Por el Equilibrio del Mundo: Inaugurazione a Cuba

Por el Equilibrio del Mundo: Inaugurazione a Cuba

La Conferenza Internazionale del Programma Martiano, intitolata «Por el Equilibrio del Mundo», tra il 28 e il 31 gennaio di quest’anno, rappresenta un momento fondamentale di incontro e confronto tra politici e intellettuali da tutto il mondo sulle grandi questioni del presente […].

 

Por el Equilibrio del Mundo: Inaugurazione a Cuba

Por el Equilibrio del Mundo: Inaugurazione a Cuba

La Conferenza Internazionale del Programma Martiano, intitolata «Por el Equilibrio del Mundo», tra il 28 e il 31 gennaio di quest’anno, rappresenta un momento fondamentale di incontro e confronto tra politici e intellettuali da tutto il mondo sulle grandi questioni del presente, dalle prospettive del socialismo ai problemi della guerra e della pace, sul futuro del pianeta e, quest’anno, sulla bioetica e i grandi scenari e le maggiori sfide che essa dischiude.

Ma in quale Cuba la conferenza di quest’anno viene a collocarsi? Siamo in una Cuba che affronta un momento decisivo della sua storia e della sua evoluzione. Com’è noto, il prossimo 24 febbraio sarà celebrato un referendum popolare costituente, una forma inedita dentro la quale, dopo un dibattito lungo e appassionato, il popolo cubano dirà l’ultima parola in merito alla approvazione o meno del progetto di nuova Costituzione che, sottoposto a un lungo confronto popolare, ha visto numerose proposte già integrate e significative innovazioni già messe, su carta, nero su bianco.

La modifica della Costituzione porta con sé anche un aggiornamento del modello cubano in senso complessivo. Nel dibattito in corso a Cuba è forte la consapevolezza di questo tema; confrontandosi con osservatori e analisti, qui sull’isola, emerge chiaramente il fatto che il 24 febbraio non è un compimento, ma soprattutto un punto di partenza. Come ha riferito, anche sul Granma, tra gli altri, Ariel Terrero, «la trasformazione costituzionale comporta obiettivi complessi, per sviluppare la trasformazione del modello economico, sociale e politico del socialismo cubano, ed approfondire il processo di aggiornamento, che non è, sin qui, andato avanti alla velocità che i cubani immaginavano quando hanno avviato questo processo, ormai più di dieci anni fa». La sfida, sul piano politico, è far sì che si sviluppi una intensa attività legislativa, capace di coinvolgere pienamente sia la sfera politica sia quella sociale, affinché dal corpo della nuova Costituzione si sviluppino le nuove ramificazioni nel sistema legislativo del Paese. È ancora Ariel Terrero a sottolineare come uno di questi rami sia la cosiddetta «Legge della Impresa», in cantiere dal 2017, con l’obiettivo di dare compimento ad un quadro macro-economico complesso, basato sulla convivenza di diversi attori economici, replicando e diffondendo nel sistema economico cubano alcune buone pratiche che si sono già affermate in alcuni settori, come quelli del turismo, di alcuni servizi, e dell’agro-industriale. Si tratta di innestare una nuova dialettica economica e di aggiornare alcuni contenuti della formazione economico-sociale socialista.

La nuova Costituzione detta la nascita di una sorta di economia socialista plurale, in cui l’impresa statale resta l’attore fondamentale della economia socialista, ma viene adesso a condividere lo spazio economico nazionale con le cooperative, le forme miste, e le imprese private. Una sottolineatura che pure viene fatta è che non si tratta di “accettare” questa diversità o pluralità economica, quanto piuttosto di “costruire le condizioni” di una corretta co-esistenza di più attori economici; da un lato, gli attori privati e cooperativi verranno a collocarsi in un contesto economico-sociale socialista in cui resta il primato dell’impresa socialista e della pianificazione economica; dall’altro, la maggiore autonomia delle imprese statali dovrà fare i conti con non pochi problemi come, ad esempio, il sistema della “doppia moneta” e le limitazioni al commercio internazionale e alla catena degli approvvigionamenti imposti a Cuba da un pluridecennale blocco economico, il criminale bloqueo, imposto dagli USA, sistematicamente rigettato e condannato, non solo da Cuba, ma praticamente da tutte le Nazioni Unite, una pratica, questa del blocco economico e finanziario dell’Isola, vergognosa e criminale.

La partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici nel processo complesso di pianificazione, regolazione e gestione dell’economia nazionale non è solo una aspirazione della società, ma anche una leva per garantire successo al percorso e dare gambe al processo di decentralizzazione. Anche questa è una parola chiave: la nuova Costituzione delinea anche un ridisegno della verticale del potere e delle strutture territoriali, al fine di attribuire maggiore protagonismo ai municipi nella gestione dello sviluppo locale. Anche questa è una sfida, per un socialismo che guarda al futuro. «Meriti e conquiste sociali non sono mancati al socialismo nei Paesi in cui ha alzato la sua bandiera. Se si guarda ai Paesi in cui la ricchezza è privilegio di pochi e dannazione dei molti, il capitalismo non è l’alternativa».

La sfida, e il dibattito in corso a Cuba lo testimonia, per l’Isola oggi è di costruire un modello economico, sociale e politico in cui la prosperità economica e la giustizia sociale siano inestricabilmente intrecciate. È la missione appassionante di continuare a inventare, sviluppare e innovare, un modello originale, inedito, nazionale, di socialismo.

28.01.2019 – Cuba – Gianmarco Pisa

 


Sea Watch: tutte le persone a bordo tocchino terra nel più vicino porto sicuro

Posted: 28 Jan 2019 11:18 AM PST

In una lettera al Presidente del consiglio Giuseppe Conte, le organizzazioni che compongono il Tavolo Nazionale Asilo hanno chiesto di “intervenire immediatamente” per far sbarcare con “urgenza” le 47 persone a bordo della Sea Watch. “È ormai di urgenza improrogabile – si legge nella nota diffusa da 50 organizzazioni – che i minori e tutte le persone presenti a bordo possano toccare terra nel più […]

Amnesty International

Fao, inaugurato a Roma il Centro per il Clima e lo Sviluppo Sostenibile dell’Africa

Posted: 28 Jan 2019 09:10 AM PST

Inaugurato a Roma il Centro per il Clima e lo Sviluppo Sostenibile dell’Africa. Iniziativa dell’Italia, supportata dalla FAO e dallo UNDP, il centro da’ particolare attenzione alla Climate-Smart Agriculture, alle donne ed i giovani in zone rurali e all’accesso all’acqua Affinchè i giovani africani possano vivere un futuro migliore, è necessario concentrarsi maggiormente sul rafforzamento […]

UN Food and Agriculture Organisation

Noam Chomsky e altri 70 accademici condannano il colpo di stato degli Stati Uniti contro il Venezuela

Posted: 28 Jan 2019 08:15 AM PST

Il professor emerito Noam Chomsky, il co-direttore del Centro per la ricerca economica e politica del MIT, Mark Weisbrot; e altri 68 studiosi hanno pubblicato una lettera aperta giovedì chiedendo che il governo degli Stati Uniti non interferisca negli affari interni del Venezuela. La riporta Telesur. “Il governo degli Stati Uniti deve cessare di interferire […]

L’Antidiplomatico

No Tav: Torino – Lione, il Rapporto giuridico che farà la differenza

Posted: 28 Jan 2019 07:21 AM PST

ecco perché l’Italia può abbandonare il progetto … Il Parere del Prof. Avv. Sergio Foà La decisione sul futuro della Torino-Lione non appartiene ai sostenitori delle Grandi Opere ad ogni costo. Decine di anni di riflessioni e di valutazioni trasportistiche, economiche e giuridiche hanno abbondantemente segnalato che questo progetto è una Grande Opera Inutile e […]

Redazione Italia

Scorta Mediatica per Giulio Regeni

Posted: 28 Jan 2019 05:46 AM PST

1° febbraio 2019 – ore 18,30 Fabbrica del Vapore Sala Messina II Via Procaccini 4, Milano La ricerca della verità e il suo diritto, il diritto alla difesa e la sua tutela, la giustizia come dovere: sfide deontologiche ed etiche che devono essere combattute da tutti. Intervengono: Paola Deffendi e Claudio Regeni Giuseppe Sala, Sindaco […]

Redazione Italia

Greta Thunberg a Davos: «Clima, dovete agire come se la vostra casa fosse in fiamme»

Posted: 28 Jan 2019 05:45 AM PST

La sedicenne Greta Thunberg, dopo la partecipazione a Cop24 in Polonia, è salita sul palco anche a Davos al World Economic Forum e ha lanciato un monito: «Sul clima voglio che andiate nel panico, dovreste agire come la vostra casa fosse in fiamme». Occorre agire immediatamente per il clima, «come se la vostra casa fosse […]

Il Cambiamento

Gli orti liberi di Kobane

Posted: 28 Jan 2019 04:35 AM PST

Chi dice Kobane purtroppo dice guerra, invece noi diciamo orti, diciamo rinascita, diciamo libertà. Oggi ne parliamo proprio con Ozlem Tankirulu, presidente dell’Ufficio di Informazione del Kurdistan in Italia. Prima della guerra il territorio di Rojava, in cui si trova Kobane, era ricco di coltivazioni: «Il 60% della produzione agricola della Siria arriva da quest’area», […]

Unimondo

Crollo della diga in Brasile: “Un altro crimine ambientale”

Posted: 28 Jan 2019 04:04 AM PST

“Quando si verificano casi come questi, non possono essere considerati come incidenti, ma crimini ambientali”. È quanto afferma Greenpeace Brasil in riferimento al crollo della diga avvenuto in Brasile, a tre anni di distanza da un precedente disastro. Secondo il WWF il governo brasiliano dovrebbe aumentare i controlli e adottare un rigoroso regime di licenze […]

Italia che Cambia

Testimonianza dalla Sea Watch: “I segni che vedete sul mio corpo vengono dalle torture in Libia”

Posted: 28 Jan 2019 03:36 AM PST

“Tutti quei segni che vedete sul mio corpo vengono dalle torture che ho subito nella prigione in Libia. Io avrei voluto scappare da li’ e tornare a casa, ma non si poteva” ‘Tutti quei segni che vedete sul mio corpo vengono dalle torture che ho subito nella prigione in Libia. Io avrei voluto scappare da […]

Agenzia DIRE

Le mani della finanza speculativa sui centri per migranti

Posted: 28 Jan 2019 02:47 AM PST

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE INCHIESTA DI VALORI.IT Martedì 29 gennaio 2019 ore 11.30 Sala Stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 – Roma Si svolgerà martedì 29 gennaio alle ore 11.30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa di presentazione dell’inchiesta esclusiva, curata dalla redazione di VALORI, sulle holding del profit e […]

Redazione Italia

Macedonia, in Grecia il KKE scende in piazza contro l’accordo Tsipras-Zaev

Posted: 28 Jan 2019 01:30 AM PST

«No all’accordo Tsipras-Zaev, ai piani di Usa, Nato e Ue; no all’irredentismo e al nazionalismo» ma «“sì” all’amicizia e alla solidarietà fra i popoli», questi gli slogan e le parole d’ordine dei manifestanti greci scesi in piazza venerdì 25 gennaio. La manifestazione, convocata dal Partito comunista di Grecia (KKE), ha voluto ribadire la propria contrarietà […]

Marco Piccinelli

No alla deportazione della Comunità Sinti da Gallarate

Posted: 28 Jan 2019 01:19 AM PST

La comunità dei Sinti Gallaratesi, sgomberata dal proprio campo ormai due mesi fa non ha ancora trovato una sistemazione dignitosa. Si tratta di circa settanta persone, di cui oltre la metà minori, costrette a vagare per il territorio cittadino in camper, o a farsi ospitare da amici e parenti. Il Sindaco Cassani e la sua giunta, […]

Redazione Italia

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.