“Dobbiamo salvare le loro vite!”

“Sono le 22.30 del 10 luglio in Afghanistan: un paziente arriva al nostro Posto di primo soccorso di Andar, nella provincia di Ghazni, a circa duecento chilometri da Kabul. Ha una vecchia ferita, ma averla trascurata gli ha causato delle complicazioni e ora le sue condizioni sono gravi”.

 Logo di EMERGENCY

 

  Dona il tuo 5x1000 a EMERGENCY CF 97147110155
Dona ora
EMERGENCY.IT
NON C’È TEMPO DA PERDERE,
DOBBIAMO SALVARE LA LORO VITA
Foto da cellulare dell'ambulanza di EMERGENCY colpita negli scontri del 10 luglio in Afghanistan
Sono le 22.30 del 10 luglio in Afghanistan: un paziente arriva al nostro First Aid Post (Posto di primo soccorso) di Andar, nella provincia di Ghazni, a circa duecento chilometri da Kabul. Ha una vecchia ferita, ma averla trascurata gli ha causato delle complicazioni e ora le sue condizioni sono gravi. Poco dopo arriva un altro paziente, ferito alla testa da un proiettile.

Hanno entrambi bisogno di essere trasferiti al nostro Centro chirurgico di Kabul, non possiamo aspettare la mattina seguente. Muoversi ad Andar di notte è pericoloso, la strada per Kabul è lunga e piena di insidie. Ma nonostante questo, dopo un rapido confronto tra lo staff, decidiamo di partire lo stesso e affrontare quattro ore di viaggio notturno.

Superata Ghazni, per strada iniziano improvvisamente i combattimenti tra le forze di sicurezza afgane e l’opposizione. La nostra ambulanza viene colpita da diversi proiettili e va fuori uso.

Cerchiamo riparo insieme ai pazienti – fortunatamente, sia loro che lo staff non sono stati colpiti – poi telefoniamo ai colleghi di Ghazni: serve subito un’altra ambulanza, che riesce ad arrivare sul posto. La strada però è troppo pericolosa e, per evitare di essere nuovamente coinvolti negli scontri, aspettiamo fino alle sei del mattino dopo per ripartire. Dopo dodici ore di viaggio, finalmente arriviamo al nostro ospedale: i pazienti vengono immediatamente portati in sala operatoria. Non c’è tempo da perdere, dobbiamo salvare la loro vita.

Ecco cosa fanno i nostri FAP in Afghanistan: una rete di 44 presìdi presenti in 11 province del Paese, dove lo staff si occupa di stabilizzare i feriti per porterli trasferire nei nostri Centri chirurgici. Ogni giorno, le ambulanze percorrono migliaia di chilometri per garantire ai feriti di guerra l’accesso gratuito alle cure di cui hanno bisogno.

Solo pochi giorni fa abbiamo inaugurato un nuovo FAP nella provincia di Laghman, a est di Kabul. Dall’inizio del 2018, abbiamo trattato nei FAP 154.970 pazienti, di cui 5.692 riferiti ai nostri tre ospedali.

#laguerraè

Sostieni i nostri progetti in Afghanistan
CONDIVIDI SU:
QUANTE COSE PUÒ FARE LA TUA FIRMA?
DONA IL TUO 5X1000 A EMERGENCY
Dona il tuo 5x1000 a EMERGENCY
Dona il tuo 5×1000 a Emergency e ci aiuterai a costruire ospedali, offrire cure mediche, formazione e riconoscere dignità alle vittime della guerra e della povertà, senza discriminazioni. Il tuo sostegno aiuterà le persone in Sudan, in Afghanistan, in Iraq, in Sierra Leone, in Repubblica Centrafricana e in Italia.
Dona il tuo 5×1000 a Emergency: basta indicare il codice fiscale 97147110155 nella tua dichiarazione dei redditi.
Come donare il tuo 5×1000
CONDIVIDI SU:
INIZIATIVE
TUTTE LE INIZIATIVE DEI VOLONTARI DI EMERGENCY IN ITALIA
Banchetti, eventi, incontri di approfondimento… Sul nostro sito puoi trovare tutte le iniziative organizzate dai nostri volontari in Italia e sapere dove incontrarli per avere informazioni sulle attività umanitarie di Emergency.
Scopri tutte le iniziative
GADGET
La borraccia di EMERGENCY
I GADGET DI EMERGENCY ONLINE
La borraccia, le tazze, i libri… sul sito shop.emergency.it trovi tutti i nostri gadget. Acquistali e sostieni le nostre attività umanitarie nel mondo e in Italia!
CONDIVIDI SU:
Acquista
EMERGENCY 
“È giusto essere costretti a vivere in un campo profughi, per terra dentro una baracca di alluminio o cartone insieme ai tuoi bambini, dove non si ha nulla da mangiare? Io credo sia un’ingiustizia. […leggi tutto]
Emergency
Chiediamo a tutte le parti coinvolte nel conflitto di rispettare le strutture e gli operatori sanitari. Ambulanze, ospedali e tutti coloro che si occupano di soccorrere le vittime non possono essere un target. #Aghanistan #laguerraè

 

EMERGENCY
Segui EMERGENCY su Google+ e ricevi i nostri aggiornamenti e le nostre notizie.
Dona ora
EMERGENCY.IT
Emergency – Via Santa Croce 19 – 20122 Milano Tel (+39) 02 863161 Fax (+39) 02 86316336

 

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *