Newsletter OIPA del 23 marzo 2020

Un’emergenza sanitaria assolutamente straordinaria sta cambiando, temporaneamente, i nostri modi di vivere sia come persona che come volontario.



DECALOGO CORONAVIRUS E ASSISTENZA AGLI ANIMALI

Un’emergenza sanitaria assolutamente straordinaria sta cambiando, temporaneamente, i nostri modi di vivere sia come persona che come volontario. Di seguito pubblichiamo un decalogo, che terremo sempre aggiornato, con le disposizioni normative e ministeriali di urgenza. La sede nazionale dell’OIPA Italia rimane attiva e sempre a disposizione per qualsivoglia ulteriore informazione.

 

TUTTI INSIEME POSSIAMO FARCELA: #IONONTIABBANDONO #IORESTOACASACONLORO

Vogliamo condividere con voi una bellissima iniziativa promossa dai volontari dell’OIPA di Napoli per sensibilizzare le persone a non abbandonare i propri amici a 4 zampe per paura che siano portatori di Coronavirus. Come già ribadito dal Ministero della Salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la trasmissione del Covid-19 avviene esclusivamente da uomo a uomo e non ci sono prove che gli animali da compagnia possano trasmettere la malattia. I nostri animali domestici sono portatori solo di allegria, affetto e compagnia. Mai come adesso, che siamo costretti a rimanere nelle nostre case, la loro presenza al nostro fianco è rassicurante e di grande conforto.



RINCHIUSO NEL GARAGE PERCHÉ “SPORCAVA”: LE GUARDIE DELL’OIPA DI CREMONA LIBERANO MATISSE, GATTINO GRAVEMENTE DEBILITATO. AIUTACI CURARLO

Ci sono volute due trasfusioni di sangue per salvare Matisse, giovane gattino che ha passato il suo primo anno di vita rinchiuso giorno e notte al buio, dentro un garage, privato della libertà solo perché “sporcava in casa”. Liberato dalle Guardie dell’OIPA di Cremona, Matisse è stato ricoverato in terapia intensiva per un mese perché affetto da una grave forma di anemia causata dalla malnutrizione. Ora sta meglio, ma il suo percorso verso la guarigione non è ancora finito, ecco perché chiediamo la solidarietà di tutti.

INTERVENTO DELLE GUARDIE DELL’OIPA DI RAVENNA RESTITUISCE LA LIBERTA’ A 47 AVICOLI, UNA PECORA E UNA CANE DETENUTI IN CONDIZIONI DISASTROSE

Una stretta collaborazione tra associazioni e istituzioni è fondamentale per fronteggiare gravi situazioni di degrado sociale e ambientale: un esempio virtuoso di questo coordinamento arriva da Ravenna, dove le Guardie eco zoofile dell’OIPA hanno prontamente recuperato 47 avicoli, una pecora e un cagnolina da un serio stato di disagio, condizione riscontrata anche nel proprietario. Trovati in condizioni di denutrizione e disidratazione, tutti gli animali sono stati messi in salvo e accolti nell’Oasi di Desirèè di Cesenatico.

MAI CURATI, JIMMY E BIANCA, FRATELLINI DI 10 MESI, SONO MALATI E DEPERITI. ACCUDITI DAI VOLONTARI DELL’OIPA DI PALERMO, HANNO BISOGNO DELLA NOSTRA SOLIDARIETA’

Una situazione drammatica quella in cui si sono imbattuti gli angeli blu dell’OIPA di Palermo, che non si può ignorare: una coppia di ragazzi vive in una baracca, in condizioni di estrema indigenza; con loro ci sono due scriccioli di circa 10 mesi coinvolti, loro malgrado, nella miseria che condiziona la vita dei loro compagni umani. Ricoperti di rogna e pieni zeppi di parassiti, sono febbricitanti e debilitati. Accolti dai volontari dell’OIPA, Jimmy e Bianca sono stati sottoposti a visite veterinarie e cure specifiche.

CAMPAGNA SOCI 2020

Da oltre trent’anni abbiamo scelto di stare accanto agli ultimi, di essere la loro voce e la loro forza, ma è solo grazie a chi non vuole arrendersi al male che lo circonda e decide di essere parte di un cambiamento tangibile, se riusciamo ad essere sempre più forti.

È questa forza che ci guida quando ci imbattiamo in situazioni che straziano anima e cuore e ci permette di essere il sostegno di cui gli animali in difficoltà hanno un bisogno spesso vitale.

Iscriviti all’OIPA per credere, come noi, che solo chi è così folle da pensare di cambiare il mondo, lo cambia davvero.

info@oipa.orgwww.oipa.org

 

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *