“Un immaginario diverso”

Abbiamo bisogno non solo di rifiutare la metafora della guerra utilizzata per contrastare il virus, ma di cercare e affinare linguaggi che ci permettano di