Ebola in Congo: violento attacco al Centro trattamento Ebola di MSF

Ebola in Congo: violento attacco al Centro trattamento Ebola di MSF

Medici Senza Frontiere (MSF) ha deciso di sospendere le attività nel proprio Centro di trattamento Ebola nel Nord Kivu, in Repubblica Democratica del Congo (RDC), inaugurato solo un mese fa, dopo un violento attacco in cui la struttura è stata data alle fiamme e parzialmente distrutta, il 24 febbraio.

 

Ebola in Congo: violento attacco al Centro trattamento Ebola di MSF

Ebola in Congo: violento attacco al Centro trattamento Ebola di MSF

Medici Senza Frontiere (MSF) ha deciso di sospendere le attività nel proprio Centro di trattamento Ebola nel Nord Kivu, in Repubblica Democratica del Congo (RDC), inaugurato solo un mese fa, dopo un violento attacco in cui la struttura è stata data alle fiamme e parzialmente distrutta, il 24 febbraio. La sospensione delle attività limiterà gravemente la possibilità di accedere a cure mediche essenziali.

Il 24 febbraio, alle dieci di sera, aggressori non identificati hanno attaccato il Centro trattamento Ebola di MSF a Katwa. Dopo aver lanciato delle pietre contro la struttura, hanno appiccato il fuoco in diverse aree, distruggendo reparti e attrezzatture. Secondo i racconti dei testimoni, il fratello di un paziente è deceduto mentre tentava di fuggire, ma le esatte circostanze della sua morte sono ancora da chiarire.

L’attacco è stato traumatico per i pazienti, per i loro parenti e per lo staff presente nel centro in quel momento” racconta Emmanuel Massart, coordinatore di MSF a Katwa.Siamo riusciti a trasferire in Centri di trattamento vicini tutti i nostri pazienti, quattro casi confermati e sei sospetti, ma questo attacco ha dato un duro colpo alla nostra capacità di rispondere all’epidemia nel suo attuale epicentro”.

Sebbene le ragioni dell’attacco non siano chiare e tale violenza sia inaccettabile, è evidente che gli attori impegnati nella risposta contro l’Ebola, MSF compresa, non sono riusciti a ottenere la fiducia di una porzione significativa della popolazione” ha detto Meinie Nicolai, direttore generale di MSF, attualmente in visita nel Nord Kivu. “Tutte le realtà coinvolte in questa risposta devono cambiare approccio e confrontarsi seriamente con le proteste e le paure delle comunità locali”.

Le precedenti epidemie di Ebola hanno dimostrato che è indispensabile ottenere l’accettazione della comunità locale. Senza questa fiducia, i malati e i morti restano invisibili e gli operatori sanitari rischiano di subire minacce o aggressioni.

Dopo più di sei mesi dall’insorgere dell’Ebola nel Nord Kivu e nella provincia di Ituri, l’epidemia non è ancora sotto controllo, con oltre 870 casi confermati e più di 540 decessi. Dopo i primi risultati nel fermare il contagio negli epicentri iniziali, a Mangina, Beni e in alcuni centri più piccoli come Tchomia, Mutwanga e Masereka, l’epidemia si è diffusa da 4 a 19 distretti sanitari. Le persone continuano a morire nelle comunità, vengono contagiate nei centri sanitari, e la maggior parte dei nuovi casi di Ebola non può essere ricondotta a casi già conosciuti.

Le attività di MSF per rispondere all’epidemia di Ebola continuano a Butembo, Bunia, Bwena Sura, Kayna e Biena.

La risposta alle emergenze è una delle attività principali per MSF in Repubblica Democratica del Congo. Butembo e Katwa sono attualmente gli epicentri dell’epidemia di Ebola dichiarata il 1° agosto 2018 in RDC, la seconda peggiore epidemia nella storia della malattia. Il Centro di trattamento MSF a Butembo può accogliere 96 pazienti mentre quello di Katwa contava 62 posti letto. Dall’inizio delle attività, MSF ha assistito più di 2.100 pazienti in questi due centri, con 250 casi confermati di Ebola e 110 pazienti guariti.

MSF gestisce anche Centri di transito a Beni e Bwana Sura (distretto sanitario di Komanda) e un centro di isolamento a Bunia.

MSF ha anche supportato la vaccinazione degli operatori in prima linea, e conduce attività di prevenzione e controllo dell’infezione, oltre che di sensibilizzazione tra gli operatori sanitari e le comunità colpite.

27.02.2019 – Medecins sans Frontieres

 


Lombardia, reddito di autonomia e bandi per bonus bebè e sostegno all’affitto: illegittimo il requisito dei 5 anni di residenza

Posted: 27 Feb 2019 02:24 PM PST

regione lombardiaLa Corte di Appello di Milano conferma anche la sentenza di primo grado sul “fondo affitti” che aveva dichiarato illegittimi i requisiti previsti per soli stranieri. Sono state dichiarate illegittime e discriminatorie le norme sul “reddito di autonomia” della Regione Lombardia perché escludono ingiustamente una parte rilevante di cittadini stranieri regolarmente presenti sul suo territorio. […]

ASGI Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione

Cuba, no ad intromissioni statunitensi nella politica de L’Avana

Posted: 27 Feb 2019 12:14 PM PST

«Il Dipartimento di Stato americano deve smetterla con la pratica di intromettersi nei temi interni degli altri Stati e interferire nei processi elettorali, o di votazione, di altre nazioni», così il Ministro delle Relazioni Estere della Repubblica di Cuba a seguito delle dichiarazioni di Michael Pompeo. Il Segretario di Stato statunitense, infatti, a seguito della […]

Marco Piccinelli

Laforgia, Liberi e Uguali: sostegno al Reddito di Cittadinanza

Posted: 27 Feb 2019 10:53 AM PST

Liberi-Uguali«Non possiamo avere un pregiudizio nei confronti di tutti gli strumenti che vanno nella direzione di un sostegno al reddito, di un accompagnamento delle persone, della possibilità di un loro riscatto». Con queste parole, nella seduta n. 95 d’Assemblea di oggi, il senatore Francesco Laforgia ha annunciato, anche a nome della componente Liberi e Uguali […]

Natale Salvo

Non si è mai troppo piccoli per cambiare il mondo: la Davide Greta Thunberg contro i Golia del potere

Posted: 27 Feb 2019 09:20 AM PST

Greta ThunbergSembra di tornare ai tempi di Gandhi, quando c’era una persona assolutamente pacifica e apparentemente innocua che portava in sé un cambiamento epocale. Oggi il cambiamento si chiama Greta Thunberg. Quando Greta Thunberg gira con il suo cartello che indica lo sciopero per il clima ricorda Gandhi che girava con la sua capretta. Una ragazzina, […]

Il Cambiamento

Algeria, monta la protesta di piazza contro presidente: intervista al giornalista Lahiani

Posted: 27 Feb 2019 08:20 AM PST

Manifestazioni Algeria“Vogliamo un presidente che parli! Un presidente che parli con gli algerini, che possa spostarsi per incontrare i cittadini di tutto il Paese, che possa rappresentare il nostro popolo a New York, a Ginevra e negli altri incontri internazionali”. Otman Lahiani è un giornalista e saggista algerino, e stanotte è arrivato ad Algeri da Tunisi, […]

Agenzia DIRE

Istat: In Italia, si lavora sempre meno e con maggiore precarietà

Posted: 27 Feb 2019 06:04 AM PST

precario-disoccupazioneIl rapporto sul “Mercato del lavoro”, pubblicato dall’ISTAT lo scorso 25 febbraio, conferma sia che la situazione oggi in Italia è quella illustrata dall’economista Jeremy Rifkin nel suo libro “La fine del lavoro” (1995) quando si riferiva agli Stati Uniti. Ore lavoro in calo, lavoro sempre più precario, salari sempre più compressi. Nel comunicato stampa […]

Natale Salvo

Rifkin: Taglio orario lavoro e Salario Sociale contro la disoccupazione

Posted: 27 Feb 2019 05:50 AM PST

Jeremy RifkinDa quando, nel 1995, l’economista Jeremy Rifkin ha pubblicato il saggio “La fine del lavoro” sono passati 23 anni. Se, nel 1995, le sue rilevazioni e i suoi timori sul «declino della forza lavoro globale» si riferivano alla terza rivoluzione industriale e agli Stati Uniti, oggi, l’ISTAT, col suo rapporto 2018 sul “Mercato del lavoro” […]

Natale Salvo

Il TNP: una grande distrazione dal Trattato sulla Proibizione delle armi nucleari

Posted: 27 Feb 2019 04:43 AM PST

Nell’aprile 2019, gli Stati firmatari del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) si riuniranno a New York per riprendere i lavori per l’edizione 2020 della conferenza quinquennale di revisione. Non ci sono grandi speranze, tuttavia, che in questo forum qualcosa avvicinerà il pianeta all’obiettivo dichiarato di facilitare “la cessazione della fabbricazione di armi nucleari, la […]

Tony Robinson

Contro il golpe in Venezuela: le «fake news» e la posta in gioco

Posted: 27 Feb 2019 03:39 AM PST

VenezuelaSi è riunito ieri, martedì 26 febbraio, su richiesta degli Stati Uniti, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, per discutere della situazione in Venezuela. Nella sua relazione, Rosemary Di Carlo, Vicesegretario Generale dell’Organizzazione per le questioni politiche ed il peace building, ha riferito che la situazione di crisi in Venezuela ha portato ad una […]

Gianmarco Pisa

La Rete femminista No muri No recinti aderisce alla manifestazione del 2 marzo

Posted: 27 Feb 2019 03:07 AM PST

La Rete femminista No muri No recinti aderisce alla manifestazione del 2 marzoPrimum vivere. Contano le persone, conta l’umanità Aderiamo all’appello “People – prima le persone” e alla manifestazione del 2 marzo. Vogliamo che venga applicata la Convenzione di Istanbul a protezione delle donne migranti e dei loro figli. Rispettare i diritti delle donne significa rispettare i diritti umani. Accogliere degnamente le persone in cerca d’asilo significa […]

Redazione Italia

 

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.