Petizione “No allo sfruttamento degli animali nei circhi”

Ecco come vengono trattati gli animali del circo Moira Orfei a Torino quando non si esibiscono. Gli animali, tra cui tigri ed un dromedario, venivano tenuti all’esterno, al gelo.

CIRCO ORFEI A TORINO: TRA MALTRATTAMENTI E TRISTEZZA. FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE PER DIRE NO ALLO SFRUTTAMENTO DEGLI ANIMALI NEI CIRCHI!

Ecco come vengono trattati gli animali del circo Moira Orfei a Torino quando non si esibiscono. Gli animali, tra cui tigri ed un dromedario, venivano tenuti all’esterno, al gelo. Una zebra è stata tenuta per ore in una gabbia talmente piccola che a fatica poteva girarsi. Sono intervenuti quindi i veterinari dell’ASL di Torino, che hanno ispezionato il circo e controllato gli animali. Nonostante non siano sono state rese note eventuali irregolarità, i cittadini si sono rivolti ben 5 volte alle autorità per denunciare il maltrattamento degli animali di questo circo.
Lo sfruttamento degli animali è moralmente inaccettabile, ma la legge evidentemente non rispecchia la volontà dei cittadini. Firma anche tu la petizione per far sentire il tuo dissenso.

 

UNA VITA INTERA IN CANILE E POI LA MALATTIA: SERGIO NON PUO’ PIU’ CAMMINARE. AIUTA I VOLONTARI DELL’OIPA DI PISTOIA A DONARGLI UN CARRELLINO E UN’ADOZIONE DEL CUORE

Sette anni senza libertà, senza stimoli, senza affetti: dopo aver trascorso già mezza vita in solitudine, rinchiuso nella triste cella di un canile, Sergio si è ammalato. A causa di una patologia degenerativa della spina dorsale, fatica a camminare e non riesce neanche più a godersi quelle poche ore d’aria che gli sono concesse durante la giornata per sgranchirsi le zampe. Sergio ha bisogno di un carrellino per potersi muovere, ma soprattutto di una famiglia con un grande cuore. Insieme agli angeli blu dell’OIPA di Pistoia puoi cambiare il suo futuro.



DIVIETO DI DETENZIONE DI ANIMALI PER LA COPPIA NOTA PER L’ALLEVAMENTO ABUSIVO DI CANI DOPO L’ULTIMO SEQUESTRO DI 16 PASTORI TEDESCHI DA PARTE DELLE GUARDIE ZOOFILE OIPA DI VENEZIA

Coloro che maltrattano gli animali, soprattutto se recidivi, non dovrebbero avere più il diritto di detenerne. È quindi una presa di posizione importante quella del primo cittadino di Martellago (VE) che, a seguito della richiesta dell’OIPA e della Polizia Locale, ha emesso un’ordinanza che vieta ad un uomo e una donna di detenere cani sul territorio comunale ed ordina l’abbattimento e lo sgombero dei recinti dove tenevano gli animali. In due interventi distinti alla coppia erano stati sequestrati un totale di 188 cani tra bassotti e pastori tedeschi per detenzione incompatibile con la loro natura.


SOFFRIVA CON UN OCCHIO FUORI DALL’ORBITA: IL VETERINARIO NON INTERVIENE, LO SOCCORRONO GLI ANGELI BLU DELL’OIPA DI GELA. AIUTALI A CURARE DREAM

Siamo a Gela, dove un gatto di una colonia, probabilmente a causa di una lite tra randagi, vagava disperato con un occhio che penzolava dall’orbita vuota. Inutile è stata la richiesta d’aiuto al veterinario, che si è rifiutato di recarsi sul posto. Gli angeli blu dell’OIPA di Gela se ne sono quindi presi cura e si sono fatti carico della sua delicata operazione e sterilizzazione. Il suo occhietto è stato asportato e la sua sofferenza alleviata, ma la via della guarigione è ancora lunga. L’hanno chiamato Dream, perché per lui sognano una famiglia che lo sappia accudire con amore.

LEO È STATO AMATO PER SOLI DUE MESI, DOPO 16 ANNI LEGATO AD UNA CATENA. LE GUARDIE ZOOFILE DELL’OIPA PRATO RACCONTANO UNA STORIA DI MALTRATTAMENTO E OMERTÀ

Leo ha vissuto 16 lunghi anni legato ad una catena, ridotto pelle e ossa, dimenticato ed ignorato da tutti. Quando finalmente qualcuno si è accorto della sua sofferenza, ha contattato le guardie zoofile dell’OIPA di Prato, che lo hanno portato via da quell’inferno. Una volontaria lo ha accolto nella sua casa, lo ha imboccato e coccolato. Per due mesi Leo ha potuto dormire su un morbido cuscino ed ha lasciato questo mondo tra le braccia della persona che lo ha davvero amato. Quanti cani vivono nell’invisibilità e soffrono senza che nessuno si rivolga alle autorità? Le segnalazioni di maltrattamento su animali alle guardie zoofile OIPA sono anonime e possono salvare una vita.

I CERCAFAMIGLIA: LEDA

Cerchi la tua migliore amica? Eccola, è Leda. Circa 3 anni, la piccola Leda è un cane solare e positivo, un vero e proprio concentrato di energia e vitalità: cerca una famiglia che abbia tempo da dedicarle per fare lunghe passeggiate e attività insieme, ma anche lunghi momenti di coccole, che adora, coinvolgendola come un vero membro della famiglia. Ha un grande spirito d’iniziativa e non si scoraggia mai di fronte a nuove sfide: ha imparato a destreggiarsi perfettamente in ambiente urbano, adora la macchina (che la porta sempre in posti bellissimi!) e vivere sempre nuove avventure. Cosa aspetti? Vieni a conoscerla e non te ne pentirai!

CAMPAGNA SOCI 2020

Da oltre trent’anni abbiamo scelto di stare accanto agli ultimi, di essere la loro voce e la loro forza, ma è solo grazie a chi non vuole arrendersi al male che lo circonda e decide di essere parte di un cambiamento tangibile, se riusciamo ad essere sempre più forti.

È questa forza che ci guida quando ci imbattiamo in situazioni che straziano anima e cuore e ci permette di essere il sostegno di cui gli animali in difficoltà hanno un bisogno spesso vitale.

Iscriviti all’OIPA per credere, come noi, che solo chi è così folle da pensare di cambiare il mondo, lo cambia davvero.

 

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *