 2006. Smascheriamo la retorica leghista

Posted: 25 Jun 2018 12:26 PM PDT

Il punto quindicinale con Domenico Moro, economista e saggista, verte su tematiche quali immigrazione, economia e proposte – da sinistra – di analisi della situazione attuale, interpretando la critica all’Ue  e alla moneta unica da marxisti e non da neoliberisti, così come fa la cosiddetta ‘destra sovranista’. In questi giorni, al termine dei ballottaggi in […]

Marco Piccinelli

“Sea sorrow – Il dolore del mare “, l’odissea dei migranti e il volto del nuovo nazismo

Posted: 25 Jun 2018 07:47 AM PDT

Sea sorrow – Il dolore del mare”, il documentario sui rifugiati nel quale Vanessa Redgrave ha debuttato alla regia, è nelle sale italiane in giorni in cui, a causa delle vicende dell’Acquarius e delle navi Ong cui è rifiutato un porto, scuote in maniera profonda perché invita a riflettere su cosa significhi la negazione dei […]

Bruna Alasia

Un viaggio per la libertà: un progetto per la vera autonomia e il concreto inserimento socio culturale di donne migranti e richiedenti asilo

Posted: 25 Jun 2018 05:24 AM PDT

CADMI ha osservato i nuovi bisogni di una società in cambiamento costante come la nostra e, prendendo le mosse dall’esperienza della ricerca effettuata a livello nazionale da D.i.Re. nell’ambito del progetto SAMIRA, ha deciso di sviluppare un progetto di accoglienza per le donne migranti e richiedenti asilo nel territorio della città metropolitana di Milano. Nel […]

Redazione Italia

Docenti Diritti Umani sulla Giornata Internazionale in favore delle Vittime della Tortura

Posted: 25 Jun 2018 05:13 AM PDT

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani vuole porre l’attenzione sulla Giornata Internazionale in favore delle Vittime della Tortura che proprio il prossimo 26 giugno compie 20 anni da quando fu istituita dell’Assemblea Generale dell’ONU. Tale ricorrenza è ancor più importante in quanto il 10 dicembre 2018 si celebrerà il 70° anniversario della […]

Redazione Italia

Palermo, le ong assolte: «Nessun legame con i trafficanti»

Posted: 25 Jun 2018 04:22 AM PDT

La sentenza assolve la spagnola Proactiva e la tedesca Sea Watch dall’accusa di traffico di uomini sottolineando come le due organizzazioni abbiano operato nel rispetto della convenzione Sar siglata ad Amburgo nel 1979. «Le operazioni Sar di soccorso non si esauriscono nel mero recupero in mare ma devono completarsi e concludersi con lo sbarco in […]

Unimondo

I Moltivolti di Ballarò: l’impresa sociale che valorizza la diversità

Posted: 25 Jun 2018 03:55 AM PDT

“Il migrante non è un problema da risolvere ma una risorsa per creare una nuova società”. Questa la filosofia alla base del modello di integrazione proposto dall’impresa sociale Moltivolti: un progetto palermitano che, partendo dalla cucina e dagli spazi condivisi, vuole creare cittadinanza, lavoro, integrazione e valore. Un ristorante, un coworking, ma soprattutto un progetto […]

Italia che Cambia

Migranti. Mobilitiamoci in tutta Europa per mercoledì 27 giugno, il giorno prima del Consiglio europeo

Posted: 25 Jun 2018 03:32 AM PDT

Siamo ad un momento estremamente critico per l’Unione europea, che si sta spaccando sul tema migratorio. Non possiamo stare a guardare mentre gli egoismi nazionali calpestano quel principio di solidarietà che sta a fondamento dei Trattati. Giovedì il Consiglio europeo dovrebbe discutere e decidere su immigrazione e Dublino, ma dalle notizie che stanno circolando pare […]

Articolo 21

Turchia, Erdogan presidente con nuovi poteri: “Vittoria degli oppressi”

Posted: 25 Jun 2018 03:19 AM PDT

A vincere non sono stati solo i cittadini della Turchia ma anche gli “oppressi del mondo”: lo ha detto nella notte Recep Tayyip Erdogan, confermato presidente con poteri accresciuti in conseguenza di una riforma costituzionale approvata lo scorso anno. “I vincitori delle elezioni del 24 giugno sono la Turchia, la nazione turca, chi soffre nella […]

Agenzia DIRE

Roma, conferenza stampa: questioni di costituzionalità del Decreto Minniti-Orlando in Cassazione e politiche attuali sull’asilo e immigrazione in Italia

Posted: 25 Jun 2018 03:01 AM PDT

Conferenza Stampa Roma, martedì 26 giugno, ore 11, sala della Stampa romana, via della Torretta 36 La vicenda delle 629 persone tenute in ostaggio sull’Aquarius, così come quelle della Nave USA Trenton, con 41 naufraghi a bordo e 12 persone morte abbandonate nel mare, sono la dimostrazione che l’Italia e l’Europa hanno perso qualsiasi senso […]

ASGI Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione

L’ipocrisia di Salvini e delle destre europee

Posted: 25 Jun 2018 02:46 AM PDT

Una delle parole più usate quando si critica la politica dei partiti che hanno in precedenza governato l’Italia è “ipocrisia”. La stessa parola viene ripetuta contro la politica dell’Europa sull’immigrazione. E siamo d’accordo con queste critiche. Con la stessa parola però dobbiamo dipingere anche la politica di Salvini e di tutte le destre europee. Le […]

Gerardo Femina

Salvate la gente in mare – Appello alla Guardia Costiera italiana

Posted: 24 Jun 2018 01:03 PM PDT

Un appello alla Guardia Costiera italiana perché riprenda le operazioni di soccorso in mare è stato lanciato oggi e si è diffuso nei social media e via mail, coinvolgendo migliaia di persone. L’invito è quello di continuare a fare pressione, inviando il seguente testo alle mail guardiacostiera@guardiacostiera.it e guardiacostiera@mit.gov.it, di firmarlo con il proprio nome e di diffonderlo in […]

Redazione Italia

Maxi appalto ad Astaldi per la stazione dei droni NATO di Sigonella

Posted: 24 Jun 2018 10:34 AM PDT

La Sicilia non sarà solo la capitale mondiale dei droni USA. Nei prossimi mesi entrerà in funzione nella grande stazione aeronavale di Sigonella anche il nuovo sistema di “sorveglianza terreste” dell’Alleanza Atlantica, l’AGS (Alliance Ground Surveillance), basato su cinque droni-spia RQ-4B Global Hawk prodotti dalla holding statunitense Northrop Grumman. A fine maggio, la NATO ha […]

Antonio Mazzeo

“Tutti sul Palco”, festival del Teatro Sociale

Posted: 24 Jun 2018 09:18 AM PDT

Di Amanda Smith “Il teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori […]

Redazione Italia

Tutta colpa del Tamagotchi?

Posted: 24 Jun 2018 02:08 AM PDT

Ripercorrendo la mia vita e pensando a quale è stato il momento in cui ho personalmente abbandonato il cammino della socialità reale per affidarmi a quello del legame virtuale, non sono riuscivo a trovare una risposta soddisfacente. La prima iscrizione a Facebook, l’acquisto del primo cellulare non mi soddisfacevano pienamente: cercavo un evento decisivo in […]

Tobia Savoca

 

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *