Quali speranze per il futuro della Libia?

“Quali speranze per il futuro della Libia?”

Un mosaico sempre piu’ difficile da ricomporre, e un quadro geopolitico aggrovigliato, per l’intrecciarsi di forti interessi internazionali. Che speranze ci sono per il futuro di questo Paese? Questo il tema del convegno “Libia, ieri, oggi domani”, in cui erano previsti crediti formativi per 100 giornalisti.

 

Quali speranze per il futuro della Libia?

Quali speranze per il futuro della Libia?

Quali speranze per il futuro della Libia? Convegno, a Roma, di “Omega”, Osservatorio Mediterraneo di Geopolitica e Antropologia.

La Co-mai: “L’ 85% degli arabi pensa che le Primavere Arabe son state organizzate in realtà per destabilizzare il mondo arabo”.

 

Libia: un mosaico sempre piu’ difficile da ricomporre, e un quadro geopolitico aggrovigliato, per l’intrecciarsi di forti interessi internazionali. Che speranze ci sono per il futuro di questo Paese? Questo il tema del convegno “Libia, ieri, oggi domani”, in cui erano previsti crediti formativi per 100 giornalisti: organizzato – con forte partecipazione della stampa e del pubblico – dall’ Osservatorio Mediterraneo di Geopolitica e Antropologia (OMEGA), ” think- thank” da anni attivo nell’ approfondire la conoscenza dello scacchiere Mediterraneo, favorendo l’ incontro tra gli operatori economici, informativi, sociali che si occupano del “Mare Nostrum”.
L’incontro, pianificato con la collaborazione dell’ Ordine dei Giornalisti di Roma e patrocinato dalla Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai), dal Movimento Internazionale “Uniti per Unire” e dall’ Associazione Medici di origine Straniera in Italia (AMSI), tenutosi al Circolo Ufficiali della Marina di Roma, è stato moderato dall’ Ambasciatore Mario Boffo. I lavori sono stati aperti dall’ Ammiraglio Enrico La Rosa , che ha sottolineato l’importanza di parlare della Libia in un momento delicato come questo che stiamo vivendo. Sono seguite le relazioni dei giornalisti Alberto Negri e Ugo Tramballi, esperti di politica internazionale, centrate sulle dinamiche geopolitiche della situazione libica.

E’ intervenuto poi Foad Aodi, medico fisiatra, fondatore di AMSI e Co-Mai e consigliere all’ Ordine dei Medici di Roma: che ha sottolineato “ Le criticità a cui ora sta andando incontro la Libia, soprattutto dopo la speranza iniziale e la delusione e il fallimento della Primavera Araba”. Aodi ha anche ricordato che “ è importante continuare sulla via del dialogo tra le varie religioni e culture, favorendo la cooperazione internazionale tramite la “ politica dei due binari” : integrazione coniugata alla sicurezza”. “Bisogna intervenire in Libia a favore di un processo di stabilizzazione tramite elezioni popolari e democratiche, combattendo ogni forma di terrorismo e di ingerenze esterne.. Si vuole impedire all’ Italia di avere un ruolo principale in Libia e nella geopolitica euro-mediterranea” La “Primavera araba”, in realtà,. in Libia ha creato ”Più delusioni ,distruzioni, rifugiati, destabilizzazioni, immigrati irregolari ,morti in mare, violenze contro le donne, mercato nero dei minorenni e dei trapianti di organi. ” Il tutto – ha concluso Aodi – ha contribuito a creare più paura e pregiudizi nelle società occidentali nei confronti dei migranti; insieme al fallimento dell’integrazione “fai da te” ”.

E ‘ intervenuto, di seguito, Nicola Lofoco, portavoce del Movimento Internazionale Uniti per Unire, che ha ribadito l’importanza di inquadrare la crisi libica come conseguenza delle “ illusioni di democrazia tradite dalla Primavera Araba”, dal 2011 in poi. E’ seguito, in chiusura, Germano Dottori, docente LUISS di Roma, sui tanti retroscena internazionali della crisi libica. Il prossimo evento organizzato dall’ osservatorio Omega, centrato molto probabilmente sulla crisi , invece, del Medio Oriente, si terrà a maggio prossimo.

Fabrizio Federici

19.01.2019 Co-mai Comunità del Mondo Arabo in Italia

 


1000 giovani attivatori di una cultura per la pace e la giustizia climatica

Posted: 19 Jan 2019 02:01 PM PST

L’istituto Superiore Ruggero II di Ariano Irpino e l’Istituto Comprensivo Statale “Martin Luther King” di Accadia, Monteleone di Puglia, Anzano e Sant’Agata (già scuola affiliata all’Unesco per l’educazione alla pace ed alla cultura della nonviolenza) in cooperazione con la WILPF ITALIA ed il Centro Gandhi di Pisa propongono ai propri studenti un percorso formativo dal […]

WILPF (Women’s International League for Peace and Freedom)

A due mesi dal rapimento di Silvia Romano in Kenya: cosa sappiamo delle ricerche

Posted: 19 Jan 2019 01:22 PM PST

Sessanta giorni dal sequestro. Quindici giorni senza notizie. Di Silvia Romano, rapita il 20 novembre 2018 nel villaggio di Chakama a circa 80 chilometri da Malindi in Kenya, non si sa nulla da giorni. Quello che sembrava dover essere un rapimento lampo, con una soluzione positiva e rapida, si sta prolungando senza un’apparente ragione. Dalle […]

Angelo Ferrari

Naufragio in Libia, Ramonda (Apg23): Sconcerto, aprire vie legali e sicure

Posted: 19 Jan 2019 01:15 PM PST

«Apprendiamo sconcertati la notizia dell’ennesimo terribile naufragio con numerosi morti di fronte alle coste libiche. Vittime innocenti cui vanno le nostre preghiere. Questa tragedia ci impone di affrontare di petto la questione migratoria. Occorre potenziare viaggi sicuri e legali per queste persone sia con un decreto flussi sia con i corridoi umanitari. Inoltre occorre aumentare la […]

Comunità Papa Giovanni XXIII

Milano, assemblea generale #NoaiCpr: noi stiamo dalla parte dei diritti

Posted: 19 Jan 2019 12:58 PM PST

Affollata ed eterogenea assemblea oggi pomeriggio al Teatro Verdi a Milano della rete “Mai più lager – No ai CPR”, da cui è emersa la chiara volontà di agire e reagire a un inaccettabile modello violento, che colpisce soprattutto le donne migranti e di costruire relazioni nuove e rafforzare quelle già esistenti nel rispetto della […]

Redazione Italia

Laudato Si, un forum per volare alto

Posted: 19 Jan 2019 12:01 PM PST

Sabato 19 gennaio, sala delle conferenze di Palazzo Reale a Milano piena per il forum Laudato Sì promosso dal gruppo consiliare Milano in Comune, con la partecipazione di Casa della carità, Osservatorio Solidarietà, Associazione Diritti e Frontiere (ADIF), CostituzioneBeniComuni, Energia Felice ed Ecoistituto della Valle del Ticino. Tanti i temi trattati, dal clima alle migrazioni, […]

Anna Polo

Basta armi italiane per la guerra in Yemen

Posted: 19 Jan 2019 10:55 AM PST

Le ragioni di una mozione da discutere a Roma sull’esempio di Assisi Lunedì 28 gennaio 2018 Ore 17.30 Sala del Carroccio in Campidoglio – Roma In Italia si producono bombe utilizzate nel conflitto in corso dal 2015 in Yemen. Gli ordigni colpiscono scuole e ospedali. Cambiano i governi e la composizione di Camera e Senato, […]

Articolo 21

Comiso: finalmente base demilitarizzata! Una grande vittoria per tutti noi !

Posted: 19 Jan 2019 09:51 AM PST

C’era una volta la Base Nucleare della Nato a Comiso. Ed oggi non c’è più nulla che abbia a che vedere coi Cruise, bombardieri, guerre fredde e guerre umanitarie, con progetti arcobaleno e obiettivi bellici. Stop. Punto. Basta. Chiuso. Capitolo finito. Definitivamente concluso. Gli americani non ci sono più da tanto tempo, i militari italiani […]

Redazione Italia

Come si dice ‘figo’ in cinese?

Posted: 19 Jan 2019 09:36 AM PST

Diamo per scontata la futura superpotenza asiatica, ma chi è il loro Robert Redford? Per diventare una superpotenza globale, nel XX secolo gli USA imposero in una prima fase come potenza egemonica dell’emisfero occidentale. Per questo dovettero sconfiggere altri aspiranti in Europa, come l’Impero tedesco e la Germania nazista. Sconfissero anche l’impero giapponese nel Pacifico […]

Redacción Argentina

Ma perché vogliono fare la Torino-Lione ?

Posted: 19 Jan 2019 08:06 AM PST

Seguo da numerosi anni la faccenda della Torino-Lione; non sono un esperto, anche se Pressenza ha pubblicato numerosi comunicati del Movimento No-Tav ed io personalmente intervistato persone molto più esperte di me sull’argomento. Una cosa che mi ha sempre colpito del Movimento No-Tav è la pacatezza degli argomenti, la popolarità dei componenti (dai bambini ai […]

Olivier Turquet

Hanno preso un forte militare e ne hanno fatto una casa famiglia

Posted: 19 Jan 2019 07:24 AM PST

Lo storico Forte Tenaglia a Genova è stato restituito alla cittadinanza con progetti di volontariato e di valorizzazione. E la Casa del Telegrafo oggi vive di nuovo come casafamiglia per minori in affido La Piuma, così hanno chiamato l’associazione inizialmente formata da famigliari ed amici. Loro sono Emilio Parodi e Laura Lanza, una coppia di […]

Italia che Cambia

Il Tar Lazio: «I ministri informino sui rischi dei cellulari». E la UE ammette le “criticità” del 5G

Posted: 19 Jan 2019 07:13 AM PST

Sentenza importantissima del Tar del Lazio, che ha condannato i ministeri di Ambiente, Salute e Istruzione a realizzare campagne informative sui rischi dei telefoni cellulari e le precauzioni d’uso da adottare. E dal Comitato scientifico europeo Scheer arriva l’ammissione di «criticità del 5G». In piena corsa 5G, arriva dal Tar del Lazio una sentenza che […]

Il Cambiamento

Algeria al voto ad aprile, al tramonto l’era Bouteflika

Posted: 19 Jan 2019 07:00 AM PST

In carica dal 1999, il presidente è stato colpito da un ictus Abdelaziz Bouteflika in sedia a rotelle, lo sguardo contrariato e perso: e’ la foto scelta dal quotidiano algerino ‘El Watan’ per riferire della convocazione per il 18 aprile delle elezioni che potrebbero segnare l’uscita di scena del presidente, in carica dal 1999 ma […]

Agenzia DIRE

L’Europa sostenibile è possibile (e necessaria)

Posted: 19 Jan 2019 06:49 AM PST

Oltre 200 organizzazioni della società civile di tutta Europa hanno deciso di promuovere un dibattito collettivo sull’“Europa che vogliamo” e di chiedere che esso sia messo all’ordine del giorno delle prossime elezioni del Parlamento europeo che si svolgeranno dal 23 al 26 maggio di quest’anno. Il documento di riferimento, firmato da grandi coalizioni come WWF, Coalizione Globale contro la Povertà […]

Unimondo

Gilet Gialli: metter fine al circolo vizioso della violenza

Posted: 19 Jan 2019 12:58 AM PST

Per uscire dal ciclo della violenza di ogni sabato, quando i gilet gialli protestano, conviene alle autorità comportarsi diversamente. La maggior parte dei media si concentrano sulla violenza commessa dai giubbotti gialli arrabbiati – o da coloro che a volte si infiltrano in questo movimento per manipolarlo o screditarlo – a causa della sua natura […]

Rédaction France

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.