Comincia la scuola: occorre educare ai diritti globali e alla sostenibilità ambientale

Comincia la scuola e ci sarà l’ora di educazione civica. La nuova ora settimanale prevede anche una formazione alla cittadinanza globale e alla sostenibilità ambientale. Presentiamo oggi un saggio sulla cittadinanza globale in chiave pedagogica:

 

Educare a una cittadinanza globale nella scuola

La cittadinanza globale crea ponti per l’uomo planetario – come diceva Ernesto Balducci – e fa valere soprattutto l’umanità comune ai diversi popoli, che crea tra loro dialoghi, accordo, scambi, convergenze, sia pure dentro un processo difficile, non lineare e complesso.

Questo articolo è invece dedicato alla nuova ora di educazione civica:
Come cambia la scuola con la nuova legge sull’educazione civica
La cittadinanza attiva era già prevista a livello europeo e l’educazione civica vi rientrava in tale veste. Cosa cambia allora con la nuova legge sull’educazione civica? In primo luogo è fissato un monte orario con collegamenti all’educazione ambientale e alla cittadinanza digitale.
 
Molto importante sarà la conoscenza e la consapevolizzazione attorno agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 che pone il problema dei “diritto globali” a cui è dedicata questa mailing list. Qui si fa una breve presentazione dell’Agenda 2030:
Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile
I 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile e i 169 traguardi sono interconnessi e collegano le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: la dimensione economica, sociale ed ambientale. 
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi