“L’uso politico dei parassiti”

La storia dimostra che la difesa dai microparassiti che abitano i nostri corpi è sempre intrecciata con la resistenza ai macroparassiti, coloro che sono in alto e sfruttano, schiavizzano, umiliano.

L’uso politico dei parassiti

L'uso politico dei parassiti
La storia dimostra che la difesa dai microparassiti che abitano i nostri corpi è sempre intrecciata con la resistenza ai macroparassiti, coloro che sono in alto e sfruttano, schiavizzano, umiliano. La storia mostra anche come gli effetti dei virus sono spesso utilizzati dai macroparassiti per disciplinare le moltitudini. Tuttavia, ricorda Massimo De Angelis, possono essere usati anche dal basso contro i macroparassiti, come accaduto con la peste nera nel XIV secolo. La crisi attuale può dunque migliorare qualcosa? Sì, se sapremo fare tesoro, ad esempio, della solidarietà emersa nei collettivi condominiali e negli ospedali, ma anche dei comportamenti più sobri e di cura verso noi stessi e gli altri che abbiamo cominciato a praticare

Alla fine il mostro è alla porta

Alla fine il mostro è alla porta
Nei prossimi giorni il virus potrebbe devastare le baraccopoli di Africa e Asia, ma il pericolo per i poveri globali è stato quasi totalmente ignorato da media e governi occidentali. Intanto negli Usa sta per abbattersi un “Katrina sanitario”. Già la “semplice” influenza stagionale del 2018 ha sovraccaricato gli ospedali dopo vent’anni di tagli: milioni di lavoratori a basso salario, precari privi di assicurazione, disoccupati e senzatetto saranno gettati ai lupi. Su quanto sta per accadere negli slum e negli Usa scrive Mike Davis, secondo il quale il principale problema resta Big Pharma che preferisce dedicarsi ai farmaci che provocano dipendenza e alle cure dell’impotenza maschile invece di favorire l’accesso ai salvavita e la ricerca. È questo il tempo per spezzare il potere del monopolio dei farmaci e quello dell’assistenza sanitaria a fini di lucro

Il deserto

Il deserto
Le città sono state conquistate dal deserto. Che ora tenta di entrare anche nelle nostre case. Lo scenario è vuoto, non ci sono più attori, spettatori, scenografie. Non c’è niente da guardare. Eppure le crisi aprono sempre qualche via d’uscita. Forse dovremmo cominciare dal rispondere a quella domanda: cosa porteresti su un’isola deserta? Qualche libro, alcuni film, gli occhiali, la bicicletta, il caffè… “L’elenco si allunga. Ognuno faccia il suo – scrive Ascanio Celestini – Quel giorno usciremo di casa senza più contare i centimetri. Prepariamoci la lista. Attrezziamoci per riempire il vuoto che il parassita sta costruendo…”

Comunità

Comunità
Una comunità si costruisce e vive sulle relazioni. Quelle che oggi mancano

Una pandemia annunciata

Una pandemia annunciata
La consapevolezza del valore della salute è un punto di non ritorno

Morti nelle carceri. Appello

Morti nelle carceri. Appello
Costruire subito un comitato indipendente per fare chiarezza

Il dopo comincia ora

Il dopo comincia ora
La decisione su quale strada prendere non può essere rimandata

Avete bisogno di un libro?

Avete bisogno di un libro?
Una libreria indipendente si è posta questa domanda: come trovare un modo per andare avanti lo stesso? Da qui una fantastica idea (per come i libri vengono scelti, consegnati e “pagati”), che potrebbe essere ripresa anche da altre librerie e non solo. Un’azione di «clandestinità perfettamente legale». Scrive Wu Ming: “Che nasca una rete di librai e libraie guerriglieri!”

Quarantena senza supermercato

Quarantena senza supermercato
Una spesa critica può far la differenza non solo per i produttori locali

Rompere le distanze

Rompere le distanze
Educazione a distanza: le ragioni per riscoprire la corrispondenza scolastica

Fermarsi, almeno un attimo

Fermarsi, almeno un attimo
Confusione, fragilità emotiva, fatica: insegnanti tra virus e didattica on line

Una modesta proposta

Una modesta proposta
E se sfruttassimo questa situazione complessa per riflettere su alcune cose?

“Fare i conti” con la natura

“Fare i conti” con la natura
A proposito deI Rapporti sul Capitale Naturale del ministero per l’Ambiente

Crisi del nostro tempo: le locuste

Crisi del nostro tempo: le locuste
La lezione del coronavirus insegna. Ora sappiamo quel che ci riguarda
Agenda
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.