Passare dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità

«Ci auguriamo un vero e proprio cambio di paradigma, che si passi cioè, finalmente, dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità, ricordando come l’ambiente e il contesto circostante possano influire sull’autonomia e sul diritto all’inclusione nella società delle tante persone con disabilità».

 

Segnaliamo la pubblicazione in Superando.it dei seguenti articoli

Passare dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità

«Ci auguriamo un vero e proprio cambio di paradigma, che si passi cioè, finalmente, dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità, ricordando come l’ambiente e il contesto circostante possano influire sull’autonomia e sul diritto all’inclusione nella società delle tante persone con disabilità»: lo si legge in una nota diffusa in occasione dell’imminente Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità da parte della Lega del Filo d’Oro, “storica” Associazione impegnata da oltre cinquant’anni a fianco delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie
(continua…)

Responsabilizzare le persone con disabilità, garantire inclusione e uguaglianza
Sport, Associazioni, Diritti e anche la presentazione delle Linee Guida per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche e Urbanistiche, caratterizzeranno domani, 1° dicembre, i vari eventi organizzati a Gravina in Puglia (Bari), in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre, il tutto incentrato sul messaggio “Responsabilizzare le persone con disabilità e garantire l’inclusione e l’uguaglianza”, ovvero il tema stesso della Giornata Internazionale
(continua…)

Cresce il Serafico, migliorando la qualità di vita delle persone con disabilità
Nella mattinata di domani, 1° dicembre, alla presenza di Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, l’Istituto Serafico di Assisi (Perugia) – nota struttura specializzata nella riabilitazione, nell’educazione e nell’inserimento sociale di bambini, ragazzi e giovani adulti con gravi disabilità fisiche, intellettive e psichiche – inaugurerà la nuova Residenza Vendramini e il Teatro Sergio Goretti, due novità ritenute fondamentali per il percorso riabilitativo dei propri ospiti e per le loro possibilità di vita e di cura
(continua…)

Non svalutare ancora una volta i Centri Territoriali di Supporto
Nel riferire di un apprezzato convegno tenutosi a Roma, dedicato alle pratiche con cui i Dirigenti Scolastici possono dare vita a una corretta ed efficace inclusione, Nicola Striano e Fernanda Fazio, impegnati in un Centro Territoriale di Supporto (CTS) romano, chiedono «che venga riconosciuto il lavoro dei CTS, che se ne attui un potenziamento e che finalmente agli operatori venga concesso il semiesonero». «Sarebbe infatti grave – scrivono – che il Ministero ripetesse l’errore di quelli che lo hanno preceduto, di non valorizzare cioè i CTS, snodi importanti per la governance dell’inclusione»
(continua…)

Avere per venti giorni “Napoli tra le mani”
Frutto di una collaborazione tra mondo accademico, musei, luoghi d’arte e associazioni, la rete “Napoli tra le mani” realizza itinerari di visita, attività didattiche ed eventi musicali, attenti alle esigenze di tutti, ma guardando in particolare alle persone con disabilità fisiche, sensoriali e cognitive e promuovendo in tal modo l’accessibilità alla cultura e al patrimonio storico artistico del territorio partenopeo. Ed è quello che farà anche da domani, 1° dicembre, fino al 21 del mese, con tante iniziative promosse in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità
(continua…)

Una città adattiva, accessibile e inclusiva
Sistematizzare conoscenze e buone pratiche sul tema della progettazione inclusiva, per rilevarne sfaccettature e opportunità, e costruire una rete multidisciplinare affinché tali iniziative non rimangano isolate, ma insieme promuovano un cambiamento dei modi di abitare e progettare gli spazi di esterno della città: punterà a questo l’importante convegno intitolato “Città adattiva, accessibile e inclusiva”, in programma a Pisa per il 3 e 4 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre
(continua…)

3 Dicembre: più fondi per il lavoro e per il “Dopo di Noi”
«Una vita davvero indipendente e autonoma non può realizzarsi senza un’adeguata copertura finanziaria. È necessario investire a lungo termine e aumentare il sostegno economico, per garantire i diritti fondamentali di tutti, contro ogni discriminazione»: lo dichiara Marco Rasconi, presidente della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre. Nello specifico, la richiesta è quella di aumentare i fondi per il cosiddetto “Dopo di Noi” e di favorire l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità
(continua…)

3 Dicembre e dintorni: non arrendersi mai!
“Non arrendersi mai” è un libro autobiografico di Roberto Russo ed è anche il messaggio scelto dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), sia per il tema di un concorso rivolto alle scuole del Piemonte, sia per caratterizzare le manifestazioni che si terranno nei prossimi giorni a Torino, promosse dalla stessa CPD insieme ad altre organizzazioni. Il tutto, naturalmente, in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre, centrata quest’anno sul tema “Rafforzare l’empowerment delle persone con disabilità e garantire inclusione e uguaglianza”
(continua…)

Superando.it

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.